Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Soddisfazione sul lavoro pre e post Covid

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussioni, pensieri e consigli
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
desmoluka
Amico/a di QualitiAmo


Registrato: 21/04/08 12:10
Messaggi: 132

MessaggioInviato: Mer Dic 23, 2020 12:20 pm    Oggetto: Soddisfazione sul lavoro pre e post Covid Rispondi citando

Ciao a tutti,

Prendendo spunto da un post precedente, stavo riflettendo su come ha influenzato l'ambiente lavorativo questo 2020. Mi sono venute in mente alcune domande alle quali sarebbe interessante rispondere con un "prima" e un "dopo". Ad es.

- Quanti di voi si svegliano con entusiasmo e determinazione per affrontare un nuovo giorno di lavoro?
- Quanti di voi si sentono davvero liberi di esprimersi al meglio con colleghi e superiori?
- Se doveste indicare su una scala da 1 a 10 la vs spontaneità a lavoro che punteggio dareste?
- Come è cambiata la considerazione che avete dei vs superiori/dirigenti rispetto all'approccio che hanno avuto sulla gestione del covid?
- Quanti di voi hanno cercato un nuovo lavoro?
- Quanto turn over c'è stato nella vs azienda?
- Come è stata rimpiazzata la "cena/buffet" di auguri di fine anno?
- Come è stato commentato il 2020 dal vs management e cosa è stato detto per il nuovo anno?

Sono alcune delle domande che mi sono venute in mente, ce ne sarebbero molte altre. Sarebbe simpatico proporre un survey anonimo nelle aziende...
Auguri di cuore a tutti!
_________________
lucadromico
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Good_quality
Nuova recluta del forum


Registrato: 25/01/21 10:58
Messaggi: 15
Residenza: Mantova

MessaggioInviato: Lun Mar 01, 2021 7:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Parto io! primo perchè...sono di fatto la prima Very Happy Secondo perchè adoro i sondaggi, terzo ma non meno importante: credo fermamente che i sondaggi, utilizzati bene possano avere un giusto utilizzo e un giusto ritorno.

Faccio una premessa: il lockdown mi ha cambiato molto, mentalmente e in meglio dal mio punto di vista, quindi ne ho tratto beneficio. Idem anche dal punto di vista lavorativo, in quanto ho potuto rendermi conto di quanto soffrissi nel mio luogo di lavoro e di quanti problemi avessi. Quindi cercherò comunque di rispondere oggettivamente senza lasciarmi influenzare da questa conseguenza:


- Quanti di voi si svegliano con entusiasmo e determinazione per affrontare un nuovo giorno di lavoro?
Amo lavorare e amo fare fatica, mi darai della pazza, ma è così. Sono gli stimoli esterni e l'ambiente in cui lavoro che uccide questa mia voglia di fare. Il prima era pari al dopo, la determinazione c'è ma è bloccata. Mi ha salvato lo smart working.

- Quanti di voi si sentono davvero liberi di esprimersi al meglio con colleghi e superiori?
Prima, vuoi l'inesperienza ( e di strada devo farne ancora) e vuoi che mi lasciavo andar bene tutto, stavo più zitta. Dopo, il lockdown mi ha calmato, in generale e ora esprimo in maniera diplomatica, senza rancore e senza rabbia quello che non mi piace, colleghi, superiori e chiunque sia.

- Se doveste indicare su una scala da 1 a 10 la vs spontaneità a lavoro che punteggio dareste?

Prima: 6.5
Dopo: 9



- Come è cambiata la considerazione che avete dei vs superiori/dirigenti rispetto all'approccio che hanno avuto sulla gestione del covid?
è cambiata, non posso negarlo. Il Covid ha anche insegnato che ognuno di noi ha esigenze e soprattutto necessità diverse e che tutto va rispettato, purchè sia sempre in base al rispetto della salute dei propri collaboratori. A volte questo rispetto non è stato.....rispettato dubita11

- Quanti di voi hanno cercato un nuovo lavoro?
Non per il Covid, ma per crescita professionale. Questa ricerca è sempre attiva.

- Quanto turn over c'è stato nella vs azienda?
Parecchio. E per varie motivazioni.

- Come è stata rimpiazzata la "cena/buffet" di auguri di fine anno?
Una mail.

