PROCESSI: PERCHE' SI PARLA DI
APPROCCIO? - 3

di Staff di QualitiAmo

Nell'ambito della qualità siamo abituati a sentir parlare di approccio per processi ma ci siamo realmente fermati a riflettere sul significato di questa espressione?

approccio-processi


Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Prima parte)

(Seconda parte)

Un'altra difficoltà che si incontra spesso è quella di differenziare un "processo" da una "procedura".
Vediamo di chiarire subito le differenze che esistono tra i due concetti:

  • processo - cosa fare e in che ordine
  • procedura - il modo di fare qualcosa

questa distinzione è importantissima per capire il livello di dettaglio da utilizzare per descrivere un processo.

Ci sono altre due definizioni che spesso portano confusione, quella di "compito" e di "attività":

  • compito - è un insieme omogeneo di operazioni semplici o di gesti generalmente compiuti da una persona che contribuisce alla trasformazione di informazioni o di dati
  • attviità - è un insieme di compiti correlati che costituisce una parte del processo di trasformazione di un processo e che può essere compiuta da una o più persone che ricoprano lo stesso ruolo all'interno dell'organizzazione

Vediamo, ora, quali sono le caratteristiche tipiche di un processo:

  • è trasversale e fa ricorso a diverse professionalità all'interno dell'organizzazione;
  • consuma e fornisce dati, si alimenta - cioè - di dati in ingresso che trasforma in nuovi dati in uscita che vanno a formare il valore aggiunto di quel processo.
    Il suo funzionamento dipende in buona parte dalla gestione di questi dati in ingresso e in uscita;
  • interagisce con l'ambiente perché diversi parametri esercitano una certa influenza sulla sua struttura e sul suo funzionamento. Parliamo, in questo caso, di ambiente economico, sociale e tecnologico

Tornando alla definizione di "approccio per processi" vediamo che si basa, proprio come quella del BPR, sull'abbandono di una logica puramente gerarchica, a favore di un equilibrio tra una visione gerarchica e una logica trasversale e sistemica.
L'obiettivo di un approccio come questo è quello di ottenere un prodotto di buona qualità per il cliente interno o esterno al costo minore possibile per l'organizzazione. Come vedete, l'obiettivo non è particolarmente originale. Quello che cambia è come si pensa di ottenerlo, cioè rendendo il lavoro più fluido e snello incrociando una logica gerarchica e una trasversale, senza lavorare per compartimenti stagni.

Le principali conseguenze di un approccio per processi sono:

  • la definizione di una politica, di una strategia e di obiettivi capaci di condizionare la struttura e il funzionamento dei principali processi dell'organizzazione;
  • il fatto che il buon funzionamento di un processo non può essere assicurato se non attraverso la definizione precisa di ogni funzione e delle responsabilità individuali;
  • sapere che la gestione delle competenze permette una migliore configuarzione dei processi perché si basa sul mettere la persona giusta al posto giusto;
  • sapere che, per mantenere nel tempo la motivazione delle persone, serve, tra le altre cose, una comunicazione costante ed efficace;
  • il fatto che la competitività si ottiene con l'eliminazione del mal funzionamenti, con la soppressione delle attività che non producono valore aggiunto, con una buona gestione delle risorse e con la riduzione dei ritardi;
  • sapere che l'ascolto attento del cliente interno ed esterno è uno dei fattori primari su cui basare l'approccio per processi
LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

PER SAPERNE DI PIU':

Terminologia: l'approccio per processi


cerca nel sito