Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Procedure - Diagrammi di flusso

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La nuova ISO 9001:2015 e versioni precedenti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 8911

MessaggioInviato: Lun Nov 28, 2016 3:08 pm    Oggetto: Procedure - Diagrammi di flusso Rispondi citando

Secondo voi, se identifico i processi di attraversamento dell'azienda e per ognuno disegno un diagramma di flusso.
Nel diagramma inserisco:
- il responsabile di ogni singola attività
- gli output documentali
- una breve descrizione dell'attività
- i punti di registrazione e di controllo
- le interazioni con gli altri processi di attraversamento e di gestione
- i momenti decisionali insieme alle altre funzioni
- i riferimenti alle singole istruzioni di lavoro collegate

Posso sottoporre al futuro auditor 9001:2015 lo stesso diagramma come procedura gestionale?
Top
Profilo Invia messaggio privato
MikiMarru
Come da manuale


Registrato: 21/11/07 22:34
Messaggi: 861
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Lun Nov 28, 2016 7:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

Stante i requisiti non può dirti che non va bene Very Happy
_________________
Credo fermamente nel detto: "Non ti do il pesce, ma la canna da pesca, e ti insegno a usarla, perché tu possa pescare da solo". E' possibile che la mia risposta sia da intendere in tal senso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
2p71828
Qualità è precisione


Registrato: 31/10/08 17:43
Messaggi: 2707

MessaggioInviato: Lun Nov 28, 2016 7:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

dicesi diagramma a tartaruga.

non penso possano coprire sempre e tutta l'azienda specie in caso di modifiche momentanee/deroghe
_________________
=fixed(exp(1);5)
sha-1=661bf49e78e9d958032859e811fa1ca27699207a
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 8911

MessaggioInviato: Mar Nov 29, 2016 10:20 am    Oggetto: Rispondi citando

Ok, brevi ma intensi!
Allegherò i diagrammi a procedure di processo più tradizionali Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
fulvio.forestello
Apprendista forumista


Registrato: 19/01/17 12:30
Messaggi: 49
Residenza: Bagnolo Piemonte

MessaggioInviato: Mar Gen 24, 2017 1:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Va benissimo, accertati solo che sia compresa: trovarsi un operatore che poi non la capisce può succedere pensa1
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 8911

MessaggioInviato: Mar Gen 24, 2017 2:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

fulvio.forestello ha scritto:
Va benissimo, accertati solo che sia compresa: trovarsi un operatore che poi non la capisce può succedere pensa1


Giusta osservazione!
Grazie Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 8911

MessaggioInviato: Mar Mar 21, 2017 9:37 am    Oggetto: Rispondi citando

Ancora elucubrando sulle procedure....

Ragionavo sul fatto che le procedure sono sempre molto verbose, soprattutto quando scritte in qualitese, i diagrammi sono a volte troppo schematici e spesso occorre abitudine a saperli leggere e magari anche conoscere il ragionamento preliminare che ha portato alla loro costruzione.

In entrambi i casi, il cuore pulsante del sgq potrebbe rimanere il solito pezzo di carta nel cassetto, ignorato dai più.
Come arrivare quindi a bersaglio, ossia ottenere l'interesse di chi le deve usare?

Intanto mi piacere sapere voi come strutturare la procedura/le procedure del/dei processi di attraversamento.

Inoltre vorrei il vostro parere su questa proposta: procedure che abbiano il focus sulle registrazioni.
Le registrazioni sono alla fine quelle che danno l'evidenza delle attività. pensavo quindi di asciugare il più possibile le procedure, riducendole a una catena di attività con i punti di registrazione, spiegando bene come dove chi cosa e quando delle registrazioni.

Avrebbe un senso?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paoloruffatti
Yoda


Registrato: 26/07/08 11:05
Messaggi: 4071
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Mar 21, 2017 11:43 pm    Oggetto: Risposta a kk Rispondi citando

Sai KK:
prima di tutto la procedura di attraversamento deve comprendere TUTTO il percorso di attraversamento dell’azienda, dalla richiesta di offerta al materiale consegnato.- dal CLIENTE (contatti- offerta ordine) al CLIENTE (materiale sul camion pronto a partire con material bill preparato bene)

Poi la procedura (solo il grafico: la parte scritta in qualitatese deve scomparire perchè la capivano solo in pochi. [Direi che solo il vecchio RGQ[che l'aveva fatta] la sapeva leggere correttamente e qualche volta anche il "Capo Illuminato"] deve essere fatta assieme all'operaio/impiegato che l'ha vissuta (un qualche centinaio di volte e quindi te la sa mappare a occhi chiusi, senza dimenticare pezzi per strada).

