Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Differenze tra Cp e Cm e Cpk e Cmk

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Gli strumenti per gestire la Qualità
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
aquilanera
Nuova recluta del forum


Registrato: 13/03/16 11:04
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Dom Mar 13, 2016 11:08 am    Oggetto: Differenze tra Cp e Cm e Cpk e Cmk Rispondi citando

ciao a tutti
che differenze ci sono tra Cp e Cm e Cpk e Cmk?
quando calcolare con le une piuttosto che le altre?

e poi ho trovato che nella formula dei Cp si usa dividere per 6 sigma mentre per il calcolo del Cm si usa dividere per 8 sigma - è corretto?

grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
sly_1982
Maestro Oogway


Registrato: 24/10/12 08:28
Messaggi: 3432
Residenza: Provincia di Brescia

MessaggioInviato: Dom Mar 13, 2016 2:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Aquilanera.
Innanzitutto stiamo parlando di Controllo Statistico di Processo e dell'utilizzo di Carte di Controllo. Quindi stai confrontando il tuo processo in funzione di quanto il Cliente richiede (i limiti di tolleranza).

Gli indici di capacità di processo sono il CP e il CPK.

Il CP è l’indice che misura il "potenziale del processo".
CP = (LTS-LTI)/6sigma

(LTS e LTI indicano rispettivamente il Limite di Tolleranza Superiore e il Limite di Tolleranza Inferiore e sigma la deviazione standard del processo.)

Il CPK è l’indice che misura la "prestazione del processo", perchè misura sia la dispersione che la centratura del processo, tenendo conto dell’ampiezza della distribuzione e della posizione in cui è posta, rispetto al punto medio della specifica.
CPK = min[ (LTS-Vm)/3sigma , (Vm-LTI)/3sigma)]


CP è sul "Processo"; CM è sulla "macchina".
_________________
"La libertà più grande che ho guadagnato è quella di non preoccuparmi più di cosa accadrà domani, perchè sono felice di ciò che ho fatto oggi." - E.Snowden
Top
Profilo Invia messaggio privato
aquilanera
Nuova recluta del forum


Registrato: 13/03/16 11:04
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Dom Mar 13, 2016 3:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

sly_1982 ha scritto:
Ciao Aquilanera.
Innanzitutto stiamo parlando di Controllo Statistico di Processo e dell'utilizzo di Carte di Controllo. Quindi stai confrontando il tuo processo in funzione di quanto il Cliente richiede (i limiti di tolleranza).

Gli indici di capacità di processo sono il CP e il CPK.

Il CP è l’indice che misura il "potenziale del processo".
CP = (LTS-LTI)/6sigma

(LTS e LTI indicano rispettivamente il Limite di Tolleranza Superiore e il Limite di Tolleranza Inferiore e sigma la deviazione standard del processo.)

Il CPK è l’indice che misura la "prestazione del processo", perchè misura sia la dispersione che la centratura del processo, tenendo conto dell’ampiezza della distribuzione e della posizione in cui è posta, rispetto al punto medio della specifica.
CPK = min[ (LTS-Vm)/3sigma , (Vm-LTI)/3sigma)]


CP è sul "Processo"; CM è sulla "macchina".



ok Sly. ma la differenza tra Cp e Cm in cosa consiste?
Top
Profilo Invia messaggio privato
sly_1982
Maestro Oogway


Registrato: 24/10/12 08:28
Messaggi: 3432
Residenza: Provincia di Brescia

MessaggioInviato: Lun Mar 14, 2016 8:32 am    Oggetto: Rispondi citando

In termini "pratici", non ti so rispondere, perchè non ho mai incontrato i CM e CMK. Vedia se qualcun altro è più preparato su questo.
_________________
"La libertà più grande che ho guadagnato è quella di non preoccuparmi più di cosa accadrà domani, perchè sono felice di ciò che ho fatto oggi." - E.Snowden
Top
Profilo Invia messaggio privato
QualitiAmo - Stefania
Moderatore


Registrato: 16/09/07 18:37
Messaggi: 25013

MessaggioInviato: Lun Mar 14, 2016 9:47 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao, benvenuto.
_________________
Stefania - Staff di QualitiAmo

ISO 9001:2015 - SI AGGIUNGE ALLA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO IL NUOVO TESTO CHE SVELA I SEGRETI DELLA FUTURA NORMA



IL PRIMO LIBRO NATO SULLE PAGINE DI QUALITIAMO

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
aquilanera
Nuova recluta del forum


Registrato: 13/03/16 11:04
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Mar Mar 15, 2016 10:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

sly_1982 ha scritto:
In termini "pratici", non ti so rispondere, perchè non ho mai incontrato i CM e CMK. Vedia se qualcun altro è più preparato su questo.


qualcuno di voi riesce a darmi una risposta ?
Top
Profilo Invia messaggio privato
2p71828
Qualità è precisione


