L'ANALISI DELLE CAUSE PROFONDE
(ROOT CAUSE ANALYSIS)

Un articolo di Staff di QualitiAmo

Come si svolge l'analisi delle cause profonde?

analisi-cause-profonde-root-cause-analysis

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Prima parte)

Un approccio integrato come l'analisi delle cause profonde è caratterizzato da molti passaggi.
In primo luogo, come abbiamo visto, il problema dovrebbe essere chiaramente definito per poi determinare le cause che l'hanno generato. In questa fase è particolarmente utile un diagramma causa-effetto.
Per indagare meglio le cause e scoprire se possono esserne identificate di ulteriori si potrebbero utilizzare i classici metodi statistici. Eventuali soluzioni dovrebbero quindi essere identificate e collegate alle diverse cause per sviluppare un set di possibili reazioni al problema.

In seguito dobbiamo, naturalmente, pensare anche al controllo degli effetti delle soluzioni scelte.

Un altro strumento utile in questo ambito è quello che ci porta a identificare una sequenza di eventi per poi riportali su un grafico relazionandoli con il tempo e le condizioni che li hanno causati.
Quando gli eventi sono in qualche modo legati a certi fattori, la rappresentazione è data da una linea continua perché ci sono le prove che esiste una relazione tra causa ed effetto mentre quando questa prova non esiste la linea diventa tratteggiata.
Una volta completato il grafico, si fa una valutazione per capire se il problema sarebbe stato diverso se fossero cambiati gli eventi che l'hanno generato o le condizioni in cui si è creato. Questo lavoro aiuta a costruire una lista di fattori causali che possono poi essere valutati in una fase ulteriore dell'analisi.

Uno strumento che è possibile utilizzare prima di fare una Root Cause Analysis è quello dell'analisi del cambiamento avvenuto e si basa su sei fasi:

  • 1) descrivere l'evento che è accaduto o il problema;
  • 2) descrivere la stessa situazione se non ci fosse il problema;
  • 3) confrontare le due situazioni;
  • 4) annotare tutte le differenze;
  • 5) analizzare le differenze;
  • 6) identificare le conseguenze determinate dalle differenze

Questa analisi dei cambiamenti aiuta ad identificare le cause che li hanno determinati, mostrando ciò che esisteva prima del cambiamento, ciò che è intervenuto durante e come si presenta la situazione dopo.
All'analisi del cambiamento va poi associata un'altra analisi per determinare la causa specifica che ha originato il problema (la RCA vera e propria).

Possiamo anche categorizzare le cause partendo dal riconoscimento che ogni problema ha cause che si trovano all'interno di una o più categorie.
Il diagramma di Ishikawa è un esempio di sistema di categorizzazione. Uno schema del genere si crea esaminando un evento e chiedendo alle persone coinvolte che cosa può aver agito per determinarlo. Le cause suggerite vengono poi classificate in categorie e immesse sul diagramma a lisca di pesce secondo le categorie di appartenenza (manodopera, metodi, macchinari, ambiente, ecc.). Ovviamente questo primo livello di categorie viene definito in base all'evento specifico oggetto di indagine. Da questo primo livello (cause primarie) si passa alle sottocategorie (cause secondarie) e, se necessario, alle cause terziarie.
Anche l'analisi dell'albero dei guasti è un metodo che serve per categorizzare le cause dei possibili guasti all'interno di un sistema. E' uno strumento utilizzato nelle fasi di progettazione e funziona bene per identificare le possibili relazioni causali. L'analisi dell'albero dei guasti non funziona come metodo per eseguire una RCA ma viene spesso utilizzata per sostenerla.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Chiudiamo con quello che riteniamo essere lo strumento di analisi delle cause profonde più semplice da apprendere: l'analisi dei 5 perché. Continuare a chiedere (e a chiedersi) "perché" fino a quando non si può più rispondere alla domanda aiuta ad arrivare a individuare la causa principale.

PER SAPERNE DI PIU':

Il sistema integrato
Cos'è un Sistema Qualità
Il Sistema Qualità per risorse, sistemi e processi
L'importanza dei processi all'interno di un SGQ


cerca nel sito