COME INTEGRARE LE NUOVE ISO 9001:2015
E ISO 14001:2015?

Quali sono i passi da seguire per reintegrare le due nuove
versioni delle norme ISO 9001 e ISO 14001?

di Staff di QualitiAmo

integrare-iso-9001-2015-iso-14001-2015

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

La concorrenza sempre più marcata e una crescente attenzione per l'ambiente stanno portando le organizzazioni alla decisione di implementare entrambe le norme ISO più diffuse: la ISO 9001:2015 e la ISO 14001:2015.

Adesso che sono uscite le nuove versioni (2015) delle due norme, la scelta migliore è quella di progettare o riprogettare un sistema che si basi sull'integrazione dei requisiti di entrambe.

Mantenere, infatti, due sistemi di gestione non correlati uno all'altro implicherebbe l'utilizzo del doppio delle risorse e del doppio del tempo per il loro mantenimento. Questo includerebbe svolgere la stessa attività due volte (ad esempio gli audit o il riesame del sistema) e preparare documenti molto simili tra loro in tantissime parti.
In aggiunta, se queste attività fossero compiute da due persone diverse si correrebbe anche il rischio che i due sistemi fossero progettati secondo logiche diverse e avessero addirittura strutture differenti uno dall'altro. Pensate, ad esempio, a quei processi che sono in comune tra i due sistemi: progettandoli in base a logiche diverse non si farebbe altro che aggiungere complessità a un sistema che potrebbe essere notevolmente semplificato.

Avere, invece, un unico sistema capace di soddisfare i requisiti di entrambe le norme, facilita la sua gestione e aiuta a coordinarne le singole attività.

Se scorriamo velocemente i testi delle nuove ISO 9001 e ISO 14001, vediamo che ci sono molti requisiti comuni specialmente ora che entrambi gli standard sono allineati con l'Annex SL. Del resto, uno degli obiettivi che stavano alla base dell'idea di aggiornare le due norme era proprio quello di facilitarne l'integrazione.

Il vantaggio principale di aderire alla stessa struttura è che i due documenti presentano i requisiti che sono uguali identificandoli con lo stesso numero.
Abbiamo ad esempio:

  • il capitolo 4 - "Contesto dell'organizzazione": contiene gli stessi requisiti per entrambe le norme ma nella ISO 9001:2015 ci si riferisce alla Qualità mentre nella ISO 14001:2015 si fa riferimento all'Ambiente;
  • il capitolo 5 - "Leadership": la maggioranza dei requisiti sono uguali. Cambiano solamente quelli che si riferiscono alle politiche. Troviamo un'enfasi maggiore nella ISO 9001 per ciò che riguarda il focalizzarsi sui clienti;
  • il capitolo 6 - "Pianificazione": la ISO 14001:2015 ha dei requisiti aggiuntivi rispetto alla 9001:2015 che si riferiscono agli aspetti ambientali.
    I requisiti relativi agli obiettivi sono, invece, gli stessi solo che la ISO 9001 si riferisce alla Qualità mentre la ISO 14001 si riferisce all'Ambiente;
  • il capitolo 7 - "Supporto": i requisiti sono gli stessi per entrambe le norme;
  • il capitolo 8 - "Attività operative": entrambi gli standard richiedono che l'organizzazione che li adotta progetti e utilizzi controlli delle attività per i processi ma - ancora una volta - la ISO 9001 fa riferimento alla Qualità mentre la ISO 14001 si concentra sull'Ambiente.
    La 14001 ha requisiti aggiuntivi che servono per essere pronti ad affrontare un'emergenza di tipo ambientale;
  • il capitolo 9 - "Valutazione delle prestazioni": ancora una volta abbiamo gli stessi requisiti ma prospettive diverse.
    La ISO 9001 ha requisiti in più che si concentrano sulla misurazione e sul monitoraggio della soddisfazione del cliente;
  • il capitolo 10 - "Miglioramento": i requisiti sono ancora una volta gli stessi

Da dove partire per implementare o integrare i processi delle due norme dipende dalla situazione in cui si trova la vostra organizzazione che può trovarsi ad implementare gli standard per la prima volta, oppure può averne già implementato uno e desiderare di implementare anche il secondo o - ancora - può averli già implementati entrambi ma desiderare ora di integrarli all'interno di un unico sistema.
Ci sono, poi, ulteriori complicazioni perché potremmo avere anche la situazione in cui si è implementata la versione "vecchia" di una norma o di entrambi gli standard e si voglia ora procedere con l'aggiornamento 2015.

Determinato, dunque, da dove partite, definite come procedere. Ad esempio potreste voler fare prima un'integrazione dei due standard e solamente dopo procedere con il loro aggiornamento. Noi non ve lo consigliamo ma è sicuramente una strada che potreste percorrere.

La cosa certa è che dovrete implementare contemporanemanete le due norme seguendo il ciclo PDCA come avete già visto nella spiegazione dei singoli requisiti della nuova ISO 9001:2015.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

(Seconda parte)

PER SAPERNE DI PIU':

Risorse gratuite sulla nuova ISO 9001:2015 (in calce alla pagina)


cerca nel sito