IL MARKETING COMUNICATIVO B2B: EVENTI FORMATIVI E INFORMATIVI PER LA CLIENTELA

di Antonio Foglio

In occasione dell'uscita del libro "Il marketing comunicativo business to business, abbiamo chiesto alla casa editrice FrancoAngeli di poterne ricevere una copia per presentarvene un estratto.
Siamo stati accontentati. Buona lettura!

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Tratto dal libro: "Il marketing comunicativo business to business" di Antonio Foglio di cui la casa editrice FrancoAngeli ci ha gentilmente concesso la possibilità di condividere un estratto).

(...)

Gli eventi formativi ed informativi sono manifestazioni-incontri che un'impresa organizza o fa organizzare periodicamente da qualche società esterna al fine di attirare l'attenzione e suscitare l'interesse del suo pubblico (clienti abituali e potenziali, trade, mass media) su di sé, sulle sue iniziative, sui suoi prodotti/servizi, sui risultati raggiunti apportando formazione ed informazione a chi vi partecipa; con questi eventi l'impresa ha modo di diffondere particolari notizie, un messaggio, darsi un'immagine, farsi conoscere e far conoscere i suoi prodotti/servizi; nel contempo con lo scambio informativo che genera acquisisce importanti ed utili informazioni presso il suo pubblico.

Sul fronte comunicazionale, nonché su quello relazionale gli eventi formativi ed informativi assumono un ruolo decisivo, visto che se ben scelti, organizzati e gestiti possono conseguire risultati ottimali: visibilità per l'azienda, riscontro da parte del pubblico di riferimento, dialogo ed eventuale relazione con l'impresa cliente partecipante.
Gli eventi formativi ed informativi ben s'integreranno con altri mezzi che supportano la comunicazione dell'impresa; ci riferiamo a stampa tecnica, specializzata e generica, pubblicazioni aziendali, documentazione aziendale, direct marketing, P.R., Internet, ecc.

Gli eventi formativi ed informativi porteranno l'impresa a conseguire una serie di obiettivi:

  • ottenere visibilità, notorietà, immagine, consenso, coinvolgimento, interesse, benevolenza, fidelizzazione presso il pubblico che vi parteciperà;
  • veicolare un'immagine moderna, dinamica, innovativa;
  • far parlare dell'impresa, delle sue attività, dei suoi prodotti/servizi da parte dei mass media che riscontreranno e parteciperanno all'evento;
  • instaurare relazioni più dirette con il pubblico di riferimento (opinione pubblica, clienti, intermediari, media);
  • intercettare un particolare segmento target;
  • intensificare e migliorare il rapporto con la comunità locale in occasione di eventi a livello territoriale;
  • incrementare le vendite dei prodotti/servizi offerti;
  • supportare eventuali campagne comunicazionali;
  • rafforzare il posizionamento aziendale

La riuscita di un evento richiederà all'impresa una sequenza d'interventi:

  • scelta degli obiettivi che si vogliono raggiungere con l'evento;
  • la definizione dell'evento quanto a programma e contenuti;
  • il messaggio di cui l'evento è portatore;
  • l'organizzazione dell'evento;
  • il segmento target da raggiungere;
  • la lista dei partecipanti da invitare e coinvolgere;
  • la comunicazione/promozione dell'evento e l'integrazione con altri interventi comunicazionali (stampa, televisione, radio, affissioni, azioni promozionali, direct marketing, P.R., ecc.)
  • il coinvolgimento dei media;
  • la stampa del materiale di supporto (programma, locandine evento, pubblicazioni di supporto, volantini, comunicati stampa, ecc.);
  • l'ubicazione e la necessaria logistica che lo deve supportare (personale, catering, trasporti, supporto tecnico);
  • ruoli che dovranno essere svolti dalle persone impegnate (organizzazione, assistenza, sicurezza, P.R., ecc.);
  • i tempi di realizzazione;
  • il budget;
  • la tempificazione e la pianificazione di tutti i passaggi;
  • il controllo dei vari passaggi e dei risultati che ne conseguono

Nella predisposizione dell'evento ci sono due importanti elementi da tenere in considerazione: la durata dell'evento e il grado di novità dello stesso.
Per quanto riguarda la sua durata bisognerà tenere presente i risultati che si vorranno conseguire e i contenuti che lo caratterizzeranno; ci sono eventi che si esauriscono in qualche ora (dibattiti e tavole rotonde, convegni, convention), in un giorno o in più giorni (congresso, eventi culturali, artistici, musicali, sportivi).
Sull'esigenza poi di assicurare all'evento un buon livello di novità, riteniamo che questo percorso debba essere fatto con molta prudenza; un evento comune potrebbe correre il rischio d'incappare nell'indifferenza del pubblico, quindi senza alcun risultato, come anche un evento nuovo, non sperimentrato, potrebbe avere altrettanto rigetto; la proposta dell'evento dovrà contare in entrambi i casi (evento tradizionale o innovativo) su una buona preparazione e gestione in termini rispettivamente di realizzazione, di costi, di resa.

La comunicazione di un evento potrà ottenersi attraverso l'invio di lettere (mailing ed e-mailing), volantini, redazionali, pubbliredazionali, sito web, ecc. Se ben organizzato un evento potrà permettere all'impresa di avere un buon riscontro da quanti vi parteciperanno, di stabilire buoni contatti, di avere una risonanza mediatica.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Gli eventi formativi ed informativi nelle varie modalità d'attuazione permetteranno all'impresa di raggiungere un'audicence mirata e qualificata favorendo la conoscenza della sua offerta, contribuendo al miglioramento dell'immagine aziendale.

(...)

PER SAPERNE DI PIU':

I pranzi di lavoro per il Responsabile Qualità


cerca nel sito