SMED La chiave della flessibilità

di Fabrizio Bianchi e Matteo Bianchi

In occasione dell'uscita del libro "SMED La chiave della flessibilità", la casa editrice Guerini e Associati ha voluto mandare una copia del testo al nostro staff perché ve lo presentassimo.
Abbiamo chiesto la possibilità di regalarvene un estratto e siamo stati accontentati. Buona lettura!

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Tratto dal libro: "SMED La chiave della flessibilità" di Fabrizio Bianchi e Matteo Bianchi di cui la casa editrice Guerini e Associati ci ha gentilmente concesso la possibilità di condividere un estratto)

(...)

Al giorno d'oggi i clienti cercano una varietà di prodotti sempre crescente in quantità ridotte. Si aspettano elevati livelli qualitativi, prezzi contenuti e velocità di spedizione. Lo SMED aiuta le aziende a incontrare le esigenze dei propri clienti aiutando a ridurre lo spreco e a rendere profittevole anche la produzione di lotti (quantità di prodotto) inferiori.

I problemi della produzione a grandi lotti

Molte aziende producono a grandi lotti solamente perché i lunghi tempi di cambio stampo renderebbero antieconomico realizzare frequenti cambi di prodotto. La produzione a grandi lotti presenta, però, diversi svantaggi:

  • scorte eccessive: mantenere a scorta prodotti che non si vendono è costoso e mantiene bloccate delle risorse aziendali senza aggiungere alcun valore ai prodotti stessi;
  • ritardi: i clienti devono aspettare che l'azienda finisca di produrre lotti grandi invece che attendere solamente che siano prodotti i quantitativi necessari ai clienti;
  • carenze qualitative: mantenere fermi i prodotti a scorta accresce la possibilità che si danneggino e che debbano essere scartati o rilavorati prima della spedizione, con un aggravio di costi per l'azienda

Benefici dello SMED per le aziende

Lo SMED cambia l'idea per cui il setup debba necessariamente richiedere tempi lunghi. Quando i setup si possono fare velocemente, possono essere fatti tutte le voltre che è necessario. In questo modo le aziende sono messe in condizione di poter produrre lotti di dimensioni ridotte conseguendo notevoli vantaggi in termini di:

  • flessibilità: si può andare incontro ai cambiamenti della domanda del cliente senza dover tenere elevate scorte di prodotto;
  • velocità di consegna: produrre a piccoli lotti significa accorciare i tempi di attraversamento in produzione e ridurre il tempo di attesa del cliente;
  • migliore qualità: scorte minori significano minori prodotti difettosi stoccati. Lo SMED riduce i difetti anche attraverso la riduzione degli errori di setup ed eliminando i tempi di prova post cambio;
  • maggiore produttività: i cambi stampo più veloci riducono i tempi di fermo macchina con un conseguente incremento di produttività della stessa

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Benefici dello SMED per gli operatori

La velocizzazione dei setup rende l'azienda più competitiva assicurando il mantenimento dei posti di lavoro e migliora il lavoro quotidiano degli operatori rendendo più fluida e produttiva la produzione giornaliera:

  • setup semplificati significano cambi stampo più sicuri, con minori sforzi fisici e rischi di infortunio;
  • meno scorte significa anche meno materiali in sostanell'ambiente lavorativo, cosa che rende più semplice il lavoro e più sicuro l'ambiente produttivo;
  • strumenti di setup standardizzati e combinati, significa una minore varietà di strumenti da tenere sotto controllo

(...)

PER SAPERNE DI PIU':

Shigei Shingo: le pillole del suo pensiero, compresa la metodologia SMED
Implementare la Lean manufacturing: in questo articolo parliamo anche di SMED



cerca nel sito