LEAN PHILOSOPHY - DALLO ZEN AL METODO TOYOTA PER UNA NUOVA CULTURA D'IMPRESA

di Vittorio Mascherpa

In occasione dell'uscita del libro "Lean Philosophy - Dallo Zen al Metodo Toyota per una nuova cultura d'impresa, abbiamo chiesto all'autore e alla casa editrice Guerini e Associati la possibilitą di regalarvi un estratto del testo e siamo stati accontentati.
Buona lettura!

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Tratto dal libro: "Lean Philosophy - Dallo Zen al Metodo Toyota per una nuova cultura d'impresa di Vittorio Mascherpa di cui l'autore e la casa editrice Guerini e Associati ci hanno gentilmente concesso la possibilità di condividere un estratto)

Da questo libro dal taglio così particolare che abbiamo trovato estremamente interessante, abbiamo scelto di proporvi un brano tratto dal capitolo: "Le nuove competenze del leader" nel quale l'autore, dopo aver esaminato caratteristiche quali "rispetto e fiducia", "relazione", "visione" ed "autorità e potere" traccia le linee guida di una predisposizione che è, a nostro giudizio, fondamentale per i leader del nuovo millennio: l'esempio.

(...)

L'esempio

L'esempio si può considerare, a tutti gli effetti, uno strumento di comunicazione e di relazione.

(...)

Infatti, là dove le parole si rivelano insufficienti, dove i discorsi si perdono nelle ipotesi e si aggrovigliano sulle teorie, l'esempio arriva a fugare ogni dubbio e ogni possibile equivoco, poiché crea la realtà anziché descriverla.

Non richiede spiegazioni ed è immediatamente operativo.
Non esorta, non prescrive, non ordina: mostra che si può fare e come fare.
Da un punto di vista relazionale, poi, conferisce valore e credibilità al leader che lo offre, aumentando la stima e la fiducia da parte dei collaboratori e offrendo a questi un modello di identificazione positiva.

(...)

La filosofia lean - vogliamo ribadirlo ancora una volta - non è una teoria da adottare, ma prima di tutto uno stile di pensiero e di azione che scaturisce da un diverso modo di vedere e di intendere il lavoro e l'impresa.
E' per questo che la sua efficacia non dipende da una comprensione più o meno approfondita dei principi che ne sono alla base, ma da quanto tali principi sono stati assimilati e resi parte della propria struttura ideologica, mentale e comportamentale.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

(...)

[L'esempio è] uno strumento tanto più prezioso nella misura in cui ciò che viene richiesto ai collaboratori non è solamente una prestazione sul piano tecnico, ma un coinvolgimento dell'intera persona e ad ogni livello, così come abbiamo visto essere necessario per una reale efficacia del sistema.
E non si può chiedere coinvolgimento senza essere, a propria volta, coinvolti.
Non si può chiedere passione senza essere appassionati. Né responsabilità, impegno, serietà, coerenza, senza che queste qualità siano ben presenti ed espresse in primo luogo in chi le chiede.
Al contrario, il semplice manifestarle, testimoniandole e incarnandole nei fatti, è spesso sufficiente a produrre uno stimolo all'emulazione decisamente più efficace di qualunque richiesta e di qualunque argomentazione.

Riportiamo in proposito, qui di seguito, l'esperienza di Yoshihito Tanaka, presidente del Gruppo Nakayama ed esponente di uno straordinario approccio manageriale definito "Toilet Cleaning management" (!).
Nel 1991, quando in Giappone era appena scoppiata la bolla finanziaria che avrebbe influenzato i successivi "quindici anni perduti" per l'economia del paese, e il Gruppo Nakayama si trovava a scontare questo clima di crisi con una diminuzione del fatturato da 3,6 a 1,8 miliardi di yen, Tanaka, anziché ricorrere a una drastica riduzione del personale, come molte altre imprese stavano facendo in quel periodo, decise di seguire i consigli di Hidesaburo Kagiyama, fondatore della Yellow Hat Corporation e convinto sostenitore del principio per cui "la pulizia aiuta a formare le persone e a cambiare le aziende".
E decise di farlo coinvolgendosi anzitutto in prima persona, e attuando un esperimento.

(L'esempio che viene riportato nel libro è tratto da: "Toilet cleaning management" di Rosario Manisera pubblicato nel giugno 2012 sul: "Il Giornale della Logistica" ed è disponibile a questo indirizzo).

La riuscita dell'esperimento convinse senz'altro Tanaka a rivedere l'organizzazione delle aziende del suo gruppo, imperniandola proprio sui concetti di ordine e pulziia, e ottenendone risultati decisamente importanti non solo in termini di qualità di vita, clima umano, coinvolgimento e soddisfazione del personale, ma ancher dal punto di vista produttivo ed economico: da una drastica riduzione delle difettosità, degli scarti e delle "scorte morte", a sostanziali miglioramenti nella sicurezza, nella logistica e nell'efficienza generale di persone e impianti.

(...)

PER SAPERNE DI PIU':

Gli strumenti della Lean manufacturing
Come implementare la Produzione snella
Il modello giapponese
Lean manufacturing per accrescere la competitività Il portale della Lean manufacturing
I primi rudimenti per comprendere la Lean manufacturing
Produzione snella e produzione di massa a confronto
Produzione snella applicata
Modello giapponese e produzione snella
Traghettare la vostra organizzazione verso la Produzione snella
I principi della Produzione snella
Il modello giapponese: Produzione snella e Company Wide Quality Control
Organizzazione snella e Lean manufacturing
Come realizzare l'azienda snella
La produzione snella: presentazioni in PowerPoint


cerca nel sito