- Come è stato commentato il 2020 dal vs management e cosa è stato detto per il nuovo anno?
Commentato al netto di quello che si è avuto, per il nuovo anno ci è stato chiesto di impegnarci di più e di avere maggiore attenzione per il nostro lavoro.
_________________
"La Qualità significa fare le cose bene quando nessuno ti sta guardando." - Henry Ford
Top
Profilo Invia messaggio privato
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 18:37
Messaggi: 26583

MessaggioInviato: Mar Mar 02, 2021 9:52 am    Oggetto: Rispondi citando

desmoluka ha scritto:
- Quanti di voi si svegliano con entusiasmo e determinazione per affrontare un nuovo giorno di lavoro?


A me succede ma non sono dipendente, quindi non so se valga...

desmoluka ha scritto:
- Quanti di voi si sentono davvero liberi di esprimersi al meglio con colleghi e superiori?


L'ho sempre fatto e apprezzo chi fa lo stesso con me. Credo sia la base per avere rapporti che abbiano un qualche senso dal punto di vista professionale e umano.

desmoluka ha scritto:
- Se doveste indicare su una scala da 1 a 10 la vs spontaneità a lavoro che punteggio dareste?


Beh, dipende dalla definizione di "spontaneità". Un conto è la spontaneità in un ambiente di lavoro, un altro è in un gruppo di amici ma quello mi pare ovvio. Diciamo un prudente 5. Se poi specifichi meglio ciò che intendi, posso cambiare valore.

Al resto non posso rispondere perché non ho superiori. Wink

Good_quality ha scritto:
Faccio una premessa: il lockdown mi ha cambiato molto, mentalmente e in meglio dal mio punto di vista, quindi ne ho tratto beneficio. Idem anche dal punto di vista lavorativo, in quanto ho potuto rendermi conto di quanto soffrissi nel mio luogo di lavoro e di quanti problemi avessi.


Io credo che ognuno abbia tratto da questa esperienza quello che era pronto a trarne, soprattutto in base ai tratti caratteriali e alle esperienze fatte precedentemente.

Qualche tempo fa mi sono trovata a parlarne con una persona che fa un lavoro completamente diverso dal mio ed ero preparata a sentire l'ennesima testimonianza di tutto ciò che di negativo ci aveva "regalato" questo periodo, invece ho trovato tanti punti comuni su ciò che di positivo si può trarre anche da un periodo così nero. Sono sempre stata convinta che siano le esperienze negative a far crescere e maturare le persone, più di quelle positive poi, certo, dipende da quello che ognuno vuole tirare fuori da ciò che stiamo vivendo.

Good_quality ha scritto:
Il Covid ha anche insegnato che ognuno di noi ha esigenze e soprattutto necessità diverse e che tutto va rispettato, purchè sia sempre in base al rispetto della salute dei propri collaboratori.


Sono d'accordo. Un conto è capire chi è diverso da noi nelle sue reazioni a un periodo del genere, un altro è avallare certi comportamenti che non sono rispettosi delle regole e della salute del prossimo.
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo

ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL NUOVO TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA FUTURA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO



HAI DATO UN'OCCHIATA AL REGOLAMENTO DEL FORUM PRIMA DI SCRIVERE IL TUO MESSAGGIO?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 10263

MessaggioInviato: Mar Mar 02, 2021 10:57 am    Oggetto: Re: Soddisfazione sul lavoro pre e post Covid Rispondi citando

Sono domande interessanti ma che si applicano poco alla mia situazione perchè sono diventato consulente da tre anni e per me è cambiato quasi tutto. Rispondo per come sono ora, considerate però che tre anni fa avrei risposto esattamente il contrario di ciò che dirò ora.



desmoluka ha scritto:

- Quanti di voi si svegliano con entusiasmo e determinazione per affrontare un nuovo giorno di lavoro?


Spesso, ma ci sono alcuni clienti da cui vado solo per fare il fatturato. In quei giorni l'entusiasmo viene meno e rimane solo la necessità.


desmoluka ha scritto:

- Quanti di voi si sentono davvero liberi di esprimersi al meglio con colleghi e superiori?


Con i colleghi mi sono sempre sentito libero, prima e dopo essere diventato consulente. A volte l'ho pagata ma in generale non è una scelta che rimpiango.
Con i superiori mai: prima per frustrazione e mancato ascolto, poi per diplomazia, alla direzione bisogna sempre parlare collegando il cervello e cercando di ottenere sempre il massimo del risultato con il minor numero di effetti controproducenti possibile.


desmoluka ha scritto:

- Se doveste indicare su una scala da 1 a 10 la vs spontaneità a lavoro che punteggio dareste?


