COME E' CAMBIATA LA
QUALITA'

Staff di QualitiAmo

Il percorso inarrestabile della Qualità

qualita

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Se provassimo a seguire l'evoluzione della Qualità fin dalla sua nascita, scopriremmo che le basi sono state poste addirittura secoli fa ma che si è sviluppata lungo percorsi molto diversi tra loro.

Concentrandosi, inizialmente, sulla verifica del prodotto finale rispetto alle norme in un ricerca sempre crescente di eventuali guasti del prodotto, la gestione della Qualità nel corso degli anni si è spostata verso una visione più generale che va a toccare tutte le discipline.
Prima di arrivare a questo punto, però, per molti anni, tutti i processi di supporto che possiamo trovare all'interno delle nostre organizzazioni furono esclusi da questa visione, a meno che non contribuissero direttamente al raggiungimento della qualità del prodotto.

Quando la concezione della Qualità si è spostò dal semplice controllo ad una vera e propria gestione, però,diventò più difficile distinguere tra questioni relative alla Qualità e questioni non di Qualità.
Qualcuno provò a distinguere tra problemi qualitativi piccoli (le "piccole q" o "little q" ) e problemi qualitativi più consistenti (le "grandi Q" o "big Q").
Le "little q" si riferivano direttamente ai prodotti e ai servizi, ai rapporti clienti-azienda e azienda-fornitori e ai processi, funzioni e costi ad essi direttamente correlati mentre le "big Q", con una visione decisamente più completa, coprivano tutti gli altri processi, gli output, gli interessi degli stakeholder.

Fu subito evidente, però, che ogni persona all'interno di un'organizzazione contribuisce a dare risultati e che ogni funzione influenza, in qualche modo, la capacità aziendale di creare e mantenere clienti soddisfatti.
Dunque, si capì in fretta che la sopravvivenza dipendeva dai rapporti con i dipendenti, con i fornitori, con gli azionisti, e con la società in generale e che tutte queste parti interessate erano importanti nella ricerca, nel mantenimento e nel miglioramento della Qualità.

Durante questa evoluzione, però, a volte la terminologia è rimasta un po' frenata rispetto al pensiero. L'ispezione si è evoluta in Controllo Qualità che, a sua volta, è diventato Assicurazione Qualità. Come se questo non bastasse, si iniziò a parlare di Total Quality Management, nel tentativo di concentrarsi sulle "grandi Q", relegando l'Assicurazione Qualità ad occuparsi delle "piccole q".
Purtroppo, il TQM non fu compreso bene e diede luogo a molte scelte errate. Non si riuscì, infatti, a colmare il divario tra la Qualità più "intellettuale" (rimasta di un qualche interesse solo per i pochi specialisti) e la gestione generale.
Il modello EFQM per l'eccellenza ha, in qualche misura, colmato questa lacuna anche se si è inserito in un quadro concentrato sulla valutazione, invece che in una pura filosofia di gestione.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Oggi, ogni volta che pronunciamo la parola "Qualità" i nostri ascoltatori evocano visioni personali e molto diverse una dall'altra, a concentrandosii sulle "little q" o sulle "big Q".

QualitiAmo vorrebbe impegnarsi proprio in questa mission nell'ampio panorama della Qualità italiana: far intraprendere ai lettori percorsi diversi da quelli più istituzionali e classici, al fine di spiegare i concetti, i principi e la filosofia della Qualità, inserendo l'uomo come tessera più importante di tutte in un percorso che abbraccia sia le "piccole q" che le "grandi Q" senza concentrarsi troppo sui nozionismi ma stimolando, piuttosto, un arsenale di domande (e di risposte) che consentano a studenti, professionisti e manager della Qualità di creare e sostenere un vero cambiamento all'interno delle realtà in cui lavorano.

PER SAPERNE DI PIU':

La storia della Qualità
Il Controllo Qualità
L'Assicurazione Qualità
La Gestione della Qualità
Le date della Qualità
Il Kaizen: la storia
La storia della Lean manufacturing


cerca nel sito