LA GESTIONE DEL RISCHIO IN LABORATORIO - 2

di Denis Brazzo

Il Dr. Chim. Denis Brazzo di DeBra Consulenze presenta ai lettori di QualitiAmo la gestione del rischio in laboratorio

gestione-rischio-laboratorio

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Prima parte)

Così come suggerito dalla norma di riferimento (UNI ISO 31000:2010), la gestione del rischio, quando attuata e mantenuta attiva consente ad esempio di perseguire i seguenti principali risultati:

  • aumentare la probabilità di raggiungere gli obiettivi;
  • incoraggiare una gestione proattiva;
  • essere consapevoli della necessità di identificare e trattare il rischio per la totalità dei processi del laboratorio;
  • migliorare l’identificazione delle minacce e delle opportunità;
  • soddisfare i requisiti cogenti e delle norme internazionali pertinenti;
  • migliorare il reporting cogente e volontario;
  • migliorare la governance;
  • migliorare la confidenza e la fiducia dei portatori d’interesse;
  • costituire una base affidabile per il processo decisionale e la pianificazione;
  • migliorare la gestione dei controlli qualità in routine;
  • assegnare ed utilizzare efficacemente risorse per il trattamento dei rischi;
  • migliorare l’efficacia e l’efficienza operative;
  • accrescere le prestazioni in ambito di salute e sicurezza, così come di protezione ambientale;
  • migliorare la gestione della prevenzione delle perdite e la gestione degli incidenti;
  • minimizzare le perdite;
  • migliorare l’apprendimento organizzativo;
  • migliorare la resilienza organizzativa (es: aumentare l’indice di flessibilità del laboratorio)

Operativamente in laboratorio si potrebbe ipotizzare uno “schema-canovaccio” (da dettagliare) simile al seguente:

PLAN

  • comprendere l’organizzazione ed il suo contesto;
  • stabilire la politica per la gestione del rischio;
  • definire le responsabilità;
  • definire l’integrazione del Risk Based Thinking nei processi del laboratorio;
  • definire le risorse necessarie;
  • stabilire i meccanismi di reporting interni/esterni (procedure e moduli di sistema)

DO

  • attuare la struttura per la gestione del rischio;
  • attuare il processo di gestione del rischio (attraverso ad esempio la tecnica dello Brainstorming associata all’analisi S.W.O.T ovvero valutare i punti di forza (Strengths), i punti di debolezza (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) in merito al rispetto dei requisiti delle norme di riferimento per il proprio sistema di gestione per la qualità

CHECK

  • monitoraggio e riesame della struttura di riferimento

ACT

  • miglioramento continuo della struttura di riferimento

Concludendo, la pratica di gestione del rischio in laboratorio diverrà sempre più importante al fine di perseguire efficienza ed efficacia, ricordiamo infatti che il processo di revisione della Norma Internazionale ISO/IEC 17025 in corso ha prodotto un documento (pubblicazione definitiva target 31/05/2017) che già nell’introduzione, riporta […] la presente Norma Internazionale richiede ai laboratori di pianificare ed implementare azioni volte ad affrontare rischi ed opportunità […] Affrontare rischi ed opportunità crea una base per migliorare l’efficacia del sistema di gestione, ottenere risultati migliori ed evitare effetti negativi.[…].

NOTA al presente articolo: le traduzioni riportate dalla lingua originale (inglese) non sono da intendersi di riferimento per il raggiungimento della conformità ma vengono riportate liberamente a solo scopo divulgativo.

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

PER SAPERNE DI PIU':

Risk Management nelle PMI. Un reale caso di successo
Risk Management e qualità dei prodottti
Piani di riserva per la gestione dei rischi
La ISO 9001:2015 e i rischi: cosa bisogna fare per adempiere ai nuovi requisiti?
L'enterprise risk management nelle imprese non finanziarie
Le fonti di rischio in un progetto
Azioni per affrontare rischi e opportunità




cerca nel sito