IL PARAGRAFO 7.3 DELLA NUOVA ISO
9001:2015 - COMUNICAZIONE

Staff di QualitiAmo

Continuiamo il nostro viaggio ragionato e commentato all'interno dei singoli punti e paragrafi della nuova ISO 9001:2015

iso-9001-2015-7-4-comunicazione

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il paragrafo 7.4 della nuova ISO 9001:2015 è breve ma importante perché richiede che l'organizzazione stabilisca quali comunicazioni interne ed esterne pertinenti al Sistema Qualità debbano essere impostate secondo uno schema capace di garantire che raggiungano almeno il minimo dell'efficacia e siano in linea con le necessità dell'azienda.
La schematizzazione prevede di pianificare:

  • cosa verrà comunicato - è importante capire cosa si sta cercando di comunicare, scegliendo gli argomenti da condividere. Può trattarsi dei numeri mensili della produzione, degli ordini evasi o di tanto altro, non importa. La cosa importante è focalizzarsi sull'obiettivo;
  • quando verrà comunicato - cercare di dare una regolarità alle comunicazioni ricorrenti, è importante perché è una prima base della pianificazione richiesta. Potremmo comunicare qualcosa ogni settimana, la terza settimana del mese, ogni lunedì alle 9.00, ecc. Non esiste una calendarizzazione giusta e una sbagliata. Semplicemente la norma ci richiede di approcciarci alla comunicazione con una certa disciplina;
  • a chi lo comunicheremo - ogni comunicazione deve avere un target e più riusciremo a centrarla su questo pubblico, più sarà efficace.
    Questo è un periodo caratterizzato da una grande mole di informazioni, ecco perché è ancora più importante "cucirle" addosso alle persone alle quali andremo a rivolgerci. Per ogni tipologia di comunicazione, definite esattamente a chi andrete a rivolgervi e assicuratevi che il messaggio che andrete a veicolare sia appropriato per il target di riferimento;
  • come verrà comunicato - oggi la scelta dello strumento e della metodologia migliore per veicolare un messaggio è pressoché infinita. Considerate il contenuto e l'importanza del messaggio e poi scegliete lo strumento migliore per farlo arrivare alle persone in maniera mirata;
  • chi è il responsabile di ogni tipologia di comunicazione - chi si dovrà assumere la responsabilità che una certa comunicazione venga recepita nel modo corretto? Più il messaggio sarà importante, naturalmente, più questo garante dovrà far parte del top management

Proviamo ora a fare un esempio pratico di applicazione di questo schema a due tipologie ricorrenti di comunicazioni:

  • riunioni quotidiane della produzione:
    • "cosa?" - le lavorazioni in corso, i nuovi ordini e le produzioni da terminare in giornata;
    • "quando?" - ogni giorno alle 9.00 del mattino;
    • "a chi?" - i capireparto;
    • "come?" - 10 minuti nell'ufficio del direttore di produzione;
    • "da parte di chi?" - il direttore di produzione
  • gestione dei reclami e azioni correttive:
    • "cosa?" - lo stato dei reclami e delle azioni correttive;
    • "quando?" - venerdì pomeriggio alle 14.00;
    • "a chi?" - ai gruppi di lavoro impegnati nelle azioni di miglioramento;
    • "come?" - sala riunioni;
    • "da parte di chi?" - responsabile qualità

Ovviamente è impossibile intercettare e schematizzare in questo modo tutte le comunicazioni che avvengono ogni giorno all'interno di un'organizzazione, limitatevi alle più importanti e riconducetele a una tabella come quella vista sopra.

I requisiti contenuti in questo punto sono simili a quelli del paragrafo 5.5.3 della ISO 9001:2008 ma c'è anche qualche differenza, visto che ora si pretende un approccio proattivo alla comunicazione e si prende in considerazione anche la comunicazione esterna.

I requisiti della ISO 9001:2015, inoltre, sono più espliciti perché richiedono di specificare:

  • cosa;
  • quando;
  • a chi;
  • come;
  • da parte di chi

Da notare anche che, rispetto alla versione del 2008, nel nuovo standard la comunicaizone con i clienti si è spostata dal vecchio paragrafo 7.2.3 al nuovo 8.2.1.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Nei prossimi giorni vedremo con quali altre parti della ISO 9001:2015 si interfaccia questo paragrafo e come procedere con la comunicazione interna ed esterna.

PER SAPERNE DI PIU':

La nuova ISO 9001:2015 e l'outsourcing
La nuova ISO 9001:2015
Il capitolo zero della nuova Iso 9001:2015
Il capitolo uno della nuova Iso 9001:2015 - Lo scopo della norma
I capitoli due e tre della nuova Iso 9001:2015 - Requisiti normativi e terminologia
Il capitolo quattro della nuova Iso 9001:2015 - Il contesto dell'organizzazione
Paragrafo 4.1 della nuova Iso 9001:2015 - Capire l'organizzazione e il suo contesto
Paragrafo 4.2 della nuova Iso 9001:2015 - Capire le necessità e le aspettative della parti interessate
Paragrafo 4.3 della nuova Iso 9001:2015 - Determinare lo scopo del Sistema di gestione della Qualità
Paragrafo 4.4 della nuova Iso 9001:2015 - Sistema di gestione per la Qualità e relativi processi
Capitolo 5 della nuova Iso 9001:2015 - Leadership
Paragrafo 5.1 della nuova Iso 9001:2015 - Leadership e impegno
Paragrafo 5.2 della nuova Iso 9001:2015 - Politica
Paragrafo 5.3 della nuova Iso 9001:2015 - Ruoli responsabilità autorità nell'organizzazione
Paragrafo 6.1 della nuova Iso 9001:2015 - Azioni per affrontare rischi e opportunità
Paragrafo 6.2 della nuova Iso 9001:2015 - Obiettivi per la qualità e pianificazione per il loro raggiungimento



cerca nel sito