IL RESPONSABILE QUALITA' NELLA PMI:
LA TESTIMONIANZA DI UN COLLEGA

Bruno Tommasini di Oesse ci ha scritto per raccontarci
l'esperienza di Responsabile Qualità in una PMI e per
condividerla con i nostri lettori.
La pubblichiamo volentieri, certi che possa servire
soprattutto ai colleghi più giovani che si avvicinano
per la prima volta a questa affascinante professione.

di Bruno Tommasini

responsabile-qualita-PMI

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Ho la fortuna di lavorare come Responsabile Qualità in un'azienda dinamica, guidata da un leader che basa le strategie aziendali sull’innovazione e sul miglioramento continuo.

Dopo qualche anno alla guida dell’ufficio tecnico, mi appassionai sempre di più alle tematiche della qualità. Mi accorgevo che la mia predisposizione non era tanto rivolta ai progetti in sé ma alla risoluzione delle problematiche che quotidianamente si presentavano.

Il peso di non sentire "mio" quel ruolo si faceva sempre più sentire anche perché l’azienda cresceva e le difficoltà progettuali con lei.
La fortuna volle che nel mio team venisse assunto un tecnico giovane e brillante che reputai immediatamente la persona giusta per prendere il mio posto sia dal punto di vista del carattere che della capacità di dedicarsi al problem solving. Aveva nervi saldi e una buona predisposizione al lavoro di gruppo e al confronto continuo con i clienti e con i colleghi di ogni livello. Sicuramente ottime premesse per svolgere quello che era il mio lavoro.

A questo punto, dato che il ruolo di Responsabile dell'Ufficio Tecnico era in buone mani, potevo finalmente realizzare il desiderio di occuparmi di qualità. Ricordo bene il momento del passaggio a questa nuova posizione perché fu davvero la realizzazione di un'aspettativa che faceva parte di me da molto tempo.

E questa era la premessa…

Le difficoltà non tardarono a presentarsi e la principale fu che mi ritrovai a gestire per la prima volta tutta una serie di argomenti che, nell'insieme, significano “fare qualità” all'interno di una PMI.
Provo a spiegarmi meglio. Nelle grandi realtà tutti i ruoli che si riferiscono alla qualità o che le sono vicini come affinità sono ben definiti e delimitati. Mi riferisco, ad esempio, a posizioni quali:

  • Responsabile del Sistema di gestione della qualità;
  • Responsabile della gestione degli strumenti di misura;
  • Responsabile del controllo in accettazione;
  • Responsabile dei rapporti con i fornitori;
  • Gestione e formazione delle Risorse Umane
  • ecc.

In una PMI, invece, molti di questi ruoli si accorpano, per necessità, in un'unica figura che si adatta nel tempo e che negli organigrammi di questa tipologia di aziende viene semplicemente denominata Responsabile della Qualità o Quality manager.

Questa figura è quella che, da sola, si occupa di tutto ciò che nelle grandi realtà viene suddiviso tra i ruoli elencati sopra.
Per svolgere queste mansioni serve quindi una buona conoscenza di come si gestisca un Sistema Qualità ma anche di come gestire gli strumenti di misura, impostare un progetto di miglioramento, gestire la formazione e valutarne l’efficacia, impostare piani di controllo adeguati, realizzare report statistici, gestire un audit presso un fornitore, condurre le visite ispettive interne e molto altro. Il tutto va, poi, accompagnato da una buona capacità di analisi e di sintesi e da un notevole self control.

Il consiglio che quindi mi sento di dare a tutti coloro che si apprestano a svolgere per la prima volta queste delicate mansioni è quello di non spaventarsi e di prepararsi perché ci sarà da lavorare duramente per ottenere le performance necessarie a gestire al meglio la qualità aziendale.
Non mollate mai perché la tentazione di farlo, vedrete, farà capolino. Se avete questa predisposizione e se sentite davvero "vostro" questo mestiere, i miglioramenti che vedrete nella vostra azienda giorno dopo giorno vi ripagheranno totalmente degli sforzi fatti.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

E questo è esattamente quello che sta accadendo al sottoscrittoe, credetemi, ne vale la pena.

Mi fermo qui e spero che questa breve testimonianza possa aiutare chi ha deciso di entrare in questo mondo.
In ogni caso, auguro buona fortuna a tutti i futuri Responsabili Qualità.

PER SAPERNE DI PIU':

Le domande e le risposte del colloquio
Le domande e le risposte del colloquio - 2
Le domande del colloquio di lavoro
Come cambiano i colloqui in azienda
Il Responsabile della Qualità
Le competenze del Responsabile Qualità
Le conoscenze tecniche specifiche del RGQ
Come cambiano i colloqui in azienda
Ottenere il massimo dagli eventi per cercare lavoro


cerca nel sito