Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tutte le discussioni sulla ISO9001:2008
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La nuova ISO 9001:2015 e versioni precedenti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Paoloruffatti
Yoda


Registrato: 26/07/08 10:05
Messaggi: 4057
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Lug 21, 2015 8:13 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao KK,
adesso con la nuova norma in arrivo diventerai matto, ma ti aspetta un lavoraccio [così impari a stare lontano tutto 'sto tempo!!], anche perchè la norma stessa ci dice di non fare niente secondo i punti norma (che sono diventati 10, come il decalogo e relative tavole di Mosè) ed è uguale per tutte le norme che sono in revisione (è l'high level structure contemplata nell'Annexe SL).
Se vuoi ci sentiamo o senti Stefania per re-impostare tutto il tuo lavoraccio.
Ciao
Paolo
_________________
Ing. Paolo Ruffatti
Consulente di Organizzazione Aziendale... ora in pensione
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Paoloruffatti
Yoda


Registrato: 26/07/08 10:05
Messaggi: 4057
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Mer Apr 27, 2016 11:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Mi pare interessante riprendere da qui le cose da dire sulla nuova norma che Stefania ci sta illustrando molto sapientemente articolo per articolo, cioè con gli articoli di fondo che ci invia per riflettere sul dettaglio della nuova norma.
Cominci io dal cap 6 sulla pianificazione e quindi sui rischi che ogni cambiamento comporta.
Forse è sfuggito a molti che la norma chiede innazinìtutto di individuare i rischi e misurarli non più genericamente da affrontare visceralmente (col "fiuto " imprenditoriale), ma dargli un PESO ad ogni rischio per poter dire quali sono quelli da aggredire subito e quali si possono correre scientemente, così come stanno, o almeno mitigarli con azioni da pianificare e poi "fare".
Cosa cè di meglio che percorrere tutte le fasi che si trovano nella mappatura?
Dicevo infatti ieri che in un processo di attraversamento ci sono da considerare i rischi che ci possono essere in ogni fase del processo, e sottolineavo che in un processo ci possono essere rischi altissimi in una delle fasi e zero assoluto in una fase anche contigua. Proprio per questo la pianificazione deve essere "Attenta" e ben fatta.

...aggiungo che mi viene anche da ridere forte pensando ai recalcitranti imprenditori che si mettono lì a pianficare!....... e a fare la dichiarazione e poi a riprendere in mano l'azienda come descritto nel 4.1, 4,2 ed in tutto il capitolo 5!! ...mi sa che anche stavolta l'RGQ sarà "resuscitato" per scrivere quattro vaccate per far contento l'ispettore e NON per far cambiare la testa a tanti imprenditori delle banane!
Ciao
_________________
Ing. Paolo Ruffatti
Consulente di Organizzazione Aziendale... ora in pensione
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La nuova ISO 9001:2015 e versioni precedenti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it