Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Quali azioni correttive e preventive per questa NC.
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Gli strumenti per gestire la Qualità
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
simone
Nuova recluta del forum


Registrato: 06/04/17 10:23
Messaggi: 6
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 10:34 am    Oggetto: Quali azioni correttive e preventive per questa NC. Rispondi citando

Ciao a tutti e spero di essere nella sezione giusta.
Ho appena ricevuto un NC da un cliente per il ritrovamento di un pezzo non lavorato nel contenitore dei pezzi lavorati.
Ora, purtroppo la nostra azienda non ha molti strumenti e l'ordine non regna sovrano e nonostante durante la lavorazione di questi pezzi ci sia un certo criterio e ordine, contro l'errore umano non riusciamo a trovare una soluzione.
Il cliente oltre alla selezione 100% del prossimo materiale, mi richiede, giustamente, un'analisi delle cause (e già lì cosa gli posso dire?) e le eventuali azioni correttive.
Purtroppo questo è stato palesemente una distrazione dell'operatore, siamo una piccola officina con una montagna di lavoro e pochi dipendenti.
In base alla vostra esperienza, come potrei gestire la cosa? Grazie mille a tutti.
Simone
Top
Profilo Invia messaggio privato
#34
Veg-Quality


Registrato: 20/12/11 16:09
Messaggi: 4063
Residenza: Sotto al Monte Grappa

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 10:44 am    Oggetto: Rispondi citando

Di che numeri stiamo parlando ?
_________________
In Lak'Ech !

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 18:37
Messaggi: 24516

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 10:47 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao, ti sposto nella sezione "Gli strumenti della Qualità" perché mi sembra la più adatta.

Per inquadrare meglio il problema, poi, ci dici quante "distrazioni" capitano all'anno, se riguardano una o più persone, quali problemi vi hanno creato con la clientela, di che pezzi si tratta, quali controlli avete impostato, ecc., ecc.?

Ti rimando a questa discussione per capire di cosa sto parlando.
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo

ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL NUOVO TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA FUTURA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO



HAI DATO UN'OCCHIATA AL REGOLAMENTO DEL FORUM PRIMA DI SCRIVERE IL TUO MESSAGGIO?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
simone
Nuova recluta del forum


Registrato: 06/04/17 10:23
Messaggi: 6
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 11:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Questo prodotto ha quantitativi in generali importanti, ma nello specifico il contenitore contiene 330 pezzi, si tratta di pezzi in alluminio pressofusi a cui non facciamo un lavoro di foratura su CNC.
Abbiamo una carta di controllo per la verifica dei Ø dei fori, l'operatore carica i pezzi in macchina prendendoli dal conteniotre dei grezzi alla sua dx e quando la maccahina ha finito li scarica nel conentiroe alla sua sx, appoggiandoli prima su un tavolo per la soffiatura.
Da gennaio siamo a quota 2 NC per lo stesso motivo per 2 articoli differenti.
Avendo poco personale sullo stesso contenitore arrivano a lavorare 3 persone differenti e straniere con forti problemi di comprensione.
Con la prima non abbiamo trovato soluzioni pratiche, se non la sensibilizzazione del personale, in quanto il processo non aveva falle.
A mio avviso il problema vero è proprio è la tensione e le condizioni di lavoro pressante che gli operatori hanno da parte del responsabile di produzione, che purtroppo è anche il titolare.
Io posso fare poco su questo, perchè quello che propongo ovviamente rallenta i numeri anche se ridurrebbe notevolmente il rischio.
Quindi ho un imbuto, tutte idee buone che però vengono strozzate.

