Indice del forum Il forum sulla Qualità di QualitiAmo
Torna all'homepage di QualitiAmo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

CRITERI MANTENIMENTO QUALIFICA TARATURA

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le domande dei neofiti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
BEPPE76
Nuova recluta del forum


Registrato: 07/11/18 09:11
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Gio Nov 08, 2018 3:51 pm    Oggetto: CRITERI MANTENIMENTO QUALIFICA TARATURA Rispondi citando

Ho un problema al quale non riesco a trovare soluzione ed ho voluto provare a scrivere qui per chiedere aiuto a chiunque lo possa fare con un grazie infinito. In un rilievo segnalato da Accredia mi viene detto che non sono stati definiti criteri per il mantenimento della qualifica del personale addetto alle tarature interne. Ora vi chiedo, quali parametri posso stabilire al fine di risolvere questo problema. ho sempre fatto le tarature interne di tutti gli apparecchi, dalle bilance alle stufe, senza nessuna segnalazione. Ora mi dicono che serve una seconda persona abilitata e che annualmente devo verificare che entrambi rientriamo nei parametri stabiliti.
Grazie in anticipo a chi mi risponderà.
_________________
Giuseppe
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 9046

MessaggioInviato: Gio Nov 08, 2018 4:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao,
Accredia è molto puntigliosa su questo argomento e non basta l'esperienza pregressa per dimostrare la propria qualifica, tuttavia non credo serva costruire nulla di complicato per risultare conformi.

In primo luogo occorre stabilire i criteri di qualifica e la loro modalità di verifica.
Il mio consiglio è quello di identificare il minimo indispensabile per avere fiducia che la persona sia competente. Se tu dovessi assumere qualcuno che faccia il tuo lavoro che requisiti chiederesti che abbia?
Non so quale sia l'oggetto da sottoporre a taratura ma, ipotizzando uno strumento semplice, immagino che i criteri possano essere i seguenti (sono esempi ma se puoi integra con altre):

- competenza in metrologia --> verificata con attestato di partecipazione corso o esperienza su CV
- competenza sulla norma 17025 --> verificata con attestato partecipazione corso specifico
- competenza meccanica --> verificata con CV (almeno 1 anno da tecnico in ambito lavorativo)

Una volta stabiliti i criteri di qualifica (se puoi diversifica i criteri o almeno i livelli di competenza tra responsabile laboratorio e tecnici), Accredia credo ti chieda di avere una seconda persona con cui fare i confronti di misura.
Ossia eseguite in due la taratura dello strumento e confrontate le misure, vi date una tolleranza (su questo credo che esistano norme specifiche) e capite se le competenze di entrambi sono allineate, in modo che Accredia abbia garanzia che chiunque faccia taratura all'interno del vostro laboratorio sia allineato agli altri e restituisca risultati affidabili.

Spero di averti sciolto qualche dubbio, chiedi se non sono stato chiaro.
_________________
Il pessimista è ottimista con esperienza
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 9046

MessaggioInviato: Gio Nov 08, 2018 4:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ah, ricordati di stabilire anche le seguenti cose:

- frequenza della verifica di qualifica del personale
- azioni da intraprendere qualora la verifica di compatibilità tra tecnici abbia esito negativo
- termini di scadenza della qualifica
- metodo di riqualifica se scaduta
_________________
Il pessimista è ottimista con esperienza
Top
Profilo Invia messaggio privato
BEPPE76
Nuova recluta del forum


Registrato: 07/11/18 09:11
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Ven Nov 09, 2018 8:33 am    Oggetto: Rispondi citando

Di sicuro mi hai indirizzato sulla buona strada e per questo te ne sono grato.
Detto questo provo ad approfittare ancora della tua gentilezza. In sostanza mi stai dicendo che posso fare due tarature su uno stesso strumento, uno io e uno l'operatore che voglio qualificare, mettendo come parametro il CV riscontrato che rientri in determinati valori. Anche perché l'unico attestato è il mio sulla 17025 e ho tempi ristretti per fare il tutto quindi non riesco a partecipare a corsi di metrologia.
Grazie mille ancora
_________________
Giuseppe
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 9046

MessaggioInviato: Ven Nov 09, 2018 10:41 am    Oggetto: Rispondi citando

Facciamo un'ipotesi su qualcosa di concreto che forse viene più facile da capire.

Ipotizziamo questa situazione:

- il tuo laboratorio tara strumenti di misura lineari come i calibri.
- l'organizzazione prevede un responsabile (tu) e un tecnico (l'altro).
- gli strumenti che usate per tarare (che devono essere certificati esternamente) sono i blocchetti Johnson.

