Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Documento per deroga

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> I documenti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
mith89
Nuova recluta del forum


Registrato: 17/02/17 11:40
Messaggi: 11

MessaggioInviato: Lun Mar 06, 2017 3:30 pm    Oggetto: Documento per deroga Rispondi citando

Ciao a tutti,

mi trovo nella situazione dover di derogare l'utilizzo di uno strumento di calibrazione per un certo periodo di tempo e volevo quindi produrre un documento che mi permetta di mettere questo fatto nero su bianco. Secondo voi basta una sorta di lettera su carta intestata o bisogna fare un documento controllato di qualità apposito (tipo un form)?

Grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 8567

MessaggioInviato: Lun Mar 06, 2017 3:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Due domande per capire:

- per strumento di calibrazione intendi di taratura? ossia un campione primario che usi per tarare i secondari?

- deroga per cosa? perchè ha la taratura scaduta? O è limitato nel range di misura?
Top
Profilo Invia messaggio privato
mith89
Nuova recluta del forum


Registrato: 17/02/17 11:40
Messaggi: 11

MessaggioInviato: Lun Mar 06, 2017 3:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Si scusa, intendo taratura. Spiego meglio: ho degli strumenti (dei calibri) che vengono tarati internamente con campioni primari esterni. Questo è avvenuto fino al 2016, ma in realtà già nello stesso anno ci siamo dotato di nostro campione primario certificato che però non è stato utilizzato per la taratura del 2016. Volevo quindi derogare l'uso della taratura esterna per il 2016, spiegando che a partire dal 2017 si farà uso solo dei campioni primari interni.

Grazie per la velocità!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paoloruffatti
Yoda


Registrato: 26/07/08 10:05
Messaggi: 4046
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Lun Mar 06, 2017 4:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Viva la semplicità!:
chissenefrega se l'anno scorso hai tarato contro dei campioni esterni (viene mica nel frattempo l'ispettore che trova che usavi dei "campioni esterni" ....... che roba era? era roba con tanto di certificato LAT?) Se non viene l'ispettore cosa te ne frega se ora userai per la prossima volta il vostro primario nuovo? : basterà che l'ispettore trovi che hai una procedura interna che dice come fai a tarare i tuoi secondari con questo primario (che ora è di vostra proprietà).

Fino al 2016 usavate un altro primario sconosciuto.........So bene che una volta qualcuno disse che contro un primario dell'unione Artigiani (che aveva i soldi per comperarlo) si potevano tarare un sacco di poveri cani: ora non più. Forza allora! non serve giustificare l'operato precedente!

Se l'ispettore non aveva nulla da eccepire possono significare due cose:
1)che gli andava bene così =tutto il mondo è in pace: a lui può non fregargliene nulla;
2)che non se ne era accorto lui: = asino, doveva accorgersene e quindi fare delle domande (per vedere cosa e come facevate!)

Comunque ora è tutto a posto .....ma la Istruzione Operativa per la taratura ce l'hai davvero?: se no falla e mettiti a posto subitissimo!!....

Ciao
Paolo
_________________
Ing. Paolo Ruffatti
Consulente di Organizzazione Aziendale... ora in pensione


L'ultima modifica di Paoloruffatti il Lun Mar 06, 2017 4:44 pm, modificato 6 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 8567

MessaggioInviato: Lun Mar 06, 2017 4:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ok, semplifichiamo. Smile
I campioni primari tarati esternamente saranno blocchetti pian paralleli immagino.
Fino al 2016 (compreso o escluso?) avete tarato i calibri con i blocchetti certificati, e va bene.
L'anno 2016 da quel che spieghi è stato archiviato con tarature interne confrontate con campioni certificati, quindi non vedo problemi di sorta.
Poi dal 2017 vuoi usare cosa di tarato internamente?
Dimmi se ho capito male: tarate primari e secondari internamente?
Non certificate più nulla fuori?

Tieni conto il certificato esterno presso centro LAT garantisce la riferibilità delle tue misure ai campioni nazionali e internazioni, quindi dipende dal'uso che devi farne dei risultati delle tue misure.
Se serve la riferibilità (per il cliente o per il tuo sgq ad esempio) allora non devi interrompere la catena di riferibilità metrologica.
Se invece sono misure indicative interne che non impattano sulla conformità del prodotto, allora potete fare tutto internamente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MikiMarru
Come da manuale


Registrato: 21/11/07 21:34
Messaggi: 751
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Lun Mar 06, 2017 6:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

mith89 ha scritto:
Si scusa, intendo taratura. Spiego meglio: ho degli strumenti (dei calibri) che vengono tarati internamente con campioni primari esterni. Questo è avvenuto fino al 2016, ma in realtà già nello stesso anno ci siamo dotato di nostro campione primario certificato che però non è stato utilizzato per la taratura del 2016. Volevo quindi derogare l'uso della taratura esterna per il 2016, spiegando che a partire dal 2017 si farà uso solo dei campioni primari interni.

Grazie per la velocità!


Intendi che nel 2016 avete comprato un set o un numero di blocchetti sufficienti tarati con certificato LAT e che utilizzate solo e esclusivamente per le tarature dei calibri, e per il resto se ne stanno tranquillli in un armadio o in un cassetto?
_________________
Credo fermamente nel detto: "Non ti do il pesce, ma la canna da pesca, e ti insegno a usarla, perché tu possa pescare da solo". E' possibile che la mia risposta sia da intendere in tal senso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mith89
Nuova recluta del forum


Registrato: 17/02/17 11:40
Messaggi: 11

MessaggioInviato: Mar Mar 07, 2017 12:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

ringrazio tutti per le risposte! Probabilmente sono io che mi complico le cose, ma sono alle prime armi Smile

Cerco di rispondere a tutti:

1) Nel 2016 è stato comprato un set di blocchetti primari CERTIFICATI ESTERNAMENTE da usare come campione primario per le tarature INTERNE dei calibri. I blocchetti sono e saranno tarati esternamente.

