IL PARAGRAFO 10.2 DELLA NUOVA
ISO 9001:2015 - NON CONFORMITA' E AZIONI
CORRETTIVE

Staff di QualitiAmo

Continuiamo il nostro viaggio ragionato e commentato all'interno dei singoli punti e paragrafi della nuova ISO 9001:2015

iso-9001-2015-10-2-non-conformita-azioni-correttive

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il paragrafo 10.2 "Non conformità e azioni correttive" della ISO 9001:2015 corrisponde ai punti 8.3 "Tenuta sotto controllo dei prodotti non conformi" e 8.5.2 "Azioni correttive" della ISO 9001:2008 ma, se torniamo indietro ancora nel tempo, vediamo che i concetti di non conformità e azione correttiva fanno parte DA SEMPRE della ISO 9001. Le organizzazioni che gestiscono già al meglio un processo per la gestione delle non conformità, quindi, troveranno ben poco di nuovo nell'aggiornamento della norma relativamente a questo argomento.

La ISO 9001:2015 enfatizza la progettazione di processi proattivi e a prova di errore, capaci di prevenire i problemi. Limitarsi a risolverli dopo che si sono verificati, infatti, non è un percorso così intelligente. A questo proposito, iuovo standard caldeggia una buona pianificazione del sistema qualità come la migliore delle azioni preventive possibili.

Il processo relativo alle azioni correttive si preoccupa di indagare sulle problematiche che possono insorgere all'interno di un'organizzazione e, per questo motivo, è uno dei processi più importanti dell'intero sistema di gestione dal punto di vista manageriale perché un'organizzazione che non sia in grado di affrontare e risolvere i suoi problemi non è destinata a durare a lungo.

Un processo di questo tipo che sia ben progettato dovrebbe essere in grado di coordinare diverse attività quali:

  • gestire le consguenze di una non conformità;
  • avviare azioni per controllare la non conformità;
  • determinare le cause della non conformità;
  • determinare se esistano non conformità simili a quella che si stanno esaminando;
  • avviare le azioni decise;
  • verificare l'efficacia delel azioni intraprese;
  • avviare i necessari cambiamenti al sistema qualità

Le non conformità possono essere relative ad aspetti diversi del sistema come ad esempio:

  • i reclami della clientela;
  • le difettosità e gli errori interni;
  • le inefficienze di processo;
  • le problematiche legate alle forniture;
  • le non conformità evidenziate in sede di audit di prima, seconda e terza parte;
  • i resi;
  • gli incidenti;
  • le problematiche ambientali;
  • i ritardi;
  • l'aumento dei costi;
  • l'incapacità di raggiungere gli obiettivi;
  • ecc.

Ogni attività, processo, prodotto o servizio incapace di soddisfare i requisiti di riferimento è una non conformità e, per questo, potenzialmente soggetto a un percorso che lo porterà verso un'azione correttiva dato che le azioni correttive sarebbero la logica conseguenza delle non conformità.

Un'azione correttiva potrebbe essere vista come un sistema ingegnoso per suddividere una problematica in tante piccole parti che possano essere facilmente affrontate e risolte, una sorta di project management estremamente elementare.

Prestate attenzione al fatto che la norma non ci obbliga ad avviare un'azione correttiva ogni volta che si verifica una non conformità. Saremo noi, di volta in volta, a dover valutare se sia o meno il caso di procedere in un modo oppure nell'altro, considerando costi e benefici delle diverse strade che potremmo intraprendere.
La ISO 9001:2015, infatti, ci mette davanti a due fattori da prendere in considerazione:

  • avviare controllo e correzione
  • affrontare le conseguenze della non conformità

Il momento decisionale legato all'azione correttiva sta tutto nel secondo fattore: analizzzati rischi e opportunità, decideremo quali conseguenze siamo disposti a subire anche qualora decidessimo di non avviare un'azione correttiva ma, semplicemente, di risolvere la singola problematica senza indagare le cause che l'hanno scatenata e tentare di risolverle in via definitiva.
Scegliere di non avviare un'azione correttiva, ovviamente, può essere estremamente pericoloso ma è ovvio che nessuna organizzazione possa permettersi di eliminare QUALSIASI causa di non conformità, soprattutto se stiamo parlando di problematiche minori che hanno un impatto bassissimo sull'organizzazione e che, per la loro eliminazione definitiva, richiederebbero un investimento di risorse superiore ai vantaggi che si otterrebbero da questo impegno massiccio.

Qualora decidessimo di optare per l'azione correttiva, la norma ci richiede di adottarne una che sia in linea con gli effetti prodotti dalla non conformità sulla quale dobbiamo intervenire. Questo significa che problematiche gravi necessitano di grandi interventi, spesso anche di tipo strutturale, mentre piccoli problemi necessitano di risoluzioni semplici. Questa impostazione, ovviamente, permette ad ogni singola organizzazione di indirizzare le proprie risorse là dove serve.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Relativamente all'azione correttiva, assicuratevi che tutti all'interno della vostra organizzazione conoscano la differenza tra il semplice "trattamento della non conformità" (tamponamento immediato della problematica e sua risoluzione) e "azione correttiva" (eliminazione delle cause che hanno generato il problema).

(Seconda parte)

PER SAPERNE DI PIU':

La nuova ISO 9001:2015
Il capitolo zero della nuova Iso 9001:2015
Il capitolo uno della nuova Iso 9001:2015 - Lo scopo della norma
I capitoli due e tre della nuova Iso 9001:2015 - Requisiti normativi e terminologia
Il capitolo quattro della nuova Iso 9001:2015 - Il contesto dell'organizzazione
Paragrafo 4.1 della nuova Iso 9001:2015 - Capire l'organizzazione e il suo contesto
Paragrafo 4.2 della nuova Iso 9001:2015 - Capire le necessità e le aspettative della parti interessate
Paragrafo 4.3 della nuova Iso 9001:2015 - Determinare lo scopo del Sistema di gestione della Qualità
Paragrafo 4.4 della nuova Iso 9001:2015 - Sistema di gestione per la Qualità e relativi processi
Capitolo 5 della nuova Iso 9001:2015 - Leadership
Paragrafo 5.1 della nuova Iso 9001:2015 - Leadership e impegno

Paragrafo 5.1 della nuova Iso 9001:2015 - Leadership e impegno



cerca nel sito