Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Come trovare le "corde" giuste per la Direzione?

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La Qualità applicata
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
kridian91
Nuova recluta del forum


Registrato: 08/07/20 10:34
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Gio Nov 11, 2021 8:48 pm    Oggetto: Come trovare le "corde" giuste per la Direzione? Rispondi citando

Come trovare i dati o le statistiche giuste che possano permettere alla Direzione di comprendere al meglio quali e quanti sforzi fare assumendo e/o formando il personale necessario a fare funzionare meglio l'azienda?

I Il titolare, vuoi per suo carattere o vuoi per altro, è solito non prendere posizioni ben decise sul come risolvere situazioni castranti e prima di dare l'ok per soluzioni proposte si fa prima a chiedere consenso al papa.

C'è speranza? Come?
Top
Profilo Invia messaggio privato
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 17:37
Messaggi: 26359

MessaggioInviato: Lun Nov 15, 2021 6:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

kridian91 ha scritto:
Come trovare i dati o le statistiche giuste che possano permettere alla Direzione di comprendere al meglio quali e quanti sforzi fare assumendo e/o formando il personale necessario a fare funzionare meglio l'azienda?


Non ci sono dati o statistiche giusti in assoluto. Bisogna vedere ciò che non funziona nella vostra azienda e questo potete saperlo solamente voi. Se hai maturato l'idea che qualcosa non funzioni, ti sarai basato su dati, giusto? Perché non parti da quelli? In generale, comunque, è bene parlare la "lingua dei soldi", cioè far capire alla Direzione come si potrebbe risparmiare eliminando scarti, rilavorazioni, colli di bottiglia, problematiche varie, ecc.
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo


ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA NUOVA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
dario
Enigmatico sorridente


Registrato: 27/11/07 15:30
Messaggi: 3632

MessaggioInviato: Gio Nov 18, 2021 8:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao, la domanda che poni è talmente generica che è impossibile dare suggerimenti concreti. Un po' come chiedere proposte per migliorare situazioni problematiche...
Se riesci a darci situazioni concrete è possibile portare esperienze, piste di sviluppo di strategie ecc.
Restando sul generico, parli di dati... Tantissimi dati, in primis quelli finanziari sono una buona base di partenza, considerando che parli col boss, che sempre è sensibile agli indicatori di business...
Ma ci sono altri, tantissimi set di dati sulla qualità che sono preziosissimi per decidere.
Dai, noi ci siamo Smile
A presto.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
kridian91
Nuova recluta del forum


Registrato: 08/07/20 10:34
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Sab Nov 27, 2021 6:36 am    Oggetto: Rispondi citando

Cercherò di specificare qualche info in più.

Il settore nel quale operiamo è stampaggio plastico (se può essere utile ad inquadrare il contesto), l'azienda è divisa letteralmente e logisticamente in 2 parti: una parte dove avviene lo stampaggio e quindi la produzione dei pezzi e una parte dove avviene l'assemblaggio e montaggio di quanto prodotto unito a qualche articolo acquistato direttamente da fornitori esterni (per esempio teste, ghiere e attrezzature idrauliche di ottone o acciaio inox).

Il reparto montaggio risulta essere in tutto e per tutto uno stato indipendente a parte per come è gestito, per l'armonia e affiatamento tra i lavoratori del reparto e per la produttività.

Il reparto stampaggio invece, vuoi per maggiori complessità da affrontare, vuoi per inesperienza, vuoi per cattiva gestione, è perennemente un marasma diffuso. Su 13 presse, quando è un giorno proficuo ne funzionano 6 per tutte le 16 ore lavorative giornaliere.
Molte cose sono gestite in stile industria anni 80/90, a livello tecnologico e di snellimento siamo indietrissimo e il personale non fa che aumentare i già presenti handicap.

Con l'anno nuovo ci sarà una fusione con un'azienda che faceva già parte del gruppo di consociate delle quali facciamo parte.
Tutto questo mi fa ben sperare in quanto l'altra azienda è un'azienda più "fresca" dinamica e che ha già investito molto su nuove tecnologie per rilanciarsi.

