AVVIARE LA PRODUZIONE SNELLA IN
7 MOSSE

Staff di QualitiAmo

produzione snella

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il “viaggio” verso la produzione snella può iniziare facilmente in qualsiasi momento avviando, nell’ordine, le seguenti attività:
1) realizzazione della mappa del valore
2) valutazione dello stato di implementazione delle tecniche più comuni nella metodologia lean
3) formazione degli operatori e del management
4) progetto pilota
5) gestione del cambiamento
6) analisi del recupero di efficienza
7) eliminazione progressiva delle attività prive di valore aggiunto

Per realizzare una mappa del valore occorre concentrarsi su uno studio approfondito di tutte le azioni specifiche necessarie per trasformare le nostre materie prime nel prodotto che destineremo al cliente, concentrandoci soprattutto sulla gestione ottimale delle informazioni e sulle attività legate alle lavorazioni fisiche (i due macroprocessi dove possiamo riscontrare le maggiori dispersioni di valore).

Gli output che dovremo ricavare da questa attività saranno una mappatura della nostra situazione attuale, una mappa dello stato ideale che vogliamo raggiungere e un elenco di attività da compiere per passare dallo stato attuale a quello ideale.

Utilizzando una mappa del valore e seguendo il nostro piano di implementazione, avremo la possibilità di individuare facilmente i vincoli e i colli di bottiglia e di lavorare per eliminarli recuperando, in questo modo, efficienza.

La valutazione iniziale dello stato di implementazione degli strumenti lean (che spesso vengono utilizzati in azienda senza nemmeno sapere di cosa si tratta, semplicemente basandosi su felici intuizioni) può essere fatta intervistando il personale, osservando i processi e i diagrammi di flusso che li descrivono e analizzando i dati disponibili.
Da questo lavoro dovremmo riuscire a ricavare una fotografia as-is (così com'è) della situazione della nostra organizzazione dalla quale poter partire per iniziare ad usare gli strumenti lean (o per migliorarne l’utilizzo).

La formazione da erogare per avviare un processo di produzione snella si deve concentrare, all’inizio, su una massa critica di persone, coloro che si pensa siano in grado di avviare e sostenere il cambiamento che si vuole mettere in atto. Le informazioni e le attività formative verranno distribuite mediante cicli “teach-do” cioè di apprendimento e di messa in pratica simultanea dei concetti appresi.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Il modo migliore per mettere in pratica ciò che si è appreso, è quello di avviare un progetto pilota, scegliendo un collo di bottiglia o un vincolo all’interno di un processo per “attaccarlo” in maniera sistematica con l’obiettivo di eliminarlo o, almeno, di ridurlo.
Un ottimo strumento da utilizzare in questo senso sono i Kaizen blitz. Una volta terminato il progetto pilota e appresa la lezione sul campo, potremo trasferire le nostre conoscenze in altre aree aziendali.

Una vera e propria rivoluzione, prima di tutto culturale, come quella della lean production porta necessariamente con sé grandi cambiamenti che bisogna imparare a gestire al meglio.
Le strategie aziendali e gli obiettivi stabiliti per il personale dovranno allinearsi per tendere alla nostra vision snella, la cultura tradizionale impostata su una produzione di tipo “push”, spinta verso il cliente, dovrà trasformarsi in una cultura lean, cioè “pull”, tirata dal cliente.

Non si tratta di una trasformazione facile perché si dovrà cambiare la filosofia di lavoro quotidiana.

PER SAPERNE DI PIU':

Gli strumenti della Lean manufacturing
Come implementare la Produzione snella
Il modello giapponese
Lean manufacturing per accrescere la competitività Il portale della Lean manufacturing
I primi rudimenti per comprendere la Lean manufacturing
Produzione snella e produzione di massa a confronto
Produzione snella applicata
Modello giapponese e produzione snella
Traghettare la vostra organizzazione verso la Produzione snella
I principi della Produzione snella
Il modello giapponese: Produzione snella e Company Wide Quality Control
Oragnizzazione snella e Lean manufacturing
Come realizzare l'azienda snella
La produzione snella: presentazioni in PowerPoint


cerca nel sito