IL CAPITOLO 6 DELLA NUOVA
ISO 9001:2015 - PIANIFICAZIONE

Staff di QualitiAmo

Continuiamo il nostro viaggio ragionato e commentato all'interno dei singoli punti e paragrafi della nuova ISO 9001:2015

iso-9001-2015-6-pianificazione

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Il capitolo 6 della ISO 9001:2015 tratta di pianificazione ed è la logica conseguenza del lavoro fatto nel capitolo 4 dove ci è stato richiesto di individuare rischi e opportunità che potrebbero mettere in forse o potenziare i risultati che vogliamo raggiungere.
In questo sesto capitolo si chiede di stabilire come gestire i rischi e cogliere le opportunità attraverso un'attenta pianificazione che dovrà stabilire:

  • cosa;
  • chi;
  • come;
  • dove;
  • quando

ovvero, quali rischi e opportunità andranno evitati o colte, da parte di chi, in quale modo, in quale ambito e quando.
E' la pianificazione, infatti, che ci permette di essere proattivi eliminando la necessità delle azioni preventive e riducendo l'utilizzo di quelle correttive.
Quello che si richiede è di cambiare l'approccio delle azioni preventive che, nella nuova norma, scompaiono come tali per diventare un vero e proprio fondamento della pianificazione del Sistema Qualità.

La pianificazione era già trattata nella ISO 9001:2008, al punto 5.4 che si suddivideva in 5.4.1 e 5.4.2, ma la nuova norma amplia decisamente il concetto perché chiede di analizzare - attraverso il processo di pianificazione - tutti i rischi da prevenire o dei quali ridurre gli effetti indesiderati e le opportunità da cogliere per assicurarsi un costante raggiungimento degli obiettivi e il miglioramento continuo.

Per lavorare al meglio su questo capitolo, le domande da farsi sono:

  • Come farà l'organizzazione a prevenire i rischi o, almeno, a ridurne i potenziali effetti negativi?
  • In quale modo assicurerà di raggiungere i risultati attesi?
  • Come garantirà il miglioramento continuo?

Il sesto capitolo si compone di tre paragrafi:

  • 6.1 - Azioni per affrontare rischi e opportunità
  • 6.2 - Obiettivi per la qualità e pianificazione per il loro raggiungimento
  • 6.3 - Pianificazione delle modifiche

e copre, dunque, tre aspetti:

  • gli input dei processi con particolare attenzione a quando pianifichiamo come affrontare i rischi e cogliere le opportunità;
  • come si definiscono gli obiettivi del sistema;
  • i passi pratici da compiere quando si stabilisce di modificare una parte del sistema

Potremmo addirittura dire che, dato che rischi e opportunità - di solito - nascono come conseguenze del cambiamento, l'intero capitolo è in realtà dedicato proprio alla gestione del cambiamento.
Pianificare il cambiamento non è un concetto nuovo o rivoluzionario all'interno della ISO 9001 ma la versione del 2015 sottolinea fortemente e in maniera prescrittiva come si debba pianificare e controllare questo cambiamento.
Cambiare, in sé, non ha una connotazione positiva o negativa. Ciò che lo rende un rischio o un'opportunità è l'effetto che il cambiamento ha sui risultati che abbiamo pianificato di ottenere. Più riusciamo a pianificare gli output di un cambiamento, mediante un'analisi approfondita delle problematiche interne ed esterne, e meno incorriamo nella possibilità di trovarci a gestire rischi invece di cogliere opportunità. E' questo che ci insegna la nuova norma, a considerare lo scopo del cambiamento e il suo impatto, le possibili conseguenze, le risorse interessate, le autorità e le responsabilità ad esso collegate, ecc.
Soffermarsi su come gestire eventuali modifiche al sistema può sembrare prematuro nella fase di pianificazione dello stesso ma è invece fondamentale mettere in campo la struttura necessaria per valutarne le potenziali conseguenze, stimare la necessità di risorse, gestire le modifiche organizzative soprattutto in termini di responsabilità e autorità se si vuole gestire il cambiamento in maniera proattiva (guidandolo) e non reattiva (subendolo). Con il nuovo standard si passa quindi ad un approccio alla pianificazione di tipo molto più proattivo che non ha più bisogno di affidarsi alle azioni preventive per prevenire gli effetti negativi per l’organizzazione ma si affida a un'analisi più approfondita del contesto e a ciò che deriva da una visione positiva del cogliere le opportunità offerte dal mercato.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Ricordate anche che, sebbene sia questo il capitolo in cui si parla in maniera specifica di pianificare le modifiche al sistema, il concetto di cambiamento - in realtà - permea molte altre sezioni del nuovo standard e non si esaurisce certo in questo sesto capitolo. Di cambiamento, infatti, si parla anche all'interno dei paragrafi sulla progettazione, sulla produzione e sulle azioni correttive.

(Seconda parte)

PER SAPERNE DI PIU':

La nuova ISO 9001:2015
Il capitolo zero della nuova Iso 9001:2015
Il capitolo uno della nuova Iso 9001:2015 - Lo scopo della norma
I capitoli due e tre della nuova Iso 9001:2015 - Requisiti normativi e terminologia
Il capitolo quattro della nuova Iso 9001:2015 - Il contesto dell'organizzazione
Paragrafo 4.1 della nuova Iso 9001:2015 - Capire l'organizzazione e il suo contesto
Paragrafo 4.2 della nuova Iso 9001:2015 - Capire le necessità e le aspettative della parti interessate
Paragrafo 4.3 della nuova Iso 9001:2015 - Determinare lo scopo del Sistema di gestione della Qualità
Paragrafo 4.4 della nuova Iso 9001:2015 - Sistema di gestione per la Qualità e relativi processi
Capitolo 5 della nuova Iso 9001:2015 - Leadership
Paragrafo 5.1 della nuova Iso 9001:2015 - Leadership e impegno

Paragrafo 5.1 della nuova Iso 9001:2015 - Leadership e impegno



cerca nel sito