IL PENSIERO LATERALE

Il pensiero laterale può essere utile anche per applicare la Qualità

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Per introdurre il discorso sul pensiero laterale, prendiamo spunto dalla storia di Alessandro Magno e del nodo gordiano. Questo nodo prende il nome da Gordio, re della Frigia, che offrì agli dei il suo carro con il timone legato da un nodo impossibile da sciogliere perché non si riusciva ad individuarne i due capi, come si può vedere dalla figura.

Un oracolo, promise il regno d’Asia a chi fosse stato in grado di scioglierlo. Alessandro provò in tutti i modi a risolvere l’enigma per sciogliere il nodo ma, non riuscendoci, preso dall’ira tagliò il nodo con la spada e fece avverare la profezia, diventando padrone dell’Asia.

Il pensiero laterale si inquadra nelle metodologie per sviluppare la creatività e fu inventato, alla fine degli anni ’60, da Edwart De Bono, medico e psicologo. Brevemente, può essere definito come un modo per risolvere i problemi che prevede un approccio indiretto, aggirando l’ostacolo invece che affrontandolo direttamente.
Pensare in maniera laterale, dunque, significa guardare il problema da un’altra angolazione, compiere un’azione che, apparentemente, non ha nulla a che fare con la soluzione del problema e che sembra essere illogica. Il metodo investigativo di Sherlock Holmes si basa sul pensiero laterale perché si articola sui fatti e non sulle supposizioni. Il famoso investigatore spezzettava gli elementi di un problema e li riordinava in un modello apparentemente causale fino ad arrivare ad una visione diversa della situazione e, quindi, ad una possibile soluzione.

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

QUANDO UTILIZZARLO

Il pensiero laterale è una metodologia di ideazione utilissima da usare per sviluppare nuovi prodotti/servizi o per affrontare i problemi quando questi sono già stati precedentemente affrontati seguendo le normali strade della logica e non risolti.

PER SAPERNE DI PIU':

Introduzione al Pensiero laterale
Pensiero laterale: una descrizione della metodologia
Cosa occorre per mettere in pratica il Pensiero laterale
Pensiero laterale: i vantaggi



cerca nel sito