Grazie per il link, ho letto la discussione, pienamente d'accordo su tante opinioni, ma purtroppo quà ho le mani molto legate.
Mi rimane la sensibilizzazione degli operatori e le creazione di un'istruzione dove si specifica di verificare l'avvenuta lavorazione durante l'operazione di soffiatura.
Voi che ne dite?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Portello
Qualfista


Registrato: 29/09/09 15:03
Messaggi: 1577
Residenza: Barcellona

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 11:23 am    Oggetto: Rispondi citando

Puoi "investire" in 2 scatole:
Una dove l'operatore mette i pezzi lavorati.
L'altra dove l'operatore mette i pezzi di scarto.

Fai una istruzione di lavoro dove scrivi che i pezzi possono stare solo in 3 posti:

1) nel cassone dei grezzi
2) nella scatola dei pezzi lavorati.
3) nella scatola dei pezzi scarto.

Laddove l'operatore trovi o lasci un pezzo in altra posizione DEVE buttarlo nella seconda scatola contrassegnata con cartello rosso (o in plastica rossa).

A fine turno l'operatore smista i pezzi della scatola rossa destinandoli nel cassone dei lavorati, dei grezzi o del rottame. Dati i numeri potresti addirittura indicare di buttarli nel rottame ed elimini ogni possibilità di errore.

Sorveglia l'applicazione della procedura verificando che non ci siano pezzi in giro (se devi fornire dei campioni fai che siano riconoscibili, per esempio li pitturi di giallo)
_________________
Portello
Più è semplice, meglio è
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
simone
Nuova recluta del forum


Registrato: 06/04/17 10:23
Messaggi: 6
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 11:31 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie Portello, questo è già applicato, al di sotto del tavolo si trovano 2 contenitori, giallo e rosso, per pezzi non conformi e pezzi da rottamare, teoricamente ogni pezzo ha la sua collocazione.
Non mi capacito e soprattutto non so giustificare come possa essere finito un pezzo grezzo, conforme ,ma non lavorato ,all'interno dei finiti..
Top
Profilo Invia messaggio privato
sly_1982
Maestro Oogway


Registrato: 24/10/12 08:28
Messaggi: 3374
Residenza: Provincia di Brescia

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 12:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Simone ciao! Wink
Mi veniva in mente una cosa banale come degli imballi sagomati nelle cassette che utilizzate in produzione.
Ad esempio, metti di avere una lavorazione sull'esterno, su pezzi torniti. Viene fresata una parte nella lavorazione in questione, creando una parte piana sull'esterno del pz, ad esempio. Se nelle scatole avessi degli imballi sagomati, lì dentro non potresti inserirli. Attenzione: non sto parlando di imballi da dare al Cliente. Sto parlando di una sorta di dima da tenere in casa per la produzione di questo articolo.
Che ne dici?
_________________
"La libertà più grande che ho guadagnato è quella di non preoccuparmi più di cosa accadrà domani, perchè sono felice di ciò che ho fatto oggi." - E.Snowden
Top
Profilo Invia messaggio privato
Portello
Qualfista


Registrato: 29/09/09 15:03
Messaggi: 1577
Residenza: Barcellona

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 12:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

simone ha scritto:
Grazie Portello, questo è già applicato, al di sotto del tavolo si trovano 2 contenitori, giallo e rosso, per pezzi non conformi e pezzi da rottamare, teoricamente ogni pezzo ha la sua collocazione.
Non mi capacito e soprattutto non so giustificare come possa essere finito un pezzo grezzo, conforme ,ma non lavorato ,all'interno dei finiti..


Surprised
_________________
Portello
Più è semplice, meglio è
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
simone
Nuova recluta del forum


Registrato: 06/04/17 10:23
Messaggi: 6
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 1:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Portello ha scritto:
simone ha scritto:
Grazie Portello, questo è già applicato, al di sotto del tavolo si trovano 2 contenitori, giallo e rosso, per pezzi non conformi e pezzi da rottamare, teoricamente ogni pezzo ha la sua collocazione.
Non mi capacito e soprattutto non so giustificare come possa essere finito un pezzo grezzo, conforme ,ma non lavorato ,all'interno dei finiti..


