IL KAIZEN VELOCE

Tutti i trucchi del Quick Kaizen

di Staff di QualitiAmo

quick kaizen

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

La metodologia Kaizen fa parte della tradizione e della cultura giapponese e viene spesso utilizzata nell'ambito della Qualità per migliorare l'efficienza e l'efficacia dei processi e per eliminare o almeno ridurre le attività prive di valore aggiunto.

L'ideologia che sta alla base del Kaizen è stata adottata in tutto il mondo e adattata alle esigenze individuali delle singole aziende. Oggi viene applicata in ogni ambito: dall'industria alla scuola fino ad arrivare alle associazioni di volontariato e alle banche.

Uno dei concetti di base utili per spiegare facilmente il Kaizen è che questa metodologia ha come obiettivo principale quello di ristrutturare e riorganizzare alcuni aspetti ben individuati di un sistema per assicurare che l'insieme migliori e che si ottengano risultati concreti in termini di indicatori rilevati e misurati.
Dunque non importa quale sia il nostro ambito di business, il Kaizen potrà comunque darci una mano esattamente come il "Quick Kaizen"(il Kaizen veloce), un modo ancora più semplice e veloce per migliorare e per incorporare nella pratica quotidiana ciò che abbiamo appreso con il Kaizen.

Che cos'è il Kaizen veloce?

Il Quick Kaizen, proprio come il fratello più famoso, è una metodologia che mira alla risoluzione dei problemi e alla registrazione dei progressi fatti.

Quando si usa?

Il modo migliore per utilizzare il Kaizen rapido è di usarlo per affrontare subito i problemi che emergono quotidianamente, ad esempio nelle riunioni o durante la pianificazione del lavoro da fare o, ancora, quando si ferma una macchina.
Ogni problema che presenti diverse soluzioni sulle quali le persone non riescono a trovare un accordo, sarà perfetto per sviluppare un intervento di Quick Kaizen.

Cosa permette di ottenere?

Il Kaizen rapido permette al gruppo di lavoro che lo utilizza di concentrarsi su un'area specifica, su un'attività o su un problema particolare. La sua applicazione supporta le persone nel monitoraggio di diverse soluzioni e permette di ragionare sui dati e sulle lezioni apprese sul campo per risolvere il problema.

Un altro indubbio vantaggio dello strumento è quello di prevedere report che illustrino tutto ciò che si è fatto e di diventare, quindi, un riferimento sicuro nelle buone pratiche aziendali.

Applicare questa tipologia di Kaizen significa risolvere un problema al massimo in una giornata ma sarebbe auspicabile ridurre questo intervallo a poche ore. E' ovvio, quindi, che vada applicata solo negli ambiti che si adattano ad una rapida risoluzione dei problemi.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Le fasi del Quick Kaizen

  • inquadrare il problema e aggiungere tutti i commenti necessari per chiarirlo al massimo
  • fare un elenco di tutte le cause che potrebbero aver originato il problema
  • per ognuna di queste cause potenziali, identificare un controllo che ci permetta di stabilire la causa scatenante
  • assegnare ogni controllo ad un membro del gruppo di lavoro e far partire la raccolta dati
  • elencare le cause scatenanti verificate e identificare le azioni utili a rimuoverle
  • ipotizzare quali rischi potrebbero essere legati ad ognuna delle soluzioni ipotizzate
  • scegliere i modi corretti per eliminare o ridurre questi rischi e implementare le soluzioni
  • una volta completate le azioni, eseguire un monitoraggio per verificare se il problema è stato risolto

E voi? Avete mai applicato il Kaizen veloce?

PER SAPERNE DI PIU':

Il Kaizen blitz
Genba Kaizen
Tipologie di Kaizen
Il diagramma Yamazumi


cerca nel sito