L'AMBIENTE DI LAVORO

Vi presentiamo un articolo di Marco Pennacchi che ha per
tema l'ambiente di lavoro.
Buona lettura!

Articolo di Marco Pennacchi

ambiente-lavoro



Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

Quando si pensa all'ambiente di lavoro ci viene spontaneo pensare al nostro bell'ufficio, la scrivania, una pianta e quattro pareti, in genere bianche.
In realtà non è solo questo, ma molto di più.

Esistono tre tipi di fattori che lo caratterizzano, e sono:

  • 1. Fattori di natura Sociale;
  • 2. Fattori di natura Psicologica;
  • 3. Fattori di natura Fisica

I fattori di natura sociale riguardano i rapporti e le relazioni tra i colleghi. Questi non devono essere a carattere discriminatorio, non solo dal punto di vista delle diversità socio-culturali e/o religiose, ma anche e soprattutto dal punto di vista caratteriale.
Si dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) lavorare in un ambiente tranquillo, atto a favorire il nascere e lo sviluppo di nuove idee, o semplicemente permettere di svolgere le proprie mansioni nella maniera più serena possibile. Ciò è possibile se si mantiene un rapporto non conflittuale con persone che divideranno con noi lo stesso spazio per circa un terzo della giornata.

I fattori di natura psicologica comprendono quegli stati d'animo a cui il lavoro di routine può portare molto spesso. Trova collocazione in questa area il famoso stress, che attanaglia la maggior parte dei lavoratori, ma anche una demotivazione dovuta alla ripetitività e meccanicità delle proprie azioni.
Per prevenire tutto questo occorre mettere a punto un adeguato piano di burn-out delle risorse.

I fattori di natura fisica riguardano proprio ciò che pensiamo relativamente al nostro posto di lavoro: il nostro ufficio fisico, la stanza in cui siamo, la scrivania, il computer. Ma anche la temperatura dell'ambiente, l'illuminazione della stanza, lo spazio adeguato, ecc.

L'insieme di tutti questi fattori costituisce ogni ambiente di lavoro, che viene descritto nel punto 7.1.4 della nuova versione della ISO 9001.
Solamente se tutti risulteranno essere positivi, possiamo dire di trovarci in un ambiente di lavoro sano in cui possiamo esprimerci al meglio.

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

PER SAPERNE DI PIU':

I miglioramenti che si possono apportare in un ambiente di lavoro
Creare un ambiente di lavoro ottimale con le 5S
Terminologia - Ambiente di lavoro


cerca nel sito