Surprised


Si, è più o meno l'espressione che ho quando ci penso..
Top
Profilo Invia messaggio privato
simone
Nuova recluta del forum


Registrato: 06/04/17 10:23
Messaggi: 6
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 1:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

sly_1982 ha scritto:
Simone ciao! Wink
Mi veniva in mente una cosa banale come degli imballi sagomati nelle cassette che utilizzate in produzione.
Ad esempio, metti di avere una lavorazione sull'esterno, su pezzi torniti. Viene fresata una parte nella lavorazione in questione, creando una parte piana sull'esterno del pz, ad esempio. Se nelle scatole avessi degli imballi sagomati, lì dentro non potresti inserirli. Attenzione: non sto parlando di imballi da dare al Cliente. Sto parlando di una sorta di dima da tenere in casa per la produzione di questo articolo.
Che ne dici?


Ciao Sly,
purtroppo i pezzi sono collocati alla rinfusa dentro il contenitore e hanno una geometria che non permette dime di facile realizzazione.
L'oggettivazione viene bocciata per i motivi di tempo ciclo di cui sopra, quindi tutto ciò che comporta un aumento di questo tempo viene escluso dal titolare.... dubita11
Top
Profilo Invia messaggio privato
sly_1982
Maestro Oogway


Registrato: 24/10/12 08:28
Messaggi: 3374
Residenza: Provincia di Brescia

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 1:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io capisco molto bene la tua situazione, Simone.
Quasi tutte le "direzioni aziendali" (bada bene che l'ho scritto volutamente virgolettato e in minuscolo) non vogliono "tirare fuori due soldi" per superare un problema, dando sempre la colpa a "quel pirla che lavora che non capisce nulla". In fin dei conti fa sempre comodo avere un colpevole da indicare e un "para***o" (scusa il termine) che si smazzi poi con il Cliente.

Credimi, le soluzioni spesso sono più semplici ed economiche di quanto si creda. Senza doversi inventare doppi controlli o cernite.
Se riuscirai a convertire questa soluzione in beneficio economico (es: il costo del reso, selezione, rilavorazione, etc... nonchè la figuraccia con il Cliente, il tuo tempo perso a correr dietro a dare risposte...) e farlo avere alla tua "direzione", forse capirà che potevano bastare, ad esempio, 50€ di attrezzature in plastica.
_________________
"La libertà più grande che ho guadagnato è quella di non preoccuparmi più di cosa accadrà domani, perchè sono felice di ciò che ho fatto oggi." - E.Snowden
Top
Profilo Invia messaggio privato
sly_1982
Maestro Oogway


Registrato: 24/10/12 08:28
Messaggi: 3374
Residenza: Provincia di Brescia

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 4:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Avrei "partorito" un'altra possibile soluzione, nel caso in cui avete un reparto cernita successivo alle lavorazioni.
Potresti sfruttare i "testimoni di lavorazione" delle bave. Oppure, se non vai a danneggiare qualcosa, applicare ad esempio una "spruzzata" di vernice spray da bomboletta rossa sul foro (le bombolette spray di colore costano circa 3€/cad e ti durano per svariate lavorazioni), prima della lavorazione, così, una volta ripreso il foro, la tua cernita può individuare se si vede l'acciaio sotto oppure il foro non è stato toccato. (Dico bomboletta spray, ma puoi ingegnarti tu a trovare l'alternativa.)
_________________
"La libertà più grande che ho guadagnato è quella di non preoccuparmi più di cosa accadrà domani, perchè sono felice di ciò che ho fatto oggi." - E.Snowden
Top
Profilo Invia messaggio privato
maurorsq
Nuova recluta del forum


