IL PROGRAMMA NADCAP IN BREVE

di Paola Mauro

Una collega e affezionata lettrice di QualitiAmo, Paola Mauro, ci presenta il National Aerospace & Defense Contractors Accreditation Program. Scopriamolo insieme.

nadcap

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

L’acronimo NADCAP, che sta per National Aerospace & Defense Contractors Accreditation Program, è un programma di cooperazione mondiale delle imprese che operano nel settore aerospaziale e difesa, definite come Primes.

Lo scopo del NADCAP è stato quello di istituire una procedura standard unica di accreditamento per tutti quei processi definiti speciali, che poi in seguito illustreremo, da applicare alle aziende della supply chain delle Primes stesse.

La nascita del programma NADCAP è stata una vera e propria trasposizione a 360° del concetto di “continuous improvement ”: difatti prima del NADCAP gli audit che venivano svolti sui fornitori, erano quasi del tutto identici a quelli effettuati per i processi interni delle Primes.

Tutto questo creava semplicemente degli audit ridondanti con un aumento del carico di lavoro e dei costi, vivendo al di fuori di un’ottica di Qualità che fa rima con la logica di ottimizzazione dei processi e quindi, di riduzione dei costi.

Nel 1989 nel corso di una conferenza tra i rappresentanti del settore e il governo degli Stati Uniti d’America, si arrivò ad una soluzione per il controllo dei processi dei fornitori, e nel 1990 venne istituita la Performance Review Institute(PRI) associazione senza scopo di lucro, alla quale è stata affidata l’amministrazione del programma NADCAP.

Quindi se un’azienda in ambito aerospaziale aspira a divenire fornitrice di una delle aziende Primes, deve avere necessariamente l’accreditamento NADCAP, altrimenti non viene presa in considerazione.

Un Audit in programma NADCAP è totalmente diverso rispetto ad un Audit svolto in regime di Iso 9100, perché è una visita ispettiva più profonda che va a valutare degli aspetti squisitamente tecnici del processo di quel determinato fornitore.

Nulla viene lasciato al caso, e si cerca di porre attenzione a tutte quelle carenze che potrebbero palesarsi e quindi rendere quell’aspirante fornitore non conforme rispetto agli standard qualitativi del programma in questione.

Quindi l’Audit NADCAP non è:

  • Eseguito Apprendisti o Auditor privi di conoscenze specifiche nel campo;
  • Un Audit appartenente alla famiglia ISO 9000

La necessità di introdurre un programma di audit ad hoc in ambito Aerospazio e Difesa, avviene proprio perché questo delicato settore rappresenta l’ambito capofila della Qualità, nel quale l’esigenza, che tutto deve essere prodotto “ a regola d’arte”, è molto forte : se pensiamo ad esempio al settore Aeronautico che fa parte della grande famiglia Aerospaziale, qui vediamo che la logica del continuous improvement viene applicata ogni giorno trasformandosi in continui interventi volti a garantire l’evoluzione del settore stesso.

Appare doveroso a questo punto enunciare quali sono quei “processi speciali” che sono sottoposti all’Audit NADCAP:

  • Sistema di qualità aerospaziale (Aerospace Quality System, AQS);
  • Processi chimici (Chemical Processing, CP);
  • Rivestimenti (Coatings, CT);
  • li>
  • Materiali compositi (Composite Materials, COMP);
  • Lavorazione di macchina convenzionali (Conventional Machining as a Special Process, CMSP);
  • Giunti a elastomero (Elastomer Seals, SEAL);
  • Elettronica (Electronics, ETG);
  • Distribuzione dei fluidi (Fluid Distribution Systems, FLU);
  • Trattamento termico (Heat Treating, HT);
  • Laboratori per i test dei materiali (Materials Testing Laboratories, MTL);
  • Misurazione e controllo (Measurement and Inspection, M&I);
  • Test non distruttivi (Nondestructive Testing, NDT);
  • Lavorazione a macchina non convenzionale e trattamenti superficiali (Nonconventional Machining and Surface Enhancement, NMSE);
  • Sigillanti (Sealants, SLT);
  • Saldatura (Welding, WLD)

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Per chiudere possiamo affermare che il programma NADCAP di sicuro rappresenta un’evoluzione fondamentale nell’ambito della produzione aerospaziale perché la valutazione dei fornitori avviene in un’ottica totalmente imparziale ed indipendente, che è andata nei fatti ad aggiungere valore e a ridurre i costi.

PER SAPERNE DI PIU':

Lean manufacturing nel settore aerospaziale
FORUM - ISO 9100: differenze con la ISO 9001?
FORUM - Adeguamento ISO 9001 a EN 9100
Lean manufacturing per accrescere la competitività - L'esperienza Boeing-Alenia Aeronavali


cerca nel sito