TEAM BUILDING: GESTIRE I GRUPPI DI
LAVORO 2

Per fare team building occorre saper lavorare bene in gruppo

Che cos'è il team building? Cosa significa esattamente lavorare bene in squadra?

team building

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Prima parte)

Il team building passa attraverso alcune fasi ben definite, a partire dal momento della formazione del gruppo di lavoro fino ad arrivare a quello della realizzazione del lavoro vero e proprio.

Queste fasi sono legate ai livelli di sviluppo del gruppo, dato che una squadra può essere considerata come una singola entità che passa da un livello di immaturità ad uno di maturità attraverso un attento ed efficace sviluppo delle conoscenze e delle capacità dei singoli da parte del coordinatore.

Le fasi che vengono attraversate nel team building sono, in progressione:

  • confusione
  • conflitto
  • cooperazione
  • compromesso
  • controllo
  • consenso

In molti gruppi di lavoro, la fase del conflitto può rappresentare lo stato in cui ci si trova per la maggioranza del tempo. Questo, solitamente, accade perché mancano una guida e un valido coordinamento da parte del leader del gruppo che non ha sufficienti carisma e personalità per esercitare un adeguato controllo di alcuni membri del team che tendono a cercare di prevalere sugli altri.

In gruppi di lavoro di questo tipo le persone che ne fanno parte sono deluse perché sentono che non viene dato alcun valore al loro tempo e sentono di sprecarne moltissimo in liti e contrasti continui.

Ci sono, poi, casi in cui i gruppi possono degenerare nella fase di conflitto per un cambiamento improvviso o, comunque, importante, che non viene gestito nella maniera giusta.

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

I requisiti principali per fare del buon team building sono riportati qui di seguito:

  • avere gruppi costituiti da membri che credono nelle proprie capacità: infatti solo quando si ha fiducia nelle proprie capacità e si riesce a sviluppare la propria autostima si riesce a rapportarsi bene con l'esterno e a crescere insieme agli altri. Questo vale anche per colui che dovrà ricoprire la posizione di leader all'interno del gruppo: per essere davvero efficace dovrà avere una grande fiducia in se stesso
  • fiducia nella membri della squadra: quando si crede nel potenziale di tutti i membri del nostro team, tutte le persone che fanno parte della squadra, a loro volta, avranno fiducia in loro stesse e il team lavorerà in maniera efficace
  • utilizzare la tecnica della scoperta del gruppo, una tecnica che, se applicata correttamente, garantisce una sinergia creativa e la creatività individuale. Applicare questa metodologia è il modo migliore per fare del buon team building, dato che aiuta a creare comportamenti che sono il marchio di fabbrica di squadre dalle prestazioni elevate. Si basa, essenzialmente, sullo strumento delle domande e delle risposte.
    Una volta individuati la questione, il problema o l'opportunità per applicare la tecnica della scoperta del gruppo occorre seguire quattro fasi:
    • separare la fase di generazione delle idee da quella esplorativa della loro valutazione;
    • non ammettere critiche (verbali o tramite il linguaggio del corpo) durante l'analisi delle idee generate. Il ruolo del leader del gruppo, in questo caso, sarà quello di fare in modo che tutti rispettino le regole, rispettandole lui per primo e fornendo l'esempio di come si deve operare
    • ampliare e sviluppare le idee degli altri. La gente dovrebbe riflettere solo su come presentare bene le proprie idee al gruppo e lasciare poi che gli altri le sviluppino
    • mettere in discussione le singole ipotesi
  • individuare e studiare i punti di forza: è essenziale per aumentare la fiducia del gruppo fin dall'inizio

(Terza parte)

PER SAPERNE DI PIU':

I fattori di contesto dei team
I fattori di contesto dei team (2)
I fattori di contesto dei team (3)
I fattori di contesto dei team (4)
I fattori di contesto dei team (5)
Lavoro di gruppo: definizione
Condizioni di efficacia del lavoro di gruppo
Ancora sulle condizioni di efficacia del lavoro di gruppo
Lavoro di gruppo e potenziale di influenza
Strumenti per migliorare: i gruppi di lavoro
Lavoro di gruppo e caratteristiche personali
Aforismi sui team
Team building: divertirsi per lavorare meglio
Le problematiche dei team
Analisi dell'efficacia di un team
Scegliere il team di progetto
Gestire i compiti del team
Attivare un team di progetto
Una presentazione con aforismi sul lavoro di squadra
I fattori che ostacolano i team
Quando sostituire i membri di un team



cerca nel sito