USO DEL QUESTIONARIO PER VALUTARE LA CUSTOMER SATISFACTION

di Article Marketing Italiano

Article Marketing Italiano ci propone questo articolo sul questionario per la valutazione della soddisfazione della clientela.

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Un utile strumento per la valutazione della soddisfazione del cliente o customer satisfaction è il questionario, solitamente a risposte chiuse, che permette una valutazione del nostro servizio e della relativa qualità percepita: in base alle risposte che abbiamo possiamo capire i punti in cui possiamo migliorare ma anche sapere quali strategie hanno prodotto buoni risultati, da questo possiamo capire quali saranno i successivi passi che dovremo compiere.
Il questionario inoltre è un mezzo di comunicazione con il cliente e ci permette di mantenere vivo il rapporto, quindi è uno strumento di fidelizzazione.

Sempre più l'analisi dei questionari avviene in modo automatizzato: oggi basta mandare un'email ai nostri clienti, includendo un link ad una pagina web ospitante il nostro questionario, e ricevere le risposte in modo veloce e preciso. E' possibile che tali operazioni siano gestite in modo remoto da un server o che vengano gestite da noi tramite un apposito software, non mancano le le soluzioni gratuite che si trovano cercando Google per survey software o Google.it per questionario software.

I questionari vanno compilati a caldo: è inutile condurre un'indagine su un cliente il cui rapporto con noi risale ad anni fà perchè il suo ricordo è sbiadito e confuso e altrettanto lo saranno le sue risposte. Quindi non indugeremo e a seguito di un'acquisto rivolgeremo loro il questionario. Le domande che andremo a chiedere riguarderanno il grado di soddisfazione del cliente e la sua lealtà come anche la sua propensione a raccomandarci ad altri.

Ogni quanto si dovrebbe proporre un indagine al cliente ? Dipende da quanto frequente è il nostro rapporto, se vendiamo automobili la frequenza potrà essere annuale dato che acquisti di tale importanza hanno intervalli molto lunghi, mentre se forniamo un servizio continuo la frequenza con cui porgiamo tali indagini potrà essere più alta senza comunque infastidire il cliente. Il ritorno di dati che abbiamo ci aiuterà a monitorare di continuo quanto un cliente sia "caldo" o meno e così suggerirci le opportune manovre.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

Che tipo di domande si dovrebbero porre in un questionario ? Abbiamo visto che le domande dovrebbero riguardare la soddisfazione stessa del cliente che è la cosa che più ci interessa, prevalentemente le domande saranno di tipo chiuso guidando ad una scelta tra più opzioni ma possono anche al tempo stesso essere aperte e così lo stesso cliente ci potrà comunicare i suoi pensieri e i suoi sentimenti a proposito di quello che abbiamo offerto loro.

Visto che la soddisfazione del cliente dipende dal servizio che offriamo loro e che la sua validità e influenzata da altre persone quali i nostri dipendenti, i nostri collaboratori e i nostri fornitori allora sarà utile proporre anche loro la compilazione di questionari: anche in questo caso il flusso di informazioni che avremo di ritorno ci porterà a capire quali sono i nostri punti forti e dove si può migliorare.
In definitiva avvaliamoci dei questionari perchè ci forniscono quelle preziose informazioni in grado di aiutarci ad evitare quegli errori che altrimenti continueremo a commettere.

(Fonte: Article Marketing Italiano)

PER SAPERNE DI PIU':

Misurare la soddisfazione dei clienti
Le esigenze del cliente e la sua soddisfazione
La soddisfazione dei clienti: appunti e riflessioni
I clienti e la gestione della Customer satisfaction
Customer satisfaction? No, grazie
La Customer satisfaction


cerca nel sito