LE AQAP E LA VALUTAZIONE DEI FORNITORI
DELLE AZIENDE BELLICHE IN ITALIA

di Paola Mauro

Una collega e affezionata lettrice di QualitiAmo, Paola Mauro, ha preparato un nuovo articolo per parlarci delle AQAP e di come si devono valutare i fornitori nell'ambito del settore bellico. Scopriamolo insieme

nato

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il Sistema di Gestione Qualità in ambito aerospaziale segue i dettami della ISO 9100, uno standard che va ad inglobale a sua volta i requisiti della ISO 9001, ma nel rispetto delle peculiarità del settore in questione.

All’ambito Aerospaziale appartengono anche tutte quelle industrie che si occupano della produzione nel settore bellico, le quali oltre a rispondere direttamente alla ISO 9100, devono anche rispettare le normative “AQAP”.
Le “Allied Quality Assurance Publications” (AQAP) sono delle normative specifiche che vengono pubblicate direttamente dalla Nato Standardization Agency (NSA) e vanno a definire i requisiti di Qualità che i fornitori e subfornitori dell’industria bellica, devono necessariamente detenere per poter aspirare a lavorare in quel determinato settore.

Le AQAP sono riconosciute come requisiti contrattuali standard in tutti i paesi appartenenti alla NATO, e nascono con lo specifico scopo di favorire un dettagliato monitoraggio nel processo di selezione sulla Qualità del fornitore in ambito militare.

In Italia l’applicazione delle norme in questione, è stata accompagnata dall’elaborazione delle norme AER-P, emesse direttamente dalla Direzione Generale degli Armamenti Aeronautici (D.G.A.A.), che richiedono dei requisiti maggiormente restrittivi rispetto alle AQAP stesse.
All’interno delle AER – P vengono definiti tutti i requisiti tecnici per ogni prodotto applicato sui missili, armamenti, ecc.

La procedura di valutazione di conformità delle aziende del settore bellico è articolata in questo modo: in prima istanza le aziende in questione, devono fare richiesta della valutazione dei propri requisiti presso le Direzioni Tecniche specifiche a seconda dell’oggetto della fornitura, presenti presso il Segretariato Generale della Difesa. La Direzione Tecnica specifica avvia un esame preliminare sui seguenti aspetti:

  • Correttezza contributiva INPS del personale dipendente;
  • Affidabilità Tecnico ed Economica dell’azienda;
  • Specializzazione dell’azienda per quella specifica produzione (requisito valutato in base alle qualifiche professionali dei dipendenti e alla presenza di materiali ed attrezzature conformi per quella produzione)

Dopo questo controllo preliminare, se l’esito è positivo la Direzione Tecnica affiderà ad una Commissione ad hoc, lo step successivo articolato in una Visita Ispettiva che andrà a valutare la conformità del Sistema Gestione per la Qualità Aziendale ai requisiti della norma AQAP applicata in quel settore.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Concludendo il settore aerospaziale, legato allo standard ISO 9100, si ispira ad una filosofia Qualitativa maggiormente restrittiva data anche dalla maggiore peculiarità dei prodotti che vengono forniti: l’ambito bellico appartenente a questa grande famiglia, viene, quindi, accompagnato da specifiche tecniche maggiormente restrittive per garantire una produzione maggiormente efficiente ed efficace di prodotti altamente qualitativi ispirati alla logica di un reale e concreto miglioramento continuo.

PER SAPERNE DI PIU':

Lean manufacturing nel settore aerospaziale
FORUM - ISO 9100: differenze con la ISO 9001?
FORUM - Adeguamento ISO 9001 a EN 9100
Lean manufacturing per accrescere la competitività - L'esperienza Boeing-Alenia Aeronavali


cerca nel sito