I PRINCIPI ISPIRATORI DEL
MIGLIORAMENTO CONTINUO

Staff di QualitiAmo

Su quali basi e principi poggia il processo del miglioramento continuo?

miglioramento continuo

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il miglioramento continuo può svilupparsi completamente in un'organizzazione solo se questa è in grado di sviluppare nuove forme mentali nel proprio essere e fare azienda per rispondere adeguatamente ai sempre più rapidi mutamenti dell'ambiente che le circonda.
Sviluppare nuovi principi, nuovi valori di riferimento che siano in grado di creare il terreno adeguato per l'impianto e lo sviluppo di metodologie e di tecniche innovative risulta essere il primo e fondamentale passo per la creazione di quella cultura aziendale che consentirà alle organizzazioni il raggiungimento ottimale degli obiettivi fissati.

Per quanto riguarda, ad esempio, gli aspetti relativi al principio della leadership, le organizzazioni sono sempre costituite da uomini ma è cambiato il ruolo che questi uomini devono svolgere al loro interno.
Per guidare l'innovazione ed il miglioramento in un'organizzazione, essere manager, nel senso classico del termine, non è più sufficiente. I mercati assumono sempre più i tratti sfumati di entità amorfe che, per essere controllati, richiedono prevenzione e struttura (sistema), determinazione ed idee chiare (leadership, valori e obiettivi, strategie e politiche) sia nell'immediato che per il domani.

A questo proposito F. Minoli, presidente e amministratore delegato di Ducati e sostenitore del caos management, afferma: "Lascio fluttuare tutto attorno a un sogno e a una passione, aggregando persone interessanti, intelligenti e motivate. Magari un po' strane. Questa gente devi lasciarla libera, non puoi inquadrarla...L'importante è la condivisione dei valori, rafforzare l'idea che lega tutti quelli che lavorano nell'azienda...E' un filo conduttore che se non ce l'hai devi trovarlo, perché è la chiave per avere successo e divertirsi...L'azienda diventa una tribù".

Senza scomodare parole impegnative come "carisma", si può dire che questa sia sicuramente la dote principale richiesta a chi regge le sorti delle aziende del nuovo millennio e che deve realizzare della propria organizzazione un "corpo" robusto ma sinuoso e flessibile ma, soprattutto, dotato di saggezza (il miglioramento continuo), cultura (la conoscenza e l'esperienza) e capacità di pensiero innovativo: principi e valori che devono essere condivisi, vissuti e resi trasparenti nei comportamenti che consentono alle persone di avere stelle polari di riferimento per il loro quotidiano cammino di miglioramento continuo e di ricerca dell'eccellenza.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

P. B. Crosby scrive: "Occorrono persone che abbiano un completo dominio di sé, che riescano a pensare in modo creativo e, nel contempo, a realizzare le proprie idee pur conservando la necessaria flessibilità per prevedere ed evitare qualunque ostacolo si trovi dietro l'angolo...Possono essere individuate a tal proposito dieci capacità che costituiscono lo stile manageriale, ossia ascoltare, collaborare, aiutare, comunicare, creare, realizzare, imparare, guidare, seguire, fingere ma quest'ultima è meglio non svilupparla".

PER SAPERNE DI PIU':

Il Kaizen e il miglioramento continuo
Processi e miglioramento continuo
Migliorare i flowchart
Gli elementi del processo di miglioramento continuo
I principi del miglioramento
Kaizen, Cocomi e miglioramento continuo
I principi ispiratori del miglioramento continuo
Il miglioramento per grandi innovazioni e il miglioramento continuo
Philip B. Crosby: i 14 passi verso il miglioramento
Il diagramma di flusso del miglioramento
Leadership e miglioramento
Miglioramento continuo tramite i gruppi di lavoro
Il miglioramento
Il miglioramento (2)


cerca nel sito