IL MODELLO PER IMPLEMENTARE CON
SUCCESSO IL CAMBIAMENTO

di Staff di QualitiAmo

Affinché un cambiamento avvenga con successo, occorre che vengano rispettati alcuni step

cambiamento modello


Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Perché un cambiamento abbia effetto all'interno di un'organizzazione, è bene seguire alcuni passi fondamentali che, se ben implementati, ne assicurano la buona applicazione.

Attivarsi per il cambiamento

Ogni cambiamento va affrontato da una prospettiva di tipo strategico che deve sempre partire dalla Direzione.

La strategia è bene che comprenda:

  • un cambiamento nella cultura dell'organizzazione che dovrà essere in grado di sostenere il cambiamento nel lungo termine
  • un approccio top-down al decision making
  • una forte leadership durante tutte le fasi dell'implementazione del processo di cambiamento
  • eventi periodici che permettano di coinvolgere le persone, supportando la strategia e la vision che sta alla base del suo sviluppo
  • una continua necessità di motivare, formare, addestrare le risorse umane
  • un modo per facilitare il lavoro di coloro che cercano costantmente di portare valore aggiunto a ciò che fanno
  • un feedback puntuale sul lavoro fatto

Affinché il cambiamento venga sostenuto dalle persone, occorre che esse siano motivate e lavorino con convinzione verso un obiettivo comune. Ecco perché è fondamentale che questo cambiamento non venga imposto ma condiviso attraverso l'esempio e l'empowerment delle risorse umane.

Anche una crisi può essere sfruttata da un management intelligente per far capire alle persone che non si può più continuare a lavorare come prima e che occorre cambiare. I cambiamenti più importanti avvenuti nel corso della storia del business, infatti, sono intervenuti proprio per fronteggiare una crisi più o meno profonda.

Trasformare la strategia in obiettivi

Riguardo alla natura del cambiamento, i programmi di successo che puntino al miglioramento devono crescere in ogni loro aspetto in maniera organica.
Generalmente si fa la distinzione tra due spinte ben distinte che portano le persone ad aderire a questa tipologia di programmi:

  • il management che spinge le persone ad adottare un certo tipo di comportamento attraverso la formazione e l'organizzazione di eventi che insegnino come agire in certe circostanze
  • le risorse umane che vengono portate a comportarsi in un certo modo grazie alla comprensione dei benefici che derivano dal cambiamento

Questa è forse la fase più delicata di tutto il processo perché, forzando troppo, c'è il rischio che le persone si sentano costrette ad agire in un certo modo e non sposino fino in fondo la filosofia del cambiamentro, mentre mostrarsi troppo accondiscendenti potrebbe non stimolare abbastanza i lavoratori e non coinvolgerli nel progetto. Ecco perché è importante che una Direzione dalla leaderhip forte riesca a destreggiarsi in questo campo minato.

Per trasformare una strategia in qualcosa di concreto, occorre disegnare una mappa di come si lavora (lo stato corrente delle cose) e poi progettarne una che rispecchi lo stato futuro che si ipotizza per l'organizzazione.
Questo modo di procedere permetterà di progettare un flusso di attività più efficiente e privo di spechi.

Bisogna anche costruire un sistema che sia in grado di tracciare i risultati del progetto di cambiamento che si vuole portare avanti, ipotizzando tutte le nuove misure delle performance che possono supportarci in questo difficile lavoro. Naturalmente gli indicatori non bastano perché occorrerà anche fissare obiettivi chiari da raggiungere

Progettare i nuovi processi

Accanto e in parallelo alla value stream map che occorre sviluppare per progettare il cambiamento, bisogna preparare un value stream plan che contenga i piani di implementazione passo dopo passo del nuovo flusso del valore, gli obiettivi da raggiungere, le milestone e le date di completamento di ogni fase prevista.

Questo approccio fornisce una strategia di implementazione per tutti i livelli operativi e permette di riorganizzare l'azienda secondo il flusso del valore ipotizzato il che significa ripensare da zero tutti i dipartimenti funzionali e i processi.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Costruire una learning organization

Le organizzazioni che vogliono che il loro cambiamento duri nel tempo hanno poi la forza e la capacità di trasformarsi in vere e proprie learning organization, organizzazioni capaci di imparare.
Per farlo, mettono in campo istruttori qualificati, gli strumenti utili allo scopo, le tecniche giuste e tutti i materiali che servono.

PER SAPERNE DI PIU':

Imparare a gestire il cambiamento
Le regole del cambiamento
Le regole del cambiamento - 2
La resistenza al cambiamento
Gli ostacoli al cambiamento
Affrontare le resistenze al cambiamento
I fattori critici di successo del cambiamento
Controllare il cambiamento
La gestione del cambiamento con il LSS
Aforismi sul cambiamento


cerca nel sito