Stante questa situazione, se io fossi Accredia, vorrei vedere:

a)
I criteri di qualifica del laboratorio in merito a responsabile e tecnico.
Il resp di sicuro ne avrà qualcuno in più o qualcuno più stringente.
Faccio degli esempi ma ricordati di non limitarti solo a quello che dico ma di integrare con competenze specifiche del tuo settore.
Ipotizziamo che il tuo laboratorio scelga di avere i seguenti criteri di qualifica per il resp:
- competenza sulla 17025 (per entrambi può bastare l'aver sostenuto un corso sulla 17025:2017).
- competenza su metrologia (ad es. con un corso su metrologia o con l'aver ricoperto la carica di tecnico o di resp lab per almeno 1 anno)
- competenza sulla incertezza di misura (corso di formazione esterno)
- competenza nella lingua inglese (corso di inglese)

Come Accredia, vorrei vedere almeno un documento che mi riassume l'elenco dei criteri, il soddisfacimento degli stessi con le evidenze del caso (cv, attestati, ecc.) data di qualifica e data di scadenza.

b)
Prova di compatibilità dei tecnici.
Mi aspetto di vedere minimo una prova comparativa in cui entrambi sottoponete un calibro a taratura con i blocchetti e ne registrate i risultati.
Questi ultimi devono rientrare in determinate tolleranze (abbi pazienza ma di questo aspetto numerico ne occupava il resp lab e non sono così esperto da darti esempi), tenuto conto delle incertezze di misura, degli errori degli strumenti, ecc.
In vostro valore di compatibilità, se non ricordo male, cotribuisce in qualche modo anche all'incertezza globale del laboratorio.
_________________
Il pessimista è ottimista con esperienza
Top
Profilo Invia messaggio privato
BEPPE76
Nuova recluta del forum


Registrato: 07/11/18 09:11
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Sab Nov 10, 2018 11:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Detto che si spiega il tuo nickname "King of Kuality" tanto_di_cappello, approfitto della tua conoscenza e gentilezza spero per l'ultima volta e poi mi auguro di non romperti più le scatole. Avendo circa una trentina di apparecchi da tarare internamente (stufe, bilance, condizionatori, etc) e dovendo chiudere l'azione correttive al massimo entro 3 mesi, imposto un discorso di definizione dei criteri in una procedura piuttosto che nel manuale e chiudo il tutto. E poi dovrò verificare e qualificare un mio vice su tutte le apparecchiature o potrebbe bastare farla su una sola e finita lì?
GRAZIE GRAZIE GRAZIE [/img]
_________________
Giuseppe
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 9046

MessaggioInviato: Sab Nov 10, 2018 12:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Immagino che per ognuno di essi esista un metodo diverso di taratura.
Se non ricordo male è possibile "spalmare" le prove di compatibilità sui metodi nell'arco del trienni di validità del certificato.
Se fossero sei i vostri metodi accreditati, fare la prova tra voi per due ogni anno.
_________________
Il pessimista è ottimista con esperienza
Top
Profilo Invia messaggio privato
KK
King of Kuality


Registrato: 23/04/09 13:36
Messaggi: 9046

MessaggioInviato: Sab Nov 10, 2018 12:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ricordati che per evitare che i tecnici si influenzino tra loro, di solito è bene ipotizzare la prova in momenti diversi e in posti isolati.
Se ci fossero due tecnici, tu supervisioneresti entrambi e confronteresti poi i risultati. Se tu invece sei uno dei due, cerca comunque di dimostrare che la prova l'avete fatta non assieme, almeno uno al mattino e uno al pomeriggio, in modo da dire ad Accredia che non vi siete detti nulla prima di aver verificato i risultati.

Inoltre, nel manuale, metterei pure una frasetta che a prescindere dal numero di tecnici, per il confronto i risultati ottenuti dal responsabile sono quelli a cui fare riferimento in caso di discrepanze con gli altri tecnici.
_________________
Il pessimista è ottimista con esperienza
Top
Profilo Invia messaggio privato
BEPPE76
Nuova recluta del forum


Registrato: 07/11/18 09:11
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Lun Nov 12, 2018 8:38 am    Oggetto: Rispondi citando

GRAZIE GRAZIE E ANCORA GRAZIE. Sei stato veramente di grande aiuto.
_________________
Giuseppe
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le domande dei neofiti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it