Registrato: 31/10/08 17:43
Messaggi: 2725

MessaggioInviato: Gio Mar 17, 2016 11:45 am    Oggetto: Rispondi citando

praticamente il cmk lo fai campionando su un lotto/produzione limitata, es poche ore, ovvero in un intervallo in cui pensi non avvengano altre variazioni se non dovute alla "precisione" della macchina. di solito si va dai 25 ai 125 pezzi presi casualmente

il cpk richiede più tempo (normalmente giorni) con campionature cadenzate di 4 o 5 particolari ciascuna
_________________
=fixed(exp(1);5)
sha-1=661bf49e78e9d958032859e811fa1ca27699207a
Top
Profilo Invia messaggio privato
aquilanera
Nuova recluta del forum


Registrato: 13/03/16 11:04
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Sab Mar 19, 2016 11:11 am    Oggetto: Rispondi citando

2p71828 ha scritto:
praticamente il cmk lo fai campionando su un lotto/produzione limitata, es poche ore, ovvero in un intervallo in cui pensi non avvengano altre variazioni se non dovute alla "precisione" della macchina. di solito si va dai 25 ai 125 pezzi presi casualmente

il cpk richiede più tempo (normalmente giorni) con campionature cadenzate di 4 o 5 particolari ciascuna


ok adesso è chiaro - e grazie
avrei però ancora un dubbio nel calcolo di CP e CM

da qualche parte ho visto che per il primo bisogna dividere per 3sigma mentre se voglio il calcolo del CM devo dividere per 8 sigma

è corretto?
Top
Profilo Invia messaggio privato
sly_1982
Maestro Oogway


Registrato: 24/10/12 08:28
Messaggi: 3432
Residenza: Provincia di Brescia

MessaggioInviato: Lun Mar 21, 2016 8:37 am    Oggetto: Rispondi citando

I dati che raccogli, le misurazioni che fai, hanno il 99,9% di probabilità di finire nella la distribuzione normale con ampiezza 6sigma (3 per lato rispetto alla media).
Quindi la capacità del processo CP è il confronto tra la voce del Cliente (range di tolleranza) e la voce del tuo processo (6sigma). Quindi è il range di tolleranza / 6 sigma.

Il CPK invece ti fa prendere a riferimento "metà" della distribuzione (ossia il 3 sigma) perchè è rapportato a metà range, ossia il lato più vicino al limite di tolleranza. (L'ho semplificato e banalizzato molto, ma penso che può essere più chiaro così.)

Buona giornata! Wink
_________________
"La libertà più grande che ho guadagnato è quella di non preoccuparmi più di cosa accadrà domani, perchè sono felice di ciò che ho fatto oggi." - E.Snowden
Top
Profilo Invia messaggio privato
2p2l
Apprendista forumista


Registrato: 03/12/15 10:36
Messaggi: 51

MessaggioInviato: Gio Apr 14, 2016 2:08 pm    Oggetto: Re: Differenze tra Cp e Cm e Cpk e Cmk Rispondi citando

aquilanera ha scritto:
ciao a tutti
che differenze ci sono tra Cp e Cm e Cpk e Cmk?
quando calcolare con le une piuttosto che le altre?

e poi ho trovato che nella formula dei Cp si usa dividere per 6 sigma mentre per il calcolo del Cm si usa dividere per 8 sigma - è corretto?

grazie


Nell'ipotesi che il processo possa essere rappresentato da una gaussiana si definiscono:

Cp = indice di dispersione del processo rapportata ai limiti di tolleranza, considerando la sola variabilità all'interno dei sottogruppi.
Cpk = indice di centratura del processo, ovvero indica dove si colloca il valore medio di processo rispetto al limite di tolleranza inferiore o superiore.
Cm/Cmk = indice di dispersione e di centratura della macchina, ovvero escludono tutti i fattori aggiuntivi che derivano dal normale andamento del processo produttivo. La formula di calcolo non cambia, cambia però la modalità di campionamento. Per considerare la sola variabilità di ripetibilità della macchina, i campioni non vanno prelevati a frequenze prestabilite durante il lotto produttivo, ma consecutivamente (almeno 50 pz) e in condizioni di processo fissate (macchina regimata termicamente, ecc.).

Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Portello
Qualfista


Registrato: 29/09/09 15:03
Messaggi: 1586
Residenza: Barcellona

MessaggioInviato: Mar Apr 23, 2019 5:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Riesumo la discussione per una domanda a cui non so rispondere.
Per l'approvazione di un cambio di processo il cliente mi chiede il Cmk e il Cpk /Ppk "short term".

La mia difficoltà è che non capisco la differenza tra i due indici.

Se misuro la capacità di un processo nel breve periodo di fatto faccio una analisi della capacità macchina: quindi del Cmk.
E allora perchè il cliente mi chiede il Cpk "short term"?

Grazie.
_________________
Portello
Più è semplice, meglio è
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Gli strumenti per gestire la Qualità Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it