IMPLEMENTARE IL KANBAN

di Staff di QualitiAmo

Quali sono i sette passi per implementare il Kanban all'interno di un'organizzazione?

kanban


Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il Kanban, proprio come tutti gli altri strumenti della Qualità, ha bisogno di un processo di implementazione per arrivare a dare tutti i vantaggi che conosciamo.

In primo luogo, è necessario che tutti si impegnino nel profondo cambiamento rappresentato dall'introduzione del Kanban il che significa accettare che si debba rivedere il modo di lavorare di tutti. Per riuscirci, bisognerà essere disposti ad accettare la sensazione di disagio che è sempre associata all'implementazione di nuovi strumenti.

Accettata l'idea che si debba cambiare, occorrerà redigere un piano delle azioni da implementare, delle risorse da impiegare e delle persone da impegnare in queste attività. In particolare, ci sono sette passaggi che vengono considerati degli step chiave per l'attuazione del kanban nella vostra organizzazione. Questi passaggi consentono di determinare in quale situazione si trovi l'azienda, di mettere bene a fuoco ciò che si vuole raggiungere e di accordarsi su come si vuole realizzare questo percorso.

I sette passaggi fondamentali possono essere riassunti in questo modo:

  • raccogliere tutti i dati necessari;
  • calcolare bene le dimensioni del Kanban;
  • progettarlo;
  • formare tutte le persone che dovranno applicare questo nuovo strumento;
  • avviare il sistema;
  • condurre un audit per verificare se i risultati previsti siano stati raggiunti;
  • impegnarsi a mantenere questi risultati nel tempo e cercare sempre di migliorsi

La prima fase è quella della raccolta dati e serve per mettere insieme i dati necessari per comprendere e caratterizzare il processo di produzione.
Raccogliere dati vi permetterà di prendere una decisione sulla base dei fatti invece che su semplici desideri o intuizioni. Questo primo passo rappresenta anche un'occasione d'oro per fare una bella mappatura del flusso di valore per l'intero impianto e determinare, così, quali processi produttivi sarebbero i migliori candidati per l'implementazione di un sistema pilota di pianificazione Kanban.

Questi dati vi permetteranno di calcolare la grandezza del Kanban che è poi il passo successivo.
Per sviluppare al meglio questo passaggio, occorre essere onesti circa le capacità reali del processo in modo da poter calcolare le quantità Kanban realistiche che supportano la domanda dei clienti.

Inizialmente, si calcolerà la dimensione che dovrà avere il contenitore Kanban in base alle condizioni attuali e non sulla base di ciò che vorremmo implementare in futuro. Tuttavia, nell'ultimo punto di implementazione dello strumento - come vedremo - ci si concentrerà sull'individuazione dei modi per migliorare su base continua il nostro modo di lavorare.

I calcoli iniziali per progettare il nostro Kanban si baseranno sulle esigenze di produzione, sul tasso di scarto del sistema, sul tasso di produttività del processo, sui tempi di inattività pianificati e sui tempi di attrezzaggio che vanno presi in considerazione per calcolare un intervallo di rifornimento valido.
Le quantità di contenitori Kanban necessarie per la gestione del processo dovranno prevedere anche un piccolo buffer che rappresenterà la scorta di sicurezza per poter gestire piccole variazioni all'interno del processo.

Dopo aver calcolato le quantità di Kanban necessari per supportare le esigenze della produzione in base alle condizioni attuali, si è pronti a progettare il sistema e, quindi, a rispondere alla domanda: "Come si intende implementare il Kanban?"

Il progetto dovrà prendere in considerazione:

  • i controlli del materiale;
  • i segnali a livello visivo che indicheranno il buon funzionamento dell'intero sistema;
  • le regole di base per lavorare con il Kanban;
  • l'individuazione delle persone che gestiranno tutte le attività legate al Kanban;
  • l'individuazione di chi deciderà in merito alla pianificazione;
  • l'individuazione di chi sarà incaricato di risolvere eventuali problemi;
  • la tipologia di formazione richiesta;
  • le fasi di attuazionedel progetto

Questa fase dovrebbe essere rappresentata da un piano per l'attuazione del Kanban, con una chiara indicazione di tutte le azioni tese alla sua implementazione, le assegnazioni dei compiti e la definizione delle scadenze.

Scegliete una data di inizio, costruite un piano a sostegno della realizzazione di quanto previsto entrro questa data e iniziate a monitorare il piano per vedere come progredite e se occorrono azioni correttive.

(Seconda parte)

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Fra qualche giorno completeremo la spiegazione relativa alle fasi di implementazione del Kanban, parlando delle ultime quattro. Non mancate!

PER SAPERNE DI PIU':

Una semplice lavagna: il sistema Kanban
Sistemi Pull: Kanban e Conwip
Il cartellino Kanban
La Produzione snella spiegata da QualitiAmo
La Lean production nelle micro e PMI
Gli strumenti per applicare la Produzione snella
Terminologia: il Kanban
Kanban: questo sconosciuto - seconda parte


cerca nel sito