ANALISI E GESTIONE
DEI RISCHI

Un articolo pubblicato su "Manutenzione" a firma
dell'ing. Domenico Barone, Consulente Sicurezza Industriale
Studio db di Milano

risk management

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

I principali rischi connessi alle attività produttive sono quelli connessi alla sicurezza e alla salute nel luogo di lavoro del personale (operativo e di manutenzione) ed alla sicurezza di processo per gli impianti/stoccaggi con pericolo di incidente rilevante e conseguenti danni alle persone, all'ambiente e agli impianti.

La legislazione di riferimento è costituita dal Testo UNico di Sicurezza e Salute (DLgs 81/2008 e smi=Successive Modifiche e Integrazioni) e dalla normativa Seveso (DLgs 334/99 e smi).
Le normative prevedono l'adozione di sistemi di Gestione per la Sicurezza e Salute SGSSI (OHSAS 18001-2007) e Sistemi di Gestione della Sicurezza per la Prevenzione degli Incidenti Rilevanti SGS-PIR (UNI 10617-2007).

Le analisi di rischio per la sicurezza e salute nel luogo di lavoro degli addetti operativi e di manutenzione sono generalmente basate sull'esperienza storica di incidenti e/o infortuni avvenuti presso l'azienda oggetto dello studio o di aziende similari per nuove tipologie di attività.

La stima delle frequenze di accadimento (o probabilità) e delle conseguenze alle persone o agli impianti è generalmente di tipo qualitativo o semiquantitativo.

Da una valutazione iniziale del rischio si passa con interventi impiantistici, organizzativi e procedurali ad un rischio residuo che può essere ulteriormente ridotto mediante l'uso di dispositivi di protezione individuale e/o collettiva.

Le analisi di rischio di incidenti rilevanti per le attività soggette alla normativa Seveso sono di tipo quantitativo con stima delle frequenze (Occasioni/anno) degli eventi incidentali e delle conseguenze degli stessi in termini di irraggiamento, sovrapressione, tossicità e dei relativi effetti su persone, ambiente ed impianti.

Alcuni criteri di accettabilità o tollerabilità dei rischi di riferimento utilizzati sono quelli dell'Ente inglese Health and Safety Executive (HSE-UK) o della norma ISO 17776-2000 che utilizzano matrici frequenze-conseguenze.
Tali matrici considerano danni alle persone, all'ambiente, agli impianti ed alla reputazione e permettono di individuare i rischi ove occorrono misure per ridurre le frequenze e/o le conseguenze.

rischio1

Le analisi di rischio costituiscono la base per la progettazione e l'attuazione dei sistemi SGSSI e SGS-PIR che contengono i seguenti punti chiave:

  • Politica
  • Struttura organizzativa e risorse (tecniche, economiche, umane)
  • Procedure e istruzioni operative
  • Controllo delle prestazioni
  • Verifiche ispettive (audit)
  • Riesame

Le attività di manutenzione possono essere adeguatamente controllate per la Sicurezza con l'utilizzo di Permessi di Lavoro (UNI 10449-2008) che hanno un ruolo determinante per ridurre al minimo possibile il rischio di infortunio e di incidente anche rilevante.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

I SGSSI e SGS-PIR possono essere continuamente migliorati per raggiungere obiettivi di alto livello quali zero infortuni e/o zero incidenti.
Le attività in atto presso le aziende più impegnate nel campo della Sicurezza/Salute e della Prevenzione degli Incidenti Rilevanti riguardano le seguenti tematiche:

  • i fattori umani (tipo di errore e relative cause) nelle indagini svolte a seguito di infortuni e/o incidenti
  • i quasi infortuni/incidenti nell'identificazione delle misure di prevenzione e mitigazione
  • la cultura aziendale della Sicurezza/Salute e Prevenzione degli Incidenti nella verifica del relale impegno di tutta la struttura organizzativa

PER SAPERNE DI PIU':

Che cos'è il risk management?
Risk management: il futuro della Qualità


cerca nel sito