ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO
VINCENTI NEL MONDO DEL LAVORO - 2

Staff di QualitiAmo

Qual è la predisposizione giusta quando si lavora?

atteggiamento

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Prima parte)

Anche prendersi dei rischi, in maniera calcolata e in linea con ciò che dovete fare, può essere una caratteristica importante in un collaboratore, soprattutto se rischiare porta a fare un po' di innovazione.
La capacità di adattarsi al mondo che cambia in continuazione e di offrire idee nuove e innovative dimostrerà che avete spirito di iniziativa, caratteristica che - di solito - è molto apprezzata dai superiori. Attenzione, però, a non spingervi troppo oltre prendendovi i vostri rischi e assicuratevi di aver compreso bene ciò che l'azienda considera un rischio accettabile.

Un'altra caratteristica molto apprezzata è quella di essere orgogliosi del proprio lavoro e della propria azienda. Quando si è orgogliosi di ciò che si fa quotidianamente, lo si dimostra con lo stile con il quale si lavora e con la qualità di ciò che si fa. Chi è orgoglioso del proprio lavoro, solitamente, riesce a trasmetterlo anche ai colleghi, ai superiori e ai clienti.
Come si ripete spesso, non importa se state friggendo hamburger o progettando razzi, cercate di farlo al meglio delle vostre capacità e siate orgogliosi di ciò che fate. Le persone che lavorano con voi non potranno non notare questo atteggiamento.

Un altro atteggiamento molto ricercato nei collaboratori è la flessibilità che non significa, come si crede oggi, adattarsi a tutte le situazioni negative e accettare qualsiasi ricatto del datore di lavoro ma, ad esempio, resistere al cambiamento senza essere negativi durante la sua implementazione e sapersi adattare a una situazione che sta cambiando e che, probabilmente, creerà qualche problema che andrà affrontato e risolto.
Chi è flessibile, del resto, diventa estremamente prezioso quando si vogliono introdurre cambiamenti profondi nelle organizzazioni perché si impegna in qualsiasi situaizone a fornire valore aggiunto.
Anche nella quaotidianità la flessibilità è di grande aiuto perché non ci saranno mai due giornate lavorative che scorreranno perfettamente uguali l'una all'altra e sarà normale dover fronteggiare degli imprevisti. Essere flessibili, in questi casi, permette di adattarsi senza sentirsi frustrati o avere il bisogno di lamentarsi in continuazione. Adattarsi a una situazione momentanea significa anche avere fiducia che l'organizzazione farà tutto quello che serve per implementare al meglio il cambiamento che si è proposta di portare avanti o per gestirlo nel migliore dei modi qualora sia imprevisto.

E che dire della tenacia? Anche questa, naturalmente, è una qualità estremamente apprezzata perché nessuno vuole nel proprio organico persone che mollino alla prima difficoltà. Del resto, spesso, la tenacia fa la differenza tra il successo e il fallimento. Se lottate per contrastare le avversità, se cercate in continuazione di superare brillantemente gli ostacoli, il vostro capo saprà che potrà contare su di voi - ad esempio - per fare tutto ciò che serve per portare a termine un progetto.
La tenacia, poi, ripaga anche in altre aree. E' importantissima, ad esempio, quando si presentano agli altri nuove idee perché permette di non rinunciare davanti al primo rifiuto o alla prima difficoltà.

E veniamo alle buone maniere. Praticarle è sempre una buona idea ma è particolarmente importante sul posto di lavoro. Spesso, infatti, le persone rimangono in qualche modo intrappolate nelle preoccupazioni quotidiane e "dimenticano" di trattare gli altri con cortesia e rispetto. L'educazione e il rispetto, però, vengono notati e anche questo atteggiamento si rivelerà vincente. Non dimenticate mai, quindi, di dire "per favore" e "grazie", di arrivare puntuali alle riunioni e di non lasciarvi sopraffare da rabbia e nervosismo quando parlate con qualcuno.

Un'altra dote indispensabile e molto apprezzata nel mondo del lavoro è l'essere attenti a ciò che si fa. Chi è in grado di mantenere la propria attenzione mentre completa un lavoro è una risorsa preziosa per qualsiasi azienda. Prestare attenzione, infatti, aiuta ad essere più produttivi e fare un lavoro di qualità superiore.
Per aiutarvi a rimanere concentrati, provate questi semplici suggerimenti:

  • programmate le attività da svolgere durante la giornata
  • eliminate le distrazioni: spegnete il tablet, ignorate le e-mail per almeno una mezz'ora e mettete il telefono in modalità silenziosa
  • radunate tutto il necessario per completare l'attività che dovete svolgere
  • calatevi pienamente nel lavoro

La fedeltà in un dipendente, infine, è qualcosa che molti datori di lavoro ricercano. Anni fa le aziende non dovevano preoccuparsi tanto della fedeltà dei lavoratori perché le persone rimanevano nella stessa azienda per anni o anche per decenni. Oggi, però, una grande percentuale di lavoratori rimane in un'organizzazione meno di cinque anni. Ecco perché la fedeltà di un collaboratore è una caratteristica molto ricercata tra i datori di lavoro. Anche se, a nostro giudizio, la fedeltà di un collaboratore non si dovrebbe giudicare dagli anni passati a lavorare all'interno di un'organizzazione ma dal comportamento avuto in questi anni, è bene ricordare che nessun datore di lavoro può apprezzare il fatto che qualcuno dei suoi uomini stia cercando un'alternativa professionale. Siatre dunque accorti, quando vi guardate in giro alla ricerca di nuove occasioni, e fate in modo che non lo sappia nessuno, nemmeno il vostro collega preferito.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Se poi volete essere fedeli davvero, un bel modo di farlo è interessarsi all'azienda per la quale si lavora compiendo uno sforzo extra rispetto a quanto richiesto per aiutare il più possibile l'organizzazione. Questo è un atteggiamento di fedeltà che fornisce reale valore aggiunto.

PER SAPERNE DI PIU':

Su QualitiAmo non esistono altri articoli su questo argomento




cerca nel sito