Lo schema è banale:
1)INPUT (le singole istruzioni all'ingresso di ogni ATTIVITA...... se è necessario farle, se no ci scrivi che tutti le sanno fare (pericolosissimo , attenzione a scrivere questo perchè il certificatore salta adosso a tutti e troverà, un sacco di "Boh, io non so nulla, sa tutto l'RGQ che le ha scritte!"
e 2) gli OUTPUT (in pratica le vecchie registrazioni (quando serve registrare! e dici dove e chi le mantiene , ma vedrai che saranno tutte in originale nel dossier di commessa, tenute gelosamente dal capo commessa e date in copia a chiunque ne abbia bisogno (nel diagramma di flusso scrivi : copie a....con a fianco l'elenco ....ma non è necessario , basta che tu dica dove si trova l'originale, cioè nel dossier di commessa.
3) Nella riga centrale delle attività potrai trovare anche delle losanghe messe in orizzontale nelle quali ci sono le decisioni da prendere con i nomi (o posizione in organigramma) di chi deve prenderle.
4) A fianco c'è una quarta colonna messa apposta per scriverci le ragioni della decisione o gli interventi di ogni altra persona, o l'utilizzo di Macchine/attrezzature che la squadra di logistica deve preparare e portare in linea! secondo le istruzioni precise della Programmazione che deve avere in mano i cicli di lavoro (o la WBS) per comandare l'arrivo in linea di materiali da lavorare (se vuoi puoi anche scriverci il nome del fornitore dal quale deve arrivare il materiale da utilizzare per ogni attività nostra (fatta con materiali e semilavorati provenienti dall'esterno), attrezzature da montare su che macchina e i tempi per realizzare la lavorazione.

Ripeto che questi documenti sono fattibilissimi assieme a chi oggi sta lavorando su questi lavori/prodotti e quindi NIENTE PAURA ....basterà andare a fare questi diagrammi con chi è interessato: vedrete che è molto meno difficile di quanto possa sembrare.

Avrete anche capito che dovrete predisporre la struttura (persone) molto prima di iniziare il lavoro altrimenti vi troverete di fronte allo scoraggiamento dei "deboli di suste" (si dice dalle mia parti), cioè gente che dice che è impossibile fare come dite perche .....bla,bla, bla (i soliti disfattisti, che di solito sono i capi e capetti intermedi che sono nati e vissuti in un mondo di funzioni e NON per fare gli interessi economici. ... e se non ci crederte voi per primi, la frittata è fatta!) PAZIENZA e DACCAPO ogni volta .....e quando vi pare che tutto vada per il verso giusto, scoprirete che dovete ricominciare daccapo TUTTO!
Coraggio.
Paolo
PS: vi ho detto quello che accade dappertutto ..... e ve lo dco per esperienza, ma capite che si tratta di un cambiamento EPOCALE che state facendo: si tratta di passare dalla visione "per funzioni" a quella "per processi" (questo passaggio ha semplre creato malumori e/o vere e proprie GUERRE tra uffici e reparti (e guardate che non stò esagerando!!....ho detto GUERRE vere e proprie, senza esclusioni di colpi: ci vuole POLSO (...e supporto dell'Imprenditore, altrimenti non cominciate voi a fare il Don Chisciotte!)!
Ciao
Paolo

PS:Sai KK il 28 nov dell'anno scorso tra tuttii contenuti tu hai cominciato questa discussione dimenticando la prima colonna del diagramma di flusso che costituisce la procedura di attraversamento e cioè gli input (è normale perchè la norma nuova era appena uscita); proprio il personale a cui tu ti devi rivolgere sa benissimo che cosa sono questi input perchè per lavorare [e più complesse sono le attività che deve fare ed i materiali da utilizzare e più lo deve fare], lui se li è già annotati tutti da qualche parte: tu devi solo chiederglieli.
Ti dirò ad esempio che in un'azienda mia cliente ho trovato un operaio appena promosso capetto che addirittura ha creato un SW che dava i tracciati per la realizzazione della circuiteria elettrica di ogni macchina che costruivano: lui addirittura si era sostituito all'UT che NON AVEVA fatto NESSUN disegno elettrico (il capo dell'UT era un meccanico vecchio stampo!) e lu se li era fatti e codificati in modo che se c'era da costruire la macchina in versione XY su un portatile uscivano già i cablaggi per l'intera macchina: bastava ordinarli al fornitore e aggiungerci i "fastom" (che per qualche ragione nessuno ordinava al fornitore dei cablaggi!)
Ovviamente oltre al processo di attraversamento, (di sovente unico), tu dovrai anche mappare qualche altro processo , come per esempio il processo di Direzione lavori in cantiere per i progettisti degli Studi Professionali e poi tutti i processi di supporto , quelli che abbiamo concordato essere quelli che non portano soldi in cassa, o meglio non producono reddito, anzi "costano "all'azienda! ma che sono necessari per il corretto funzionamento dell'azienda come gli audit o quello del trattamento delle NC (e segregazione dei materiali nc, in attesa di decisione) e delle AC.
_________________
Ing. Paolo Ruffatti
Consulente di Organizzazione Aziendale... ora in pensione
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 14:36
Messaggi: 8911

MessaggioInviato: Mer Mar 22, 2017 10:47 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie Paolo,
quindi da quel che ho capito, tu mi suggerisci di stendere una procedura sotto forma di schema, una tabella che consista nelle colonne che descrivi tu, è corretto?

perchè se così fosse, a questo punto, potrei approfittare dello schema che ho realizzato per la costruzione delle procedure tecniche per il laboratorio, nelle quali ho inserito una tabella molto simile che non ha gli inpunt, ma descrive fase per fase (numerate) la sequenza di attività da seguire.
Se una fase va saltata, indico a quale bisogna spostarsi per proseguire.
Ho poi aggiunto la eventuale registrazione ottenuta con quella attività e il responsabile.
La tabella contiene inoltre una cosa molto interessante: come in una fmea ho messo in fondo una colonna dedicata al reaction plan, ossia cosa si fa se l'attività di questa fase va male per qualsiasi motivo.

In tal modo di prendono in considerazione anche tutte quelle attività collaterali che un flusso che funziona bene non considera.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paoloruffatti
Yoda


Registrato: 26/07/08 11:05
Messaggi: 4071
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Mer Mar 22, 2017 7:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao KK,
guardache la prima colonna della mappatura , come avrai ben capito, è proprio quella che fa la differenza cihe la vecchia norma, che non menzionava nemmeno la "documented information" [che, abbiamo visto essere il 50% della carta che FA L'ORGANIZZAZIONE DELL'AZIENDA], è anche e soprattutto un formidabile mezzo per chiamare a collaborare tutta quella tua gente.
Loro
SONO STANCHI DELLE ORGANIZZAZIONI INVENTATE E CALATE DALL'ALTO, che non spostano il fare qutotidiano nemmeno di un centimetro-

Voglio dire cioè che la gente, se la coinvolgi nella riorganizzzazione della tua azienda, ti dà una mano , ma appena comprende che "è la solita menata inventata dal Dirigente di turno"- dicono- "lasciamoli sfogare come caspita vogliono e poi vediamo cosa sono capaci di fare senza di NOI!.
Questa è un'occasione da non perdere! ....
E poi ricordati che loro hanno già tutte le annotazioni necessarie ad aggiungere la benedetta 1° colonna!...ma col cavolo che te le danno gratis! te le danno gratis solo se sono chiamati a collaborare.......
Ciao
Paolo

PS:il resto che ci dici è buono, anzi, buonissimo ...ma non serve a nulla se la tua gente [tutta] non collabora!

_________________
Ing. Paolo Ruffatti
Consulente di Organizzazione Aziendale... ora in pensione
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La nuova ISO 9001:2015 e versioni precedenti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it