È un po' più chiara la situazione?
Top
Profilo Invia messaggio privato
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 17:37
Messaggi: 26359

MessaggioInviato: Lun Nov 29, 2021 8:49 am    Oggetto: Rispondi citando

Ok, quindi abbiamo una parte di azienda che sembra funzionare bene e l'altra meno.

Tira fuori gli indicatori che contano in modo da presentare il problema in maniera oggettiva, cerca di individuare le cause delle inefficienze facendo un'analisi approfondita, eventualmente fai un confronto (se è fattibile e se ha un senso) tra ciò che viene investito in una parte di azienda e ciò che se ne ricava e ciò che succede, invece, nell'altra.

Queste le prime tre cose che mi sono venute in mente al volo leggendo quello che hai scritto...

Sotto a chi tocca! Wink
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo


ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA NUOVA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
dario
Enigmatico sorridente


Registrato: 27/11/07 15:30
Messaggi: 3632

MessaggioInviato: Lun Nov 29, 2021 10:40 am    Oggetto: Rispondi citando

QualitiAmo - Stefania ha scritto:
Ok, quindi abbiamo una parte di azienda che sembra funzionare bene e l'altra meno.

Tira fuori gli indicatori che contano in modo da presentare il problema in maniera oggettiva, cerca di individuare le cause delle inefficienze facendo un'analisi approfondita, eventualmente fai un confronto (se è fattibile e se ha un senso) tra ciò che viene investito in una parte di azienda e ciò che se ne ricava e ciò che succede, invece, nell'altra.

Queste le prime tre cose che mi sono venute in mente al volo leggendo quello che hai scritto...

Sotto a chi tocca! Wink


Oltre a quanto suggerito da Stefania, potrebbe essere utile partire da più lontano, iniziando a mettere a confronto i due sistemi di gestione, per identificare dove sono troppo lontani. Una buona SWOT può aiutare a capire i veri punti da potenziare per le due organizzazioni.
Se gli obiettivi strategici sono divergenti trovi un primo problema.
Se gli indicatori che raccogliete sono strutturati in modi diversi, il confronto è difficile e forse poco utile. Capi9ta di scoprire che uno misura mele, uno pere e poi vogliono confrontare i dati. Frutta è frutta, ma se cerchi mele che maturano in agosto e le confronti con pere che maturano a ottobre, rischi di investire tempo e soldi per concludere poco.
Altra via è di confrontare i processi e trovare le interfacce visto che una è cliente/fornitore dell'altra.
Altro tema, la leadership delle due aziende.
Altro tema, la contrattualistica. Come sono regolate contrattualmente le interdipendenze?
Bella sfida.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 10087

MessaggioInviato: Lun Nov 29, 2021 10:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Di solito le sensazioni di chi vive l'azienda dall'interno (e segue la qualità) sono corrette quindi riparto dalla tua domanda iniziale per sviscerare l'argomento.


kridian91 ha scritto:
Come trovare i dati o le statistiche giuste che possano permettere alla Direzione di comprendere al meglio quali e quanti sforzi fare assumendo e/o formando il personale necessario a fare funzionare meglio l'azienda?

I Il titolare, vuoi per suo carattere o vuoi per altro, è solito non prendere posizioni ben decise sul come risolvere situazioni castranti e prima di dare l'ok per soluzioni proposte si fa prima a chiedere consenso al papa.

C'è speranza? Come?



Quindi, leggendo il tuo primo post, la tua sensazione è che la causa prima dei problemi che poi hai illustrato, risieda principalmente nella carenza di personale o nella formazione dello stesso.

Prendendo spunto da chi mi ha preceduto, prova a stimare i costi di intervento che tu hai individuato come essenziali e, al contempo, i risparmi economici che deriverebbero dall'agire secondo il tuo suggerimento.
Se assumendo/formando spendi X e ottieni produttivamente un risparmio di X+Y nel tempo T, ecco che potresti andare dati alla mano dal tuo titolare e convincerlo a investire.

Al 99% sono questi i conti che fa un titolare, dell'ambiente di lavoro in produzione di solito gli importa poco...
_________________
Una persona è matura: la gente è un animale ottuso, pauroso e pericoloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La Qualità applicata Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it