GESTIRE LE PERSONE: CONTROLLI
INFORMALI E CULTURA

di Staff di QualitiAmo

In un ambiente dove si lavori in Qualità questo è il modo migliore per gestire le persone

gestire le persone

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Quando un'azienda si sposta dai paradigmi della gestione tradizionale ad una gestione improntata alla Qualità, anche la cultura dell'azienda deve trasformarsi di pari passo.
I metodi di gestione del personale tradizionali implicano controlli stringenti e frequenti, incidendo notevolmente sia sulle operazioni prive di valore aggiunto che direttamente sul costo del lavoro. In più vogliamo aggiungere che non sono così efficaci, visto che proprio le aziende che controllano maggiormente i dipendenti riscontrano una minore efficienza?

Se il nostro rapporto con i collaboratori si basa solo sul renderli consci che adottano comportamenti poco professionali, non li metteremo in grado di sviluppare e interiorizzare uno standard di comportamento diverso o di comprendere il "quadro generale" del perché è nel loro interesse mantenere standard di comportamento elevati.
E' un po' come insegnare qualcosa ad un figlio: se lo puniremo perché non ha studiato, l'unica cosa che otterremo è che, la prossima volta, ci racconti una bugia sul voto che ha preso mentre se riusciremo a fargli capire davvero perché studiare è importante, avremo un bambino più maturo che cercherà di destreggiarsi al meglio tra compiti e giochi.

Un controllo informale, integrato con una buona cultura aziendale, è uno strumento assolutamente potente per gestire il personale. Vediamo perché.

Le difficoltà delle PMI

Molte piccole e medie imprese in Italia si trovano ad affrontare le stesse difficoltà da quando l'economia ha avuto una flessione e la crisi ha iniziato a farsi sentire. I loro prodotti sono diventati improvvisamente troppo costosi da produrre e i loro cicli di lavoro sono risultati ben presto troppo lunghi e pieni di sprechi.

Chi capisce che le opportunità migliori per fronteggiare una crisi come questa risiedono all'interno dell'azienda (migliore gestione delle persone, recupero di efficienza, rapporti solidi con i clienti e con i fornitori, ecc.) e non all'esterno (outsourcing, personale precario, ecc.) avrà, nel tempo, un vantaggio competitivo notevole.
Iniziare a ragionare in un'ottica di Qualità significa coinvolgere tutti i dipendenti nel progetto, addestrarli ai principi e alle metodologie che possono insegnare l'efficienza e, nello stesso tempo, soddisfare clienti, fornitori e collaboratori.
Insieme si può studiare come migliorare i processi, come gestire in modo più efficiente i progetti, come erogare i servizi senza fare errori, come riprogettare il layout degli impianti per far lavorare meglio le persone e per combattere gli sprechi di tempo dovuti alle movimentazioni, come iniziare ad usare la manutenzione preventiva per sfruttare al meglio le macchine, ecc.

All'inizio di questo percorso è necessario un piccolo sforzo in più rispetto a quelle aziende che affrontano la crisi chiedendo sangue e sudore ai propri dipendenti ma poter contare su clienti fidelizzati, su fornitori collaborativi e su personale motivato permetterà non solo di fronteggiare al meglio il periodo negativo ma anche di gettare le basi per crescere in un prossimo futuro.

Le persone devono imparare a riconoscere gli sprechi veri, quelli che impattano direttamente sull'efficienza globale dell'azienda e lavorare tutte insieme per ridurli fino a farli scomparire.
Permettere alle persone di crescere e di imparare qualcosa di nuovo ogni giorno, le aiuteràa vedere - finalmente - il quadro generale del flusso del valore e di comprendere in che misura il loro lavoro incida direttamente sul rendimento generale e, quindi, sulla sopravvivenza stessa dell'azienda.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Un cambiamento radicale

Occorre un cambiamento radicale di cultura che porti management e dipendenti a non combattersi, da una parte controllando e dall'altra cercando nuovi modi per non farsi controllare, ma a cambiare atteggiamento per puntare a valori comuni e ad una gestione ottimale delle priorità dell'azienda e di tutte le parti interessate (dipendenti compresi).

Avete mai provato a riflettere su come un clima di fiducia permetta di ottenere un riscontro migliore rispetto a un clima di mero controllo? Pensate a quanti sprechi avete controllando da vicino le persone e ricordate che non potete controllarle tutte per 8 ore al giorno. Lo sappiamo tutti, chi è controllato non vede l'ora di imbrogliare il controllore. La fiducia, invece, permette di lavorare meglio e di aumentare l'efficienza.

La prossima settimana continueremo il nostro discorso contrapponendo direttamente i controlli informali a quelli formali ed esaminando da vicino l'importanza che ha il management nella creazione di una cultura interna all'organizzazione.

(Seconda parte)

PER SAPERNE DI PIU':

Il coinvolgimento del personale
Imparare a persuadere le persone
Costruire un vantaggio competitivo con le persone
Quando un insieme di persone diventa team?
Controllo e supervisione sulle persone e sulla cultura dell'organizzazione
Aforismi sulle persone



cerca nel sito