Con i colleghi 8, ma dipende dal collega. Con la direzione 5, ma dipende dalla direzione.


desmoluka ha scritto:

- Come è cambiata la considerazione che avete dei vs superiori/dirigenti rispetto all'approccio che hanno avuto sulla gestione del covid?


Ovunque in peggio. Nonostante ci sia stato un generale adeguamento ai dettami dei dpcm (e meno male!) anche in questi casi si è giocato al ribasso, adottando il minor numero di regole possibili, evitando i costi e facendo di tutto solo per non avere la multa ma pagando il meno possibile.
Ho visto dei casi limite, di cui non posso parlare, ma che fanno rabbrividire.


desmoluka ha scritto:

- Quanto turn over c'è stato nella vs azienda?


Bassissimo solo per il blocco dei licenziamenti


desmoluka ha scritto:

- Come è stata rimpiazzata la "cena/buffet" di auguri di fine anno?


Non va più neanche di moda ormai. Sono pure semi serio, nel senso che sono molti di più gli ambienti di lavoro che conosco in cui i dipendenti si lancerebbero un coltello nella schiena piuttosto che uscire a bere una birra assieme.

desmoluka ha scritto:

- Come è stato commentato il 2020 dal vs management e cosa è stato detto per il nuovo anno?


Su questo aspetto i commenti sono stati i più disparati perchè i settori che seguo sono molto diversi: si passa da chi sta rischiando la chiusura a chi ha fatturato il 50% in più del 2019... Non potrei rispondere con una sola frase.
_________________
Konsulente Kualità
Top
Profilo Invia messaggio privato
Slender Man
M.A.S.P.


Registrato: 20/04/12 14:28
Messaggi: 3220

MessaggioInviato: Mer Mar 03, 2021 10:20 am    Oggetto: Re: Soddisfazione sul lavoro pre e post Covid Rispondi citando

desmoluka ha scritto:
Ciao a tutti,

Prendendo spunto da un post precedente, stavo riflettendo su come ha influenzato l'ambiente lavorativo questo 2020. Mi sono venute in mente alcune domande alle quali sarebbe interessante rispondere con un "prima" e un "dopo"


OK, procedo.

- Quanti di voi si svegliano con entusiasmo e determinazione per affrontare un nuovo giorno di lavoro?
Il nuovo giorno, sempre. Poi - a seconda della fase d'onda della soddisfazione "lavorativa" - il giorno sarà più o meno riempito di questo lavoro, o di quell'altro. Ho la fortuna di non aver mai fatto un solo lavoro in vita mia.
Questo non è cambiato tra prima e dopo.

- Quanti di voi si sentono davvero liberi di esprimersi al meglio con colleghi e superiori?
Libero nel senso che se lo faccio mi assumo le responsabilità che ne derivano, certamente si' - e anche questo non è cambiato tra prima e dopo

- Se doveste indicare su una scala da 1 a 10 la vs spontaneità a lavoro che punteggio dareste?
Non capisco la domanda. Devo produrre un risultato, faccio quello che serve, nel modo che serve, coi toni e l'attitudine che serve.
Lo faccio perché mi pagano. Non mi pagassero, starei spontaneamente al parco, o a letto, o al bar in compagnia più interessante.

- Come è cambiata la considerazione che avete dei vs superiori/dirigenti rispetto all'approccio che hanno avuto sulla gestione del covid?
E' rimasta la stessa. Ne conoscevo pregi e difetti.

- Quanti di voi hanno cercato un nuovo lavoro?
Io mi considero sul mercato da quando ho coscienza del valore di quello che faccio. Essere sul mercato non significa "cercare un nuovo lavoro", pero' per come ragiono io ogni giorno devo trovare delle ragioni per venire in ufficio, se non ne trovo mi guardo in giro.

- Quanto turn over c'è stato nella vs azienda?
Molto poco. Soprattutto i più lamentosi hanno culi di marmo.

- Come è stata rimpiazzata la "cena/buffet" di auguri di fine anno?
Non so,mai andato alle cene di auguri, le faccio con amici e familiari. Han dato un pandoro, che ho regalato il giorno dopo.

- Come è stato commentato il 2020 dal vs management e cosa è stato detto per il nuovo anno?
Abbiamo retto la botta. Vediamo.
_________________
"It's my way, or the highway." (James Dalton, Esq.)
"Manly hearts to guard the fair" (Job Description)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussioni, pensieri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it