Registrato: 04/04/17 12:33
Messaggi: 15

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 10:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Provo a darti un suggerimento anche io..
se ho ben capito, l'operatore per distrazione ha preso un pezzo non lavorato e anziche' metterlo sulla macchina lo ha messo direttamente tra i pezzi finiti..
Una proposta di attivita' potrebbe essere contare preventivamente i pezzi da lavorare (se ne avete, con una bilancia contapezzi, o affidarsi al numero che vi da' chi fa il grezzo) e poi, verificare alla fine della lavorazione i colpi macchina (se la macchina ha un contatore di pezzi lavorati). Se il numero corrisponde, i pezzi sono tutti lavorati. altrimenti fai passare tutti i pezzi.. Se e' una cosa che non accade spessissimo, puoi farlo a fine lotto; se accade spesso o se il conteggio dei pezzi e' veloce, potete farlo piu' spesso. Se la macchina non ha un contapezzi (contacolpi), potresti investire qualche euro in un contatore di pezzi manuale.. Cioe' l'operatore quando mette un pezzo sulla macchina schiaccia un pulsante che fa incrementare il contatore (magari anche con i guanti). Poi devi vedere tu se e' una cosa fattibile.. al datore di lavoro, secondo me, se e' del vecchio stampo che farebbe tutto senza controllare niente, puoi sempre provare a dire, se non hai gia' provato: "eh, lo so che bisogna fare in fretta, ma se tiriamo troppo la corda rischiamo che il cliente ci mandi a quel paese perche' non vuole piu' scarti.." ... piuttosto, se c'e' gente un po' dura di comprendonio, prova a preparare delle tabelle con il numero che deve apparire sulla contapezzi per essere giusto. Cioe', se non vuoi/puoi azzerare la contapezzi della macchina, fai una tabella con su il numero a cui deve corrispondere la fine della cassetta: 330 - 660 - 990 - 1320, ecc.. Se e' fattibile, poi si possono trovare altre idee per migliorarne l'implementazione nella tua azienda.

ciao.
Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
maurorsq
Nuova recluta del forum


Registrato: 04/04/17 12:33
Messaggi: 15

MessaggioInviato: Gio Apr 06, 2017 10:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

ah, dimenticavo.. questa ovviamente e' un'azione preventiva.
La correttiva e' appunto la selezione al 100% dei pezzi che ti ha reso (se te li ha resi) e almeno la verifica a magazzino di altri pezzi lavorati ma non ancora consegnati.

Perche' e' successo? ad esempio perche' l'operatore si e' distratto e perche' non e' stata prevista una procedura per evitare questo rischio (che poi, se ti puo' andar bene, la soluzione proposta potrebbe essere quella che ti ho suggerito io o anche gli altri); puoi anche indicare, come hai detto tu, che la causa e' anche lo stress, ma devi anche sapere come eliminare questa causa.. non andrei troppo a impegolarmi su troppe cose, reali, ma che poi non potreste risolvere.. non per incapacita', ma per volonta' come dici tu della direzione..

non so se devi/vuoi dare una risposta semplice o se invece devi/vuoi dare una risposta piu' articolata usando tecniche piu' "sofisticate" di problem solving..


ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
Slender Man
M.A.S.P.


Registrato: 20/04/12 14:28
Messaggi: 2600

MessaggioInviato: Ven Apr 07, 2017 12:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

simone ha scritto:
L'oggettivazione viene bocciata per i motivi di tempo ciclo di cui sopra, quindi tutto ciò che comporta un aumento di questo tempo viene escluso dal titolare.... dubita11


sono certo che la selezione di migliaia di pezzi al 100% presso cliente (che viverranno addebitati) costerà meno. al limite si perde il cliente, ma del resto meglio cosi', se avete troppo lavoro, il tuo titolare sarà contento perche' non avrà gente che gli va a chiedere aumenti (e che quanto riceve risposte come quelle che si evincono dalla tua descrizione si sente frustrato e deluso, e a volte, sai, è un attimo mettere un grezzo nel lavorato) --> perfetto!
_________________
"It's my way, or the highway." (James Dalton, Esq.)
"Manly hearts to guard the fair" (Job Description)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Gli strumenti per gestire la Qualità Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it