IL PROJECT MANAGER PIGRO

di Peter Taylor

Vi presentiamo un estratto del libro "Il project manager pigro che vi insegnerà come anche la pigrizia, a volte, possa essere un valore aggiunto nel mondo del lavoro.
Buona lettura!

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Tratto dal libro: "Il project manager pigro di Peter Taylor)

Quando c’è un lavoro difficile da compiere, lo assegno ad una persona pigra; sicuramente troverà un modo semplice di eseguirlo” (Walter Chrysler)

Non è sufficiente essere semplicemente pigri; dovrete essere più che pigri, dovrete essere pigri in modo intelligente.

La pigrizia produttiva non si limita ad essere pigri, richiede qualcosa in più – una combinazione potente e magica di pigrizia e intelligenza.
I pigri intelligenti hanno un vantaggio reale sugli altri dal punto di vista sociale, e molti di loro sono adatti a posizioni dirigenziali nelle organizzazioni.

Questa teoria esiste da molti anni, ed è stata applicata in molti modi interessanti.

Uno degli esempi più famosi fu nell’esercito Prussiano. Helmuth Karl Bernhard Graf von Moltke (26 Ottobre 1800–24 Aprile 1891) era un Generalfeldmarschall. Viene comunemente considerato uno dei più grandi strateghi della seconda metà dell’ottocento, il creatore di un metodo nuovo e più moderno di gestire gli eserciti nei campi di battaglia.

Nel 1857 Helmuth von Moltke fu nominato Capo di Stato Maggiore generale dell’esercito Prussiano, una posizione che mantenne per i trent’anni successivi.
Non appena fu insediato, iniziò a lavorare per cambiare i metodi strategici e tattici dell’esercito prussiano – introdusse modifiche negli armamenti e nei mezzi di comunicazione, modifiche nell’adddestramento degli ufficiali e nella mobilitazione delle forze armate. Istituì anche lo studio formale della politica Europea in connessione alla pianificazione delle possibili campagne militari.
In breve, stabilì le caratteristiche del moderno Stato Maggiore.

Moltke ebbe una particolare intuizione per un approccio nella categorizzazione dei quadri di comando, che tutt’ora viene usato in molti eserciti, e che può essere applicato a tutti i ruoli di comando, compreso il project management.

Se considerate le due gamme di caratteristiche personali, quelle che vanno dalla diligenza alla pigrizia, e quelle che vanno dai non-intelligenti agli intelligenti (sì, mi sto esprimendo in modo politicamente corretto), allora ottenete quattro tipi di carattere (...).
Il Generale von Moltke divise il personale militare in questi quattro tipi distinti, in base alle loro caratteristiche mentali e fisiche. Ecco il risultato (e non dovette neppure essere politicamente corretto, visto che era nato nel diciannovesimo secolo ed era a capo dell’esercito prussiano)

  • tipo A: mentalmente lento e fisicamente pigro;
  • tipo B: mentalmente agile e fisicamente energetico;
  • tipo C: mentalmente lento e fisicamente energetico;
  • tipo D: mentalmente agile e fisicamente pigro

Ufficiali tipo A, coloro che erano mentalmente lenti e fisicamente pigri, venivano assegnati a incarichi semplici, ripetitivi e privi di difficoltà.
Avevano raggiunto il culmine della loro carriera nell’esercito. Ciò nonostante, se lasciati a se stessi, avrebbero potuto produrre una buona idea, in futuro; in caso contrario, non avrebbero provocato alcun problema.

Ufficiali tipo B, coloro che erano mentalmente agili e fisicamente energetici, erano considerati ossessionati dal bisogno gestire i dettagli più minuti (micromanagement), e quindi sarebbero risultati poco idonei al comando.
Promozioni erano possibili nell’arco del tempo, ma non al livello di capo di stato maggiore. Questi ufficiali erano i migliori nell’accertarsi che gli ordini fossero eseguiti e che tutti i dettagli venissero accuratamente considerati.

Ufficiali tipo C, coloro che erano mentalmente lenti e fisicamente energetici, erano considerati in qualche modo pericolosi.
Per Moltke erano gli ufficiali che richiedevano una supervisione costante, cosa che rappresentava un peso inaccettabile ed una distrazione. Poiché potevano creare problemi più velocemente di quanto fosse possibile gestire, questi ufficiali venivano considerati una seccatura troppo onerosa, e venivano dimessi.

E per finire gli ufficiali di tipo D. Questi erano gli ufficiali mentalmente agili e fisicamente pigri, che Moltke sentiva potevano e dovevano assumere i più alti gradi di comando.
Questi ufficiali erano intelligenti abbastanza da vedere cosa doveva essere fatto, ma erano anche motivati da una pigrizia innata a trovare il modo più facile e più semplice di ottenere ciò che era richiesto. Da un punto di vista più positivo, erano coloro che avrebbero saputo come avere successo con il più efficiente spiegamento di forze.

OK, adesso scegliete. Quale volete essere?
Tipo A, B, C o D?

Una domanda difficile, vero?

Quindi, i pigri hanno un vantaggio reale sugli altri e sono molto più adatti a posizioni di comando nelle organizzazioni.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Il Project Manager Pigro applica tutti questi principii nella consegna e nella gestione dei progetti. Si assume che non siate stupidi (...), quindi siete già in vantaggio. Quello che dovete fare adesso è affinare le vostre abilità di pigri per salire nella considerazione dei vostri superiori.

Fate questo, e non solo i vostri progetti avranno più successo, ma anche voi sarete visti come persone di successo, e come un paio di mani sicure a cui affidare altri ruoli dirigenziali in futuro.

PER SAPERNE DI PIU':

Project management: un'introduzione
Gestire i progetti in un'ottica di Qualità
Le competenze del Project manager
Le caratteristiche del Project manager
L'infrastruttura del Project management
Il Project plan - la Work Breakdown Structure
Il Project plan - lo Statement Of Work
Il Project plan - la lista delle risorse
Attivare un team di progetto
Le fonti di rischio in un progetto
Affrontare i rischi di un progetto
Il ruolo del Responsabile Qualità nella gestione di un progetto
Redigere il Project plan di un progetto della Qualità
Modulo per il project planning
Guidare la riunione del varo di un progetto
Valutare la qualità di un progetto
Valutare la qualità di un progetto (2)
Gestire i collegamenti vincolanti
Il mansionario del Direttore dell'Ufficio Tecnico
Note utili per redigere la procedura di progettazione
Progettare
La gestione collaborativa dei progetti
I libri: Six Sigma Project management
I libri: Project & Process Management. La gestione integrata di progetti e processi: una sfida organizzativa
La review di un progetto



cerca nel sito