ANOVA

Lo strumento ANOVA

anova

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

L'ANOVA (analisi della varianza) è uno strumento progettato per confrontare due o più gruppi di dati e determinare quali fattori (o "predittori" cioè variabili di un processo che hanno un qualche effetto sul risultato) hanno un maggiore impatto sulla risposta (output) di un processo.
E' certamente uno degli strumenti più utilizzati in ambito statistico e viene applicata in campi diversissimi tra loro (psicologia, biologia, medicina, fomazione, sociologia, industria, commercio, ecc.), ecco perché è interessante che il professionista della Qualità abbia una conoscenza, seppure non approfondita, dei suoi principi basilari.

Il vantaggio che l'ANOVA offre rispetto alla regressione è quello di permettere l'esame delle relazioni tra un numero illimitato di variabili dei predittori e la risposta data senza porre limiti al numero di gruppi o condizioni che possono essere confrontati.

Come funziona l'ANOVA

Supponiamo che dobbiate tracciare l'efficacia di vari metodi di controllo della varianza di un processo. I metodi utilizzati sono: utilizzare sempre lo stesso personale, utilizzare sempre lo stesso macchinario, far "girare" il processo sempre alla stessa ora. Venti prodotti che rappresentano l'output del processo vengono assegnati in modo casuale ad un certo numero di gruppi di prodotti. Lo scopo dello studio è, naturalmente, cercare di determinare se un metodo è più efficace nel ridurre la varianza rispetto agli altri.

Al termine della raccolta dati, avrete un file simile a questo:

anova

Con un semplice software per il calcolo dell'ANOVA (in rete esistono anche comode estensioni di Excel dascaricare gratuitamente) potrete, a questo punto, calcolare tutti i valori.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Per applicare correttamente l'ANOVA dovremo, dunque, suddividere il nostro lavoro in 4 fasi:

  • Fase 1 - Raccogliere i dati relativi ai fattori e determinare l'output di interesse
  • Fase 2 - Inserire i dati in un foglio di calcolo
  • Fase 3 - Condurre l'analisi statistica in base alle esigenze: ANOVA o ANOVA a due vie (due predittori)
  • Fase 4 - Interpretare i risultati riportati in tabella
  • Fase 5 - Convalidare i risultati eseguendo, se necessario, prove aggiuntive

Terminologia

  • variabile indipendente o fattore: variabile sottoposta a una manipolazione sperimentale
  • variabile dipendente: variabile il cui valore è determinato da quello dei fattori
  • ANOVA fattoriale: una sola variabile dipendente ma più variabili indipendenti
  • MANOVA (Multivariate Analysis Of Variance): più variabili dipendenti e più variabili indipendenti

PER SAPERNE DI PIU':

Su QualitiAmo non sono presenti altri articoli su questo argomento


cerca nel sito