IL QUALITY FUNCTION DEPLOYMENT

Una metodologia per ottenere parametri misurabili in progettazione

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il Quality Function Deplyment (QFD) nasce in Giappone intorno al 1965, come metodo per ottenere parametri misurabili in progettazione.

Si deve ad Akao, Mizuno e Furukawa del JUSE (Union of Japanese Scientists and Engineers), nel 1970, a seguito di una sperimentazione del modello presso la Mitsubishi Heayj Industries, la razionalizzazione e lo sviluppo attuale del QFD.

Il Quality Function Deployment è un sistema per introdurre nell'azienda i requisiti di base di un prodotto/servizio richiesto dal cliente.

In altri termini significa: prima bisogna conoscere le caratteristiche e/o attributi di qualità di un prodotto come richiesto dal cliente, poi si deve svilupparne le relative funzioni a tutti i livelli organizzativi, dalla progettazione sino alla realizzazione e diffusione del prodotto finito.

Gli elementi fondamentali dell'approccio al QFD sono:

  • il cliente è la prima priorità aziendale, pertanto bisogna capire esattamente che cosa vuole
  • l'azienda deve essere propositiva per guidare e suggerire al cliente come soddisfare le sue necessità
  • il coinvolgimento di tutto il personale assicura l'interiorizzazione e l'assunzione delle responsabilità nei confronti del cliente
  • una corretta metodologia aiuta a lavorare insieme e perseguire obiettivi comuni

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Il QFD raggiunge l'obiettivo di:

  • trasferire e trasformare le richieste del cliente esterno in richieste ai clienti interni (enti, reparti, ecc.) dell'azienda
  • migliorare la comunicazione tra le diverse aree aziendali
  • stabilire delle priorità nel miglioramento dei prodotti
  • definire specifici obiettivi di riduzione dei costi
  • definire obiettivi di sigma, DPMO, indici di perfiormance e parametri di efficienza
  • confrontarsi con la concorrenza

Il QFD viene applicato attraverso un approccio grafico denominato casa della qualità che riunisce una serie di tabelle in cui convergono dal cliente e da tutti gli enti interessati le informazioni di volta in volta necessarie allo sviluppo di un nuovo prodotto o servizo.

PER SAPERNE DI PIU':

Su QualitiAmo non sono presenti altri articoli su questo argomento


cerca nel sito