CAMBIARE GRAZIE ALLE BUONE IDEE 2

Per cambiare bisogna avere coraggio e inventiva

Parliamoci chiaro: un cambiamento è sempre un trauma per quanto possa essere positivo. Per innescarlo, inoltre, occorre avere una buona idea.

Sviluppare idee


Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

(Prima parte)

Sostenere le idee

Questo metodo enfatizza la valutazione delle idee piuttosto che la loro selezione. Il gruppo di lavoro analizza tutti gli aspetti positivi di ogni idea per assicurarsi che nessun aspetto di queste potenziali soluzioni venga trascurato. Le proposte esaminate vengono poi selezionate in base ai risultati ottenuti in questa analisi. Il metodo si articola in 4 passaggi:

  • date a ciascun membro del gruppo una lista delle idee selezionate in precedenza
  • assegnate ad ogni persona il ruolo di avvocato difensore di una o più idee.
  • leggete la prima idea a voce alta e iniziate la discussione in sua difesa per provare che è la scelta migliore da fare. Ripetete la procedura per tutte le altre idee raccolte
  • quando tutte le idee saranno state tutte discusse, rivedetele insieme e decidete quale o quali vi sembrano maggiormente in grado di risolvere il vostro problema

Lo svantaggio che salta subito all'occhio nell'utilizzo di questa tecnica è che rende impossibile passare in rassegna un gran numero di idee. Procedere a questo tipo di analisi quando si hanno molte proposte da vagliare, infatti, porterebbe ad una grande perdita di tempo. La tecnica, inoltre, potrebbe non funzionare a dovere se all'interno del gruppo ci sono delle differenze di personalità molto forti che porterebbero inevitabilmente uno o più elementi ad imporsi sugli altri. In ultimo, focalizzarsi solo sugli aspetti positivi di un'idea può dare dei risultati distorti sul suo reale valore aggiunto. Se il tempo lo permette, dunque, sarebbe bene aggiungere anche dei commenti negativi alla valutazione per avere un giudizio complessivo più bilanciato.

A dispetto di questi svantaggi, però, la metodologia risulta ottima se utilizzata in unione con procedure maggiormente strutturate ed è perfetta quando un grande numero di idee è già stato vagliato fino a ridursi ad un ristretto gruppo di proposte da esaminare, ad esempio non più di 2-3 idee per ogni membro del gruppo di lavoro. Quando le idee da passare in rassegna sono poche, infatti, è più facile essere ascoltati e vederle analizzate più in profondità.

Matrice pesata

In contrasto con la metodologia Vantaggi - Svantaggi, che assume che tutti i criteri siano uguali in quanto a peso, questa matrice utilizza criteri pesati a seconda della loro importanza.
Come risultato, la qualità delle idee selezionate è sicuramente maggiore. La matrice pesata è identica alle tabelle di punteggi realizzate con il metodo Battelle, cambia solo la tecnica per il settaggio dei punteggi.

Gli step per applicarla sono:

  • costruire una tabella con i criteri scelti, allineati in verticale nella parte sinistra e le opzioni da valutare in alto, allineate in orizzonatel. Nella colonna accanto ad ogni opzione create poi una colonna che chiamerete Prodotto e che vi servirà per registrare il risultato della moltiplicazione dell'importanza del criterio per il punteggio ricevuto da ogni opzione
  • utilizzate una scala a 7 livelli di punteggio (dove 1 che indicherà un'importanza bassa e 7 indicherà un'importanza molto alta), e stabilite il grado di importanza di ogni criterio. Registrate i vostri punteggi nella colonna che avete riservato al peso di ogni criterio
  • utilizzando la stessa scala di punteggio date una valutazione ad ogni opzione (indipendentemente dalle altre) in relazione ad ogni criterio. Registrate i punteggi ottenuti dai criteri.
  • moltiplicate il peso di ogni criterio per il punteggio ottenuto da ogni opzione. Scrivete il prodotto ottenuto nell'apposita colonna.
  • aggiungete tutti i prodotti per ogni opzione e scrivete la somma in una casella denominata totale, in fondo alla vostra matrice
  • selezionate l'idea col punteggio più alto e poi decidete se la scelta fatta riflette le vostre aspettive. Se così non fosse rivalutate l'importanza data ai criteri e considerate la possibilità di prenderne in esame di nuovi

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Ci sono diverse cose alle quali prestare attenzione quando utilizzate questa metodologia. In primo luogo per applicarla occorre parecchio tempo. E' sicuramente più utile, dunque, quando avrete preso in considerazione un gran numero di idee e le avrete selezionate fino a ridurle ad un gruppo ristretto.
Secondo: l'idea che riceve il punteggio più alto potrebbe non andare a genio ad alcuni membri del gruppo di lavoro. In alcuni casi queste persone potrebbero esprimere insoddisfazione relativamente all'idea che ha ricevuto il punteggio più alto anche senza riuscire a dare una spiegazione reazionale. Quando questo capita si può provare ad aggiungere nuovi criteri e a ripetere tutto il processo o si può rivedere il sistema di punteggi per stabilire se occorre cambiare qualcosa.

La tecnica delle matrici pesate, comunque, è una metodologia molto popolare tra i gruppi di lavoro a causa della sua sistematicità nel processare le idee selezionate.

(Terza parte)

PER SAPERNE DI PIU':

Su QualitiAmo non sono presenti altri articoli su questo argomento


cerca nel sito