2) Nel 2016, nonostante la presenza dei blocchetti acquistati, sui documenti di taratura dei calibri è indicato che la taratura è avvenuta ESTERNAMENTE (come gli anni prima). Nota bene che delle tarature esterne io non ho un certificato vero e proprio, ma solo un documento di qualità interno che certifica che la calibratura è avvenuta, riportando i dati dello strumento primario ESTERNO utilizzato (compreso il relativo riferimento del certificato, del tipo blocchetto primario, certificato XXX)

3) A partire dal 2017 le tarature avverranno utilizzando i blocchetti interni, che come detto al punto 1, sono tarati ESTERNAMENTE.

4) La taratura è descritta da una procedura interna in cui non è spiegato nel dettaglio COME si effettua la taratura, ma chi deve effettuarla, quando e che documenti dovrà compilare. Le Istruzioni Operative di taratura di cui parlava Paolo in effetti non ci sono.

Quindi le mie domande sono:
1) devo spiegare da qualche parte che per l'anno 2016, NONOSTANTE la presenza dei blocchetti acquistati, la taratura è stata fatta esternamente?
2) devo compilare delle istruzioni di taratura o per operazioni così semplici posso evitare?
Top
Profilo Invia messaggio privato
#34
Veg-Quality


Registrato: 20/12/11 15:09
Messaggi: 3943
Residenza: Sotto al Monte Grappa

MessaggioInviato: Mar Mar 07, 2017 1:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

mith89 ha scritto:

1) devo spiegare da qualche parte che per l'anno 2016, NONOSTANTE la presenza dei blocchetti acquistati, la taratura è stata fatta esternamente?
2) devo compilare delle istruzioni di taratura o per operazioni così semplici posso evitare?


1) Non è indispensabile, ma auspicabile, ok che è una cosa in più e non in meno (diverso sarebbe se avessi tarato, tu, un primario) ma questi fatti fanno incuriosire gli auditor. Avrai credo da qualche parte una scheda anagrafica strumento, riportalo li, è il documento più idoneo a riportare il tipo di taratura dello strumento ! Dovresti anche avere, ora che i calibri li tari tu, delle schede di taratura, in cui riporti i valori rilevati, calcolo incertezza etc. etc.
2) Assolutamente sì, una istruzione di taratura dei calibri deve necessariamente essere presente e va richiamata nella scheda di taratura di cui sopra.
_________________
"CHI HAI MANGIATO OGGI ??"
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 8567

MessaggioInviato: Mar Mar 07, 2017 1:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Parare mio...



mith89 ha scritto:

2) Nel 2016, [...] la taratura è avvenuta ESTERNAMENTE [...] non ho un certificato vero e proprio [...]



Questa cosa non l'ho capita. Avete fatto taratura esterna e non avete un documento? L'avete pagata questa taratura?
Come può non esserci un certificato o un rapporto di taratura?


mith89 ha scritto:
1) devo spiegare da qualche parte che per l'anno 2016, NONOSTANTE la presenza dei blocchetti acquistati, la taratura è stata fatta esternamente?
2) devo compilare delle istruzioni di taratura o per operazioni così semplici posso evitare?


A parte quanto chiesto sopra direi:
1) se avete una qualsiasi evidenza che la taratura è stata fatta poco importa come (primario interno o certificato esterno). Ai fini della ISO9001 l'importante è che sia garantita almeno con un passaggio la riferibilità delle misure ai campioni nazionali.
Se la taratura esterna dei calibri non ha documenti che lo provano, temo che l'autocertificazione valga poco...
2) sarebbe l'ideale, ma se avete il classico registro excel di gestione degli strumenti suppongo sia sufficiente una colonna dove dici come li tieni taratu, ad es "confronto con campione primario matricola XXX"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paoloruffatti
Yoda


Registrato: 26/07/08 10:05
Messaggi: 4046
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Mar 07, 2017 6:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao
io parlavo di Istruzione opeativa e tu invece parli di procedura = sono la stessa cosa.
Basta che sia scritto da qualche parte che cosa fate (e magari il perchè, ma quest'ultimo passaggio è un sovrappiù)
Al certificatore devi far vedere che tu per iscritto, dici cosa deve fare l'operatore che fa la taratura (mi raccomando: non darla all'operatore, che la vede la prima volta la mattina stessa che "il ficcanso fa le domande") e COME lo fa! Chiaro?

Ciao
Paolo
_________________
Ing. Paolo Ruffatti
Consulente di Organizzazione Aziendale... ora in pensione
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
fulvio.forestello
Apprendista forumista


Registrato: 19/01/17 11:30
Messaggi: 49
Residenza: Bagnolo Piemonte

MessaggioInviato: Mar Mar 28, 2017 4:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per la taratura dei calibri puoi fare riferimento alla vecchia ma sempre valida UNI 9313:1988. Un'istruzione che la richiama e dice all'operatore come fare, e sei a cavallo.

Per quello che hai fatto prima sei a posto così: nessuno vieta di avere i piano paralleli e andare all'esterno. L'importante che quello che hai fatto è in accordo con le tue regole (procedure).
La certificazione di uno strumento però deve avere, quando richiesto, criteri di riferibilità e quindi il tuo fornitore del servizio dovrebbe allegarti perlomeno i certificati LAT dei primari usati da lui.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> I documenti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it