COSA HO IMPARATO OGGI?

di Staff di QualitiAmo

Diamo insieme un'occhiata a uno dei libri che più ci hanno colpito in questo ultimo periodo. Si tratta di "Cosa ho imparato oggi? di Dario Villa che, ad oggi, è disponibile su Amazon gratuitamente!

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Che l'apprendimento sia fondamentale per il genere umano in generale e per chiunque voglia migliorare la propria professionalità in particolare, è cosa nota ai lettori di QualitiAmo perché abbiamo dedicato molte pagine a questo principio.
Dario Villa, nel suo libro "Cosa ho imparato oggi?", ci spiega che l'uomo "è molto diverso dalle sue progenitrici, le grandi scimmie: confrontando diversi tratti corporei, si può notare come l'uomo adulto sia molto più simile a una scimmia appena nata che a una giunta alla maturità. Questo fenomeno viene descritto in ambito biologico con il termine "neotenia", dal greco nèos, giovane e teìno, tendere. L'essere umano tende alla giovinezza, come un eterno Peter Pan. Il suo destino è quello di essere immaturo a tempo indeterminato; la sua natura si realizza, grazie all'apprendimento del corpo e della mente, nello sviluppo delle sue possibilità latenti".

E quale ambiente migliore di quello del lavoro per studiare da vicino questi meccanismi di apprendimento che si prolungano per tutta la vita? L'autore ci ricorda infatti che "l'austro-americano Peter Drucker (1909-2005), uno dei più importanti studiosi di pratiche gestionali, parlava fin dagli anni '60 del Novecento di lavoratori della conoscenza e di organizzazioni che apprendono".
In questo libro si parla di specializzazione dei singoli profili professionali e dei problemi che questo modo di apprendere ha portato con sè. Lavoratori tanto, troppo specializzati saranno in grado di uscire dalla crisi epocale che ci attanaglia? La domanda è interessante anche perché, in Italia, pochi collegano i problemi che stanno attraversando le organizzazioni alle loro conoscenze e alle competenze che hanno maturato. Questo è sicuramente uno dei motivi che ci hanno portato ad apprezzare particolarmente il libro.

Un altro aspetto interessante è che l'autore abbia scritto questo libro per condensare la sua esperienza personale di apprendimento durata un anno e raccontata nel blog Cosa ho imparato oggi che vi invitiamo a visitare per avere un'idea della godibilità del testo che stiamo provando a raccontarvi.

Il libro inanella pagine raccontandoci dell'Arsenale di Venezia, di Henry Ford (di cui ci viene offerto un ritratto un po' diverso da quello che siamo a bituati a ritrovare nei testi di management), delle company town americane ma anche di una company town tutta italiana.
Non può mancare Olivetti in questo testo ma, per spiegare il bluff aziendale, si tornerà indietro ai tempi della guerra per poi approdare nuovamente ai giorni nostri e parlare di marketing. Per introdurre il discorso sul brand, si esamina il caso Polaroid e si resta nel settore per affrontare l'argomento del change management con Kodak e Fuji.
Ovviamente un discorso sull'apprendimento non sarebbe completo senza il capitolo sull'innovazione che è dedicato a Java (ma non preoccupatevi se non siete informatici esperti perché tutto il libro utilizza un linguaggio semplice e accattivante che rende ogni argomento davvero alla portata di tutti) e sul lavoro di ufficio che vi offrirà spunti per approfondire l'argomento seguendo un approccio davvero particolare.
E poi via verso l'"aziendalese", quel particolare linguaggio che tutti un po' detestiamo ma che ci ritroviamo ad utilizzare, per arrivare alla flessibilità lavorativa, al multitasking e al bellissimo discorso di David Foster Wallace presso il Kenyon College (se volete leggerlo, trovate il testo originale tradotto in italiano qui).
Ancora, si parla della teoria delle 10.000 ore alla quale abbiamo accennato anche qui su QualitiAmo, di ozio, di Six Sigma, di artigiani, creatività, di letteratura e mondo del lavoro, di cinema e aziende e persino di musica!

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Un libro ricco, colmo di citazioni e riferimenti e pieno di spunti che porteranno ciascun lettore ad approfondire con cognizione di causa l'argomento che più gli sta a cuore. Perché la cosa importante è apprendere e crescere nella nostra conoscenza.

Si è capito che il testo ci è piaciuto davvero tanto? ;)

PER SAPERNE DI PIU':

La learning organization
Peter Senge e la learning organization
Diventare leader: l'importanza dell'apprendimento continuo


cerca nel sito