I BENEFICI DI UN PROGETTO:
COME IDENTIFICARLI

Staff di QualitiAmo

Come si fa a comprendere se un progetto o un programma hanno prodotto benefici? Attraverso il benefict management, la gestione dei benefici.

progetto

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il benefit management è parte essenziale di qualunque progetto di business. Se non si è sicuri, infatti, che i benefici siano stati raggiunti, è impossibile determinare se è valsa la pena investire nel progetto oppure no.

Da dove partire

Il punto da cui partire per ottenere valore da un progetto è quello di identificare i benefici che questo porterà.

I benefici vengono identificati durante la stesura del business case. Devono essere coerenti con la strategia aziendale: per esempio, se la strategia consiste nel rimanere un'azienda low-cost, allora i benefici rappresentati da una riduzione dei costi sono di importanza capitale.

Le categorie in cui dividere le tipologie di benefici possibili sono diverse. I benefici possono essere:

  • finanziari: come la riduzione dei costi o il loro abbattimento totale, un aumento delle entrate, ecc.
  • tangibili e misurabili: un aumento della tutela del consumatore, un aumento del livello di soddisfazione dei clienti, modifiche nei KPI (Key Performance Indicators - Indicatori chiave di performance).
    All'occorrenza, alcuni di questi possono essere quantificati da un punto di vista finanziario. Il miglioramento della performance operativa, per esempio, può essere convertito in risparmio sui costi o aumento delle entrate
  • intangibili e non misurabili se non sulla base di un giudizio personale: rientrano in questa categoria l'allineamento strategico, il miglioramento delle capacità e lo sviluppo delle skill.

I benefici di un progetto devono essere soggetti a controllo via via che un progetto avanza: raramente i benefici reali coincidono con quelli attesi all'inizio del progetto.

I livelli di beneficio attesi nel calcolo dei rischi devono essere associati a un progetto. Mai impegnarsi a consegnare la totalità dei benefici previsti da progetti ad alto rischio.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Ed ecco alcuni suggerimenti per raggiungere i benefici desiderati:
  • Disegnate dei progetti che producano benefici: non cercate semplicemente di pensare ai benefici quando avete l'idea di un progetto, cercate di farvi venire delle idee per raggiungere i benefici desiderati.
  • Pianificate i progetti in modo da massimizzare i benefici. Spesso i progetti vengono stesi prestando particolare attenzione alla creazione di risultati e all'uso di risorse, ma senza considerare i benefici. Il manager dovrebbe essere alla costante ricerca di modi per massimizzare i benefici offerti da un progetto. Il modo in cui un progetto viene gestito avrà un impatto sulla velocità con cui si arriva ai benefici e sul loro livello.
  • Fate attenzione a mescolare tipologie diverse di benefici. Da un punto di vista del change management, tipologie diverse di benefici possono entrare in conflitto le une con le altre, anche in termini di strategia di progetto (per esempio, al riduzione dei costi e il miglioramento dell'assistenza clienti possono richiedere strategie progettuali differenti)
  • Verificate che il progetto sia realmente una fonte di benefici. Se i benefici possono essere raggiunti senza il progetto, allora il progetto non è utile. E' sorprendente il numero di progetti che viene avviato in nome di benefici che potrebbero essere conquistati anche senza alcun progetto.
  • Cercate di identificare e di evitare i doppi conteggi, per esempio non prevedendo lo stesso beneficio da progetti diversi
  • Non focalizzatevi troppo sui benefici finaziari, perché questi sono importanti, ma è bene ricordare che ne esistono altri che contano e che sono di natura non finanziaria.
    Concentrarsi esclusivamente sul ritorno economico può portare a un portafoglio poco equlibrato

PER SAPERNE DI PIU':

Valutare la qualità di un progetto
Valutare la qualità di un progetto
Raccogliere sostegno per un progetto
Sviluppare il business case di un progetto
Collabtive
L'approccio bottom-up
Gestire i progetti in ottica Qualità


cerca nel sito