RESPONSABILE GESTIONE QUALITA':
COMPETENZE TECNICHE (1/2)

Un Approfondimento sulle competenze del Responsabile
Gestione Qualità

Le competenze del Responsabile Gestione Qualità da un punto di vista strettamente tecnico

Libri

Grandezza caratteri: piccoli | medi | grandi

La settimana scorsa abbiamo visto quali debbano essere le competenze generiche del Responsabile Qualità.
Vediamo ora come questo professionista può costruirsi un bagaglio di conoscenze specifiche e di competenze tecniche tale da costituire la base di una cultura sulla Qualità completa e approfondita e quali sono gli strumenti più adatti a supportare il percorso verso la progettazione e l’implementazione di un Sistema di Gestione per la Qualità funzionale all’attuazione degli obiettivi strategici di un'organizzazione.

Un buon punto di partenza è sicuramente l'introduzione al concetto di "norma" e lo studio dei principi fondamentali che sono alla base dell'implementazione delle normative, arrivando a comprenderne l’impostazione strutturale.

Anche se può sembrare banale, occorrerà poi avere una panoramica chiara sull'introduzione generale ai Sistemi Qualità e sviluppare una conoscenza approfondita delle norme specifiche che ne governano il mondo (la famiglia delle norme ISO 9000).
Per quanto possa apparire strano, infatti, molti Responsabili Qualità non hanno mai letto integralmente questi documenti, né hanno mai sviluppato una visione d'insieme della loro evoluzione e della genesi storica dell'approccio alla Qualità, preferendo affidarsi alle conoscenze dirette dei consulenti o a qualche guida concisa sull’argomento.

Di queste norme andrà compreso e assimilato il significato profondo, attraverso una lettura degli obiettivi presentati e degli aspetti innovativi principali del nuovo Sistema di Gestione.
Studiando come si è evoluta la qualità, partendo dal concetto di "controllo" e arrivando a quello di "gestione", si approfondiranno poi i principi base che ne governano l’implementazione, unitamente alle ragioni e agli obiettivi che sono alla base della stessa.

Il quadro normativo della certificazione secondo gli schemi normativi della Qualità andrà approfondito sia a livello nazionale che a livello europeo, completandolo con conoscenze relative allo sviluppo specifico dell’iter certificativo.
Chiarito il concetto normativo, si passerà a prendere in esame quali siano gli elementi che costituiscono la cultura della Qualità e quali ne siano le caratteristiche, i principi, le logiche e gli obiettivi distintivi.

Tra questi possiamo, brevemente, ricordare:

- la centralità del cliente
- la responsabilità della Direzione
- la gestione delle risorse
- i processi di realizzazione del prodotto o di erogazione dei servizi, i processi del Sistema di Gestione della Qualità
- i processi di misurazione, analisi e miglioramento
- la gestione della documentazione del Sistema di Gestione per la Qualità

Per essere sicuri di integrare correttamente la Qualità all'interno dell'area lavorativa di riferimento, sarà necessario studiare le organizzazioni intendendole come sistema e accompagnando questa rilettura con una panoramica sui modelli organizzativi (struttura, processi che le governano, ruoli e funzioni che le identificano e caratteristiche organizzative e gestionali che ne rappresentano l’impronta distintiva).

(L'articolo continua sotto al box in cui ti segnaliamo che alla collana di libri QualitiAmo si è aggiunto un nuovo titolo).

LA COLLANA DEI LIBRI DI QUALITIAMO

"La nuova ISO 9001:2015 per riorganizzare, finalmente, l'azienda per processi" - Si aggiunge alla collana dei libri di QualitiAmo il primo testo che svela i segreti della futura norma.
Dalla teoria alla pratica: il secondo lavoro di Stefania Cordiani e Paolo Ruffatti spiega come migliorare la vostra organizzazione applicando la nuova norma attraverso i suggerimenti del loro primo libro
(Vai all'articolo che descrive il nuovo libro)

"Organizzazione per processi e pensiero snello - Le PMI alla conquista del mercato" - Da una collaborazione nata sulle nostre pagine, un libro per far uscire le PMI dalla crisi.
L’ideatrice di QualitiAmo e una delle sue firme storiche spiegano come usare con efficacia la Qualità.
(Vai all'articolo che descrive il primo libro)

(Vuoi restare aggiornato gratuitamente sulla nuova ISO 9001:2015? Visita ogni giorno la pagina che ti abbiamo linkato.
In calce all'articolo riporteremo quotidianamente un aggiornamento sulla futura norma)

Un grande lavoro andrà fatto sullo studio dei processi che costituiscono la base della pianificazione della Qualità e della comprensione della sua essenza più specifica.
Andranno sviluppate le conoscenze che permetteranno di riconoscere, definire, analizzare, mappare e gestire i processi in relazione al Sistema di Gestione per la Qualità e di comprenderne le logiche operative.
Occorrerà puntare l'attenzione sul rapporto "cliente"-"fornitore" all’interno dei singoli processi e sulle loro interazioni e sull'assimilazione degli strumenti di indagine, valutazione e controllo degli stessi.

(Fine prima parte)

(Seconda parte)

PER SAPERNE DI PIU':

Le conoscenze tecniche specifiche
La sezione dedicata al Responsabile Qualità
Abilità e conoscenze del RGQ
Consigli per un RGQ
Aforismi sul Responsabile Qualità
Iscrivendovi al nostro forum potrete ampliare notevolmente l'argomento. Ne parliamo in questa discussione


cerca nel sito