LE DOMANDE PER L'AUTOVALUTAZIONE - 2

di Staff di QualitiAmo

Fare una valutazione oggettiva del livello di Qualità raggiunto serve per sapere come impostare le azioni di miglioramento

autovalutazione1

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Prima parte)

Le domande

Sono state identificate le variabili di tutti i processi chiave e vengono periodicamente controllate utilizzando strumenti per il controllo statistico?
Spesso, nell'identificare gli indicatori, tendiamo a dimenticare che devono avere un qualche significato all'interno della vision della nostra organizzazione. E' il caso delle aziende che cercano indicatori solo per soddisfare l'ente certificatore, non preoccupandosi di trovare indici utili al miglioramento della loro efficacia e dell'efficienza.
Un altro aspetto fondamentale è quello del controllo statistico che troppo spesso viene accuratamente evitato per non complicarsi la vita ma che, in realtà, è l'unico che può offririci uno spaccato veritiero sulla situazione in cui versa l'organizzazione.

I processi sono controllati in modo che avanzino al loro interno solo i prodotti conformi?
Il vostro sistema è a prova di non conformità (cioè non offre mai la possibilità di avanzare lungo il ciclo di produzione ai materiali non conformi) oppure, occasionalmente, vi capita di ritrovarvi delle non conformità al termine del processo?

Ci sono rapporti frequenti tra l'organizzazione e i suoi fornitori?
Rapporti e scambi di visite frequenti tra cliente e fornitori permetteono di maturare una buona conoscenza reciproca e una condivisione dei requisiti.
Spesso, invece, si tende a sottovalutare l'importanza di questi rapporti e i nostri fornitori diventano dei perfetti sconosciuti.

Siete soliti condividere con i fornitori chiave i vostri piani futuri relativi a volumi e nuove tipologie di prodotti ?
Quando si ha l'intenzione di ridiscutere i volumi di produzione o di dedicarsi alla creazione di nuove tipologie di prodotti, è buona regola condividere con i fornitori i nostri piani per il futuro, in modo da discutere con loro la capacità di rispettare i nuovi requisiti.

I vostri fornitori risultano sempre conformi alle specifiche concordate?
Fermatevi per un attimo a ragionare e cercate di capire se, negli ultimi 6 mesi, i vostri principali fornitori sono stati conformi alle specifiche almeno al 98%. Quando si arriva ad ottenere la garanzia di un livello di Qualità così alto per quanto riguarda i quantitativi, la qualità dei materiali e le date di consegna, i controlli in ingresso possono essere ridotti o addirittura eliminati, con notevoli recuperi sull'efficienza.

I fornitori vi aiutano ad abbattere i magazzini?
Uno dei grandi vantaggi che derivano dall'avere buoni rapporti con i fornitori è quello di lavorare insieme per ridurre il livello dei magazzini. In questo modo potremmo gestirli con minori risorse (meno uomini, meno spazio, costi minori) e con un grande recupero di efficienza.

I problemi vengono registrati puntualmente e rivisti quotidianamente per avviarli ad una soluzione definitiva?
I problemi fanno crescere se vengono gestiti nel modo corretto. Registrarli, analizzarli e mantenerli monitorati fino alla loro risoluzione è, infatti, un modo per creare conoscenza condivisa all'interno dell'azienda.
Impostate, dunque, un sistema per identiifcare, registrare e mantenere una traccia quotidiana delle problematiche e verificate il loro effetto sull'efficacia e sull'efficienza del sistema.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Le postazioni di lavoro sono progettate secondo i principi dell'ergonomia?
Quando i principi dell'ergonomia sono compresi fino in fondo e gli ambienti di lavoro vengono progettati in base ai suoi dettami, le persone lavorano meglio e in modo più efficiente.

Esistono team multidisciplinari che si occupino di migliorare costantemente il flusso dei materiali e delle informazioni all'interno dell'organizzazione?
Avere gruppi di lavoro che si preoccupino costantemente di trovare nuovi modi per migliorare l'efficienza dell'intero sistema è una base imprescindibile per creare l'ambiente adatto allo sviluppo di un Sistema Qualità.

Le persone vengono messe nelle condizioni di poter crescere professionalmente?
Fornire opportunità di crescita alle persone che lavorano con noi significa poter contare su un miglioramento costante delle loro performance e su una maggiore soddisfazione personale: due fattori estremamente importanti per poter costruire un ambiente improntato alla crescita.

PER SAPERNE DI PIU':

Come si misura la Qualità?
Introduzione al benchmarking
Un contributo metodologico dalle esperienze di benchmarking
Terminologia: benchmarking
Terminologia: autovalutazione


cerca nel sito