IL PRINCIPIO DI PARETO APPLICATO ALLE
PERSONE - 2

Il famoso principio del 20% importante rispetto all'80% che si
può trascurare è applicabile anche alle singole persone.
Scopriamo come

principio pareto persone

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Prima parte)

In cosa consiste davvero quel famoso 20% a cui dobbiamo tendere per contribuire per l'80% alla nostra felicità nel mondo del lavoro (e anche fuori)?
Si tratta del nostro sé più autentico e unico, il nostro sé positivo, creativo e produttivo. Individuarlo significa essere consapevoli delle caratteristiche uniche che ognuno di noi ha e che dovrebbe imparare a sfruttare al massimo per ottenere ciò che vuole. Questo 20 per cento va nutrito e fatto crescere perché solamente quando ne saremo ben consapevoli potremo utilizzarlo per rendere migliore il mondo e noi stessi.

Ciò che fa di una persona un professionista in grado di essere efficace nel lavoro è l'attenzione a quel 20 per cento che conta. Non è così importante eliminare i propri difetti perché chiunque ne ha. Certo, è fondamentale ridurne l'impatto ma ciò su cui bisogna davvero lavorare sono i punti di forza, quel 20 per cento che ci differenzia da tutti gli altri.
Sarà la squadra, il gruppo a fare il resto. Nessuno è bravo e capace a 360 gradi, è l'interazione tra le persone che risulta vincente e che va sfruttata al massimo.

Se ci pensate su per un attimo, è un po' l'idea su cui si è sviluppato l'outsourcing. Le aziende che affidano l'esternalizzazione di ciò che non dà valore aggiunto (e appartiene al famoso 80 per cento) ad altre società lo fanno, spesso, per concentrarsi su quel 20 per cento di cose davvero fondamentali per poter fare la differenza sul mercato.

Il segreto delle grandi organizzazioni è trovare qualcuno che sia bravo a fare qualcosa che altri non sanno fare e creare la giusta alchimia tra le persone per ottenere il massimo della collaborazione. Del resto perché lavorare duramente per diventare semplicemente mediocri in qualcosa? Ci sono modi migliori di utilizzare il proprio tempo e le proprie energie.

Questa è una verità che spesso viene trascurata. L'umanità è la più differenziata e specializzata tra tutte le specie del mondo. Tuttavia, trascorriamo la maggior parte delle nostre vite negando la nostra individualità e cercando di far finta di essere come tutti gli altri.
Non è strano? Gli individui creativi non sono diversi, sono semplicemente persone maggiormente in contatto con la propria individualità. Sono a conoscenza che la forza sta proprio nelle differenze e si concedono più spazio per coltivarle e utilizzarle in modo efficace. Del resto, George Bernard Shaw era solito ricordare che l'uomo ragionevole si adatta al mondo mentre quello irragionevole persiste nel tentativo di adattare il mondo a se stesso e che, quindi, tutto il progresso dipende dall'uomo irragionevole.

Per scoprire in cosa consista il vostro 20 per cento, fatevi domande di questo tipo:

Che tipo di cose mi piacciono davvero? A cosa sento di essere più appassionato?
Attenzione a non limitarvi nelle risposte a questioni legate al lavoro.

Immagino di diventare famoso. Per quali cose verrei celebrato?

Qual è la cosa che mi contraddistingue e che definisce maggiormente la mia individualità?

Cosa penso che mi renderebbe più felice e più realizzato se potessi farla?

Che cosa faccio meglio tra le cose che faccio e che cosa riesco a fare meglio di chiunque altro io conosca?

Quale occupazione o ruolo penso sarebbero più adatti a me?

In questo lavoro fatevi aiutare dalle persone che vi conoscono meglio e che, proprio per questo, possono aiutarvi ad essere più obiettivi.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Una volta individuato il vostro 20 per cento vincente, discuteremo di cosa farne.
Alla prossima settimana!

PER SAPERNE DI PIU':

Il diagramma di Pareto
Cos'è il diagramma di Pareto?
Le check list per gestire il lavoro
Evernote: un comodo